8 Comments

  1. Caro stone, a questo è arrivata la Morbosa Italia Mediatica, non la puglia rurale che vuole solo continuare a vivere, ma che viene impietosamente cannibalizzata dal fenomeno televisivo. Smettiamola con questi qualunquismi regional-razzisti, solo un idiota non capirebbe che la foto qui su è solo una cinica parodia dei fatti di questi giorni. L’unica domanda che dovresti farti è: c’è un motivo per cui si da tanta attenzione a un fatto di quotidiana mostruosità? Meglio portare l’attenzione ad Avetrana togliendola da Roma\Arcore?

  2. Condivido con celestian voices l’idea che non sia il posto più adeguato ma: il podcast di “non è sabato notte ” di ormai 16 mesi fa???

  3. Giuseppe: avevo capito che ovviamente la foto si riferiva ai fatti di questi giorni. ma il “turismo dell’orrore” , come l’hanno definito tutti i giornali in Italia, denota il fatto che stà regione qualche problema serio ce l’ha. e te lo dice uno che ci vive. poi è ovvio che l’attenzione sia tutta per questo fatto mostruoso. è naturale che poi i giornali facciano presa su quello che fa più scalpore, per vendere più copie. però il turismo horror ce l’abbiamo solo noi. e non mi sembra fatto da regione civile. e che stiamo, in Afrika? poi lascia stare Arcore. quella è altra roba.

  4. @stone…in realtà non è un fenomeno solo pugliese quello del turismo dell’orrore. Ti posso dire per esperienza quasi diretta (miei amici che sono stati in vacanza da quelle parti e ai quali è stato chiesto se volevano partecipare) che per la villetta di cogne si organizzavano tour molto simili …

Rispondi