Via da Sanremo…

…ovvero “Cosa fare a Sanremo quando sei morto”
Che forse Pippo ha deciso di seguire il consiglio della Littizzetto e che si voglia “togliere dalle palle”? (Io non ci credo nemmeno se lo vedo, a dimostrazione la perfetta grammatica di questo pezzo). Il manifesto del musical “I dieci comandamenti” è una donna (una spettatrice) che piange lacrime di sangue… ma la sera prima c’era l’anteprima del musical di Pinocchio (muische dei Pooh)…
A parte ciò, io mi domando una cosa. A vedere Pippo sul palco non sembra mai quel grande “professionista” televisivo che si dice. Uno che è li da quasi cinquant’anni (e Mike e Raffa non è che siano meglio), la roccia, la pietra angolare, il caposaldo della televisione italiana…
Ma perchè l’anno prossimo non chiamare Rocco Casalino del “Grande Fratello” e in gara Bruno di “Operazione trionfo“. Ospiti gli “Amici” di Maria e i “dilettanti allo sbaraglio” di Gerry Scotti. E magari fare un gran casino su Costanzo tra i papabili per il dopofestival (e ditemi voi, se dopo che uno ha fatto le 2, se deve sorbì pure il “dopo”!)
(E perchè no, limitarsi a dire: quest’anno il festival lo presenta Tizio, partecipano Caio e Sempronio, divertitevi. Con un po’ di psicologia inversa e senza tante caciare – e i sottotitoli alla Oxa – forse qualcuno ritornerebbe ad ascoltare le canzoni – che se magari fossero un po’ più ascoltabili… – !)

(Visited 2 times, 1 visits today)

9 Comments

  1. Voi siete colpevoli. Tutti. Voi. Anche voi. Voi concorrete all’esistenza di Sanremo. Lo legittimate. Ne proseguite l’esistenza. Perchè ne parlate. Ne state parlando. Voi siete colpevoli. Tutti. Voi siete colpevoli. Tutti. Voi. Anche voi. Voi concorrete all’esistenza di Sanremo. Lo legittimate. Ne proseguite l’esistenza. Perchè ne parlate. Ne state parlando. Voi siete colpevoli. Tutti. Voi siete colpevoli. Tutti. Voi. Anche voi. Voi concorrete all’esistenza di Sanremo. Lo legittimate. Ne proseguite l’esistenza. Perchè ne parlate. Ne state parlando. Voi siete colpevoli. Tutti. Da ora, anch’io.

  2. Fantozzianamente parlando: Facci, non FACCI tanto lo snob che mi risulta si sia già masterizzato la canzone di Minghi. Altro che raffinato musicologo.

  3. Siamo un gruppo di Italiani che vivono all ‘estero;noi siamo veramente indignati perche’ non siamo mai stati piu’derisi come quest ‘anno dalla popolazione che ci ospita.
    I ritornelli del festival che si canticchiavano e che tutti conoscevano anche qui’ all ‘estero non si sentono piu’. Qui’ ora lo denunciano come il festival dei bambini e degli sfasati. Ci e’ sembrato che ogni canzone piu’ era brutta e onorecchiabie piu’ veniva lodata e esaltata. Solo al vedere che i veri cantanti che anno portato la musica italiana qui’all’ estero e in tutto il mondo sono stati cosi’ vergonosamente degradati come gli ultimi dei restanti da spazzatura credendo di iniziare una nuova era nella musica italiana; dichiariamo apertamente che per noi si e’ chiuso definitivamente il sipario del festival di San Remo. San Remo anche tu ti sei invecchiato; la musica italiana non ha piu’ bisono di te; la tua musica qui’ e’ da qualche anno ce non si sente piu’. E’ come un proverbio de tuoi tempi : Chi troppo vuole nulla stringe. Addio.

Rispondi