Tutto scorre

Quarantamila persone, secondo gli organizzatori: tante sono le persone che hanno partecipato ai festeggiamenti dei 10 anni di “Mani Pulite” organizzati da MicroMega. Alla folla fuori e dentro il PalaVobis il ministro Castelli sente di dover lanciare un solo monito: «Sono vecchio, e mi ricordo gli anni del ’68. Allora gridavano slogan e dicevano che lo Stato borghese era fascista e che sarebbe stato spazzato via. Qualcuno è passato dalle parole alla violenza di piazza. Vi chiedo di vigilare». Al ministro della Giustizia va però ricordato che in parecchi, negli anni successivi, scelsero una via ancora più deleteria rispetto alla violenza di piazza: dall’adesione alle idee di chi tirava pietre a certe finestre alle confortevoli poltrone che vi stavano dietro. Per questo motivo, se vi fosse anche solo il benché minimo sospetto che tra la moltitudine del PalaVobis potessero essere presenti i Mughini, i Sofri, i Mieli, le Maiolo, i Ferrara, i Liguori di domani, le preoccupazioni di Castelli sarebbero da condividere senza indugi. Secondo Formigoni, invece, per i partecipanti alla manifestazione «Berlusconi è il male assoluto, definitivo». Neanche fosse Higlander. Fortunatamente, come tutte le calamità, passerà anche lui.

(Visited 4 times, 1 visits today)

Commenta per primo

Rispondi