La storia di Justine raccontata dall’uomo che le rovinò la vita online

325028_762449777399_272095534_o[1]

Come sopravvivere al bullismo online. Justine Sacco era la responsabile della comunicazione di un conglomerato di agenzie internet. Un giorno, poco prima di partire per una vacanza in Sud Africa per visitare la famiglia, scrive su Twitter una battuta che è o sembra razzista. Justine ha solo un centinaio di follower, e non pensa sia questo gran problema. Uno di questi follower però lavora a Gawker, si chiama Sam Biddle, e rilancia il tweet indignato, rovinandole la vita per sempre. Così, mentre Justine è ignara di tutto, impegnata in un volo di svariate ore, la sua azienda comunica ufficialmente di averla licenziata, e mezza internet si chiede “#HasJustineLandedYet”? Questa è la storia del successivo incontro di persona tra Justine e Sam, l’uomo che le ha rovinato la vita, scritta da Sam stesso. ? http://gawker.com/justine-sacco-is-good-at-her-job-and-how-i-came-to-pea-1653022326

[sc name=”quarantadue-iscrizione” ]

(Visited 70 times, 1 visits today)

Commenta per primo

Rispondi