Leggere a colori

Ana Ivanovic of Serbia attends a news conference before starting the Federation Cup Europe-Africa zone tennis tournament in Budapest January 30, 2008. REUTERS/Laszlo Balogh (HUNGARY) - RTR1WGQZ

Siccome viviamo nell’era del deficit di attenzione, qualcuno si è interrogato riguardo al modo in cui ci mettiamo in condizioni di leggere, e si è chiesto, ad esempio: siamo sicuri che le lettere nere su uno sfondo bianco siano il sistema migliore?

E’ venuto ovviamente fuori che no: in futuro potremmo avere testi che sfumano dal nero al rosso al blu.

bf9762bba[1]

In questo modo l’occhio farebbe meno fatica quando deve “andare a capo” dopo una riga molto lunga, e si aggrapperebbe subito alla prima parola della riga successiva.

Qui The Atlantic ci spiega tutto: http://theatln.tc/1NrPDkx

[sc name=”quarantadue-iscrizione” ]

(Visited 249 times, 1 visits today)

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.