Ingiustificata abolizione di fondamentali tutele di libertà

«Cari lettori, riteniamo doveroso informarvi che da oggi i giornalisti del Corriere della Sera sono in stato di agitazione, e spiegarvene i motivi. Dalla fine di settembre la redazione, tramite i suoi rappresentanti sindacali, è impegnata in un serrato confronto con Direzione e Azienda: sia su temi attinenti le modalità di lavoro (in particolare la multimedialità); sia su principi e tutele che garantiscono l’indipendenza dei giornalisti e, di conseguenza, dell’informazione che ogni giorno vi viene presentata. L’ingiustificato attentato a questi principi di garanzia, perpetrato dalla Direzione e dall’Azienda, ha provocato due giorni di sciopero nel mese di ottobre. In seguito le trattative sono riprese. Ma, mentre l’organismo sindacale (il Cdr) tentava una negoziazione, le altre parti sono restate graniticamente ferme alle posizioni iniziali, minacciando anche di tagliare importanti componenti retributive qualora la redazione non avesse accettato l’abolizione di fondamentali tutele di libertà e la discriminazione contrattuale dei futuri nuovi assunti. Materie che la Direzione ha ripresentato intatte ancora una volta ieri, mascherandole dietro un testo «di mediazione» che però si è subito rivelato da prendere o lasciare nella sua interezza»

«La Direzione ha ingiustificatamente etichettato come «privilegiati» i suoi giornalisti, che da un anno e mezzo affrontano con grandi sacrifici economici e lavorativi uno stato di crisi del quale non sono in alcun modo responsabili. Questo mentre ha accettato l’abolizione di strumenti di lavoro utili al giornale come le automobili di servizio per degradarle a status symbol. I giornalisti del Corriere non hanno più a disposizione autisti per arrivare prima della concorrenza sul luogo di un delitto o un fatto di cronaca improvviso, come la forza e il prestigio del Corriere richiederebbero. Invece sia nella sede di Milano sia di Roma un buon numero di autisti (anche se non utilizzati) restano a esclusiva disposizione della Direzione per i suoi spostamenti»

Il Corriere della Sera, via il Post.

***

Ho qualche domanda: quali sono le fondamentali tutele di libertà ingiustificatamente in abolizione? Quali sono i punti del tema “multimedialità”? Come mai usate un termine abbandonato a fine anni ’90? Se vi proponessero degli scooter aziendali non personali, al posto di macchine e autisti, per raggiungere i luoghi del delitto o di un fatto di cronaca prima della concorrenza, accettereste? Perché ho tutta la simpatia del mondo pronta ad accogliere le lamentele dei solferini ma sono persuaso che sia la redazione milanese che quella romana converranno che il modo migliore per muoversi in città non è che un altro guidi per te bensì salire su un motorino. E questo lo dico consapevolmente bevendomi quella del giornalismo d’inchiesta che prende su il taccuino e accorre sul posto con tanto di Borsalino a tesa larga e foglietto con su scritto PRESS. Morale: il motorino va comunque un po’ bene o siamo d’accapo con il prestigio?

(Visited 8 times, 1 visits today)

9 Comments

  1. E quale sarebbe l’ultimo scoop che Il Corriere si è accaparrato grazie alla prontezza a recarsi sul luogo?
    La scarpa ritrovata a Brembate? Sono riusciti a scoprire di che numero era?

  2. ma diciamo che non ci frega niente andare a fare tana. ci basterebbe capire se va bene questa del motorino, facciamo anche un 250cc, volendo.

  3. no, non va bene, perchè sotto al casco il borsalino si sgualcisce. Per quello vogliono l’auto.

  4. l’unica cosa da tenere a mente in questa fase è che se si scherza col fuoco rivendicando questioni marginali o non avendo la coscienza del tutto a posto,Loro la useranno per continuare a spappolare quella corazza di diritti acquisiti fondamentali per evitare di sentirsi dei numeri(il riferimento al fatto che Marchionne abbia potuto usare come una clava lo sciopero dei lavoratori di termini collegato alle partite dell’italia è puramente voluto)

  5. Ma questo mi sembra evidente. Stiamo dicendo che è vero che per farsi prendere seriamente aiuta apparire seri e che per apparire seri si dovrebbe essere seri?

Rispondi