pubblicità Archive

#aBETTERinternet – Manifesto per una rete più dignitosa

Ho pensato alle cose che non mi piacciono (leggi “che non sopporto”) di Internet come oggi la conosciamo e come sta diventando. Le ho scritte nelle note del cellulare per poi copiarle e incollarle in una discussione su Facebook, quindi non aspettatevi un trattato. Magari elaborerò. Magari no, vedremo. Il punto di partenza è abbastanza

Downloadblog, Blogo e le marchette mimetizzate

Di blog che parlino di tecnologia non ce ne sono molti che valga la pena leggere, in Italia, ma tra i pochi su cui capito spesso (quindi no hard feelings, ragazzi) c’è Downloadblog, che fa parte del network di Blogo. Oggi lo apro e leggo un post che, già dal titolo, sa di editoriale a

Futura Francesca: lo spot che passa dalla tv al web

Qualche tempo fa sono stato chiamato a fare parte di una giuria che avrebbe selezionato i racconti che avrebbero animato il sequel di uno spot televisivo. Lo spot di partenza – forse lo ricorderete – era questo: la campagna istituzionale di Telecom Italia. Quello che aveva una cover di “Hello Goodbye” dei Beatles come colonna

All’anima del commercio

Quando si tratta di pubblicità, e in particolar modo di pubblicità online, io non sono quasi mai d’accordo con Massimo Mantellini. Detto questo, c’è da aggiungere che nel caso che cita oggi si fa fatica a dargli torto.

All’anima del commercio

Io ve lo assicuro: ce l’ho messa tutta. Non sto scherzando. Ho anche ripreso a mangiarmi le unghie, pur di non scriverne. Ma loro continuano. Quelli della pubblicità di Rocchetta e Uliveto, dico. Continuano a mandarla in onda. Segno che a) ha successo; e allora chiedo l’Armageddon, subito, per cortesia: estinguiamoci; oppure, b) i pubblitari

Il nuovo spot di Sam Mendes per Telecom Italia

“Le emozioni non cambiano. Il modo di comunicarle, sì”, è questo il claim per celebrare sessant’anni di storia italiani raccontati attraverso l’occhio del premio Oscar Sam Mendes che realizza un piccolo film per la nuova campagna istituzionale Telecom Italia, on air da domenica 27 febbraio e in anteprima stasera dalle 19 e 30, per un’ora,

In difesa della gnocca

Non che abbia notizie di prima mano al riguardo, o pettegolezzi da insider, ma nessuno mi toglie dalla testa l’idea che l’attacco a Belen Rodriguez  cui molti giornali nostrani hanno abboccato (“Come testimonial è un fallimento: da quando c’è lei Tim non vende più telefonini”) fosse un’ignobile regolamento di conti trasversale che poco aveva a

L’hot dog lo preferisce circonciso?

Cartellonistica di Auntie Anne’s per le strade degli Stati Uniti. Storica, perché equivale a un trattato di Schengen che sancisce l’abolizione della dogana tra subliminale e reale. Nemmeno il vecchio Calippo era riuscito ad ottenere tanto. Al prossimo giro lo riempiono di formaggio. (E a proposito di Calippo: esistono stampi in silicone per farselo in