La doppia vita di Piero Angela

piero-angela[1]

A proposito di Piero Angela e della folla che si è accalcata a Torino per ascoltarlo, una cosa che forse non tutti sanno è che il 14 gennaio 1935, in pieno ventennio fascista, Louis Armstrong venne a suonare a Torino. Lui nero alla guida di un’orchestra di neri, suona jazz e conquista l’Italia, anche quella fascista. Che però nel ’39 promulga le leggi razziali, bandisce la musica afroamericana e italianizza tutto: Louis Armstrong diventa Luigi Braccioforte. Dopo la guerra il jazz fa il suo ritorno in Italia, e a Torino c’è un talentuoso pianista che si fa chiamare Peter Angela. Peter nel 1952 viene assunto dalla Rai e sceglie la professione di giornalista e divulgatore scientifico al posto di quella musicale. Dovendo rinunciare al nome d’arte sceglie anche lui di italianizzarsi, come Armstrong, e torna a chiamarsi Piero. http://www.dudemag.it/attualita/7-cose-inquietanti-e-meravigliose-su-piero-angela/

[sc name=”quarantadue-iscrizione” ]

(Visited 218 times, 1 visits today)

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.