La storia di quando a guidare la Panini arrivò un pazzo

Se vuoi sapere che cosa succederebbe alla tua azienda (o a un’azienda) se finisse nelle mani di un pazzo, oggi puoi soddisfare la tua curiosità, perché c’è in libreria un libro che lo racconta.

E’ la storia (vera) di quando alla Panini di Modena (già, quella degli album delle figurine dei calciatori) sbarcò la follia sotto forma di un nuovo amministratore delegato designato dalla nuova proprietà. Tu dirai: eh, si fa presto a dire “pazzo”, ma ancora non sai che propose adesivi notturni fosforescenti con il nome per le prostitute parigine, un album sul Kamasutra, preservativi con il marchio Panini, e annunciò l’intenzione di vendere le figurine dentro il pane (letteralmente “dentro” il pane, con il motto “Panini con panini”).

L’autore – Maurizio Boschini – è un manager, e può raccontare quella storia perché la visse in prima persona (anzi: in seconda persona, dal momento che non era lui il pazzo). Il titolo è “Managermakia: la battaglia dei manager”.

Qui ne parla La Stampahttp://bit.ly/1TefajC

[sc name=”quarantadue-iscrizione” ]

(Visited 557 times, 1 visits today)

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.