Who will still eat this?

Vi ha fatto particolarmente schifo la foto che mostrava la materia con la quale vengono (venivano, almeno negli USA e dai noi) i Chicken McNuggets?
Jamie Oliver ha provato a ripetere in America, con i bambini, un esperimento che in Inghilterra aveva riscosso un moderato successo. E non è andato bene.

Il problema in questi casi è che suona grillino dirlo, ma come fa, uno, con tutta la buona volontà, a non prendere tristemente atto del fatto che su questo particolare pianeta è considerato accettabile prendere un pollo, smembrarlo, eliminare le parti migliori, prendere quelle peggiori e poi ricostruire un pollo con una cosa che non ha più l’aroma di pollo e che quindi sei costretto a profumare di pollo?

(Visited 6 times, 1 visits today)

10 Comments

  1. Forse non è chiaro a tutti. Dai cibi industriali occorre difendersi, essere sospettosi, attaccarsi a robusti pregiudizi negativi, partire dal concetto che è roba pericolosa, e che nel migliore dei casi non vale quel che costa.

  2. Alzi la mano chi non ha avuto almeno un paio di parenti dal primo al quarto grado morto per una qualche forma di cancro.Ci siamo tutti. Siamo decimati quotidianamente da ogni forma di inquinamento:atmosferico, acustico, idrico, geologico, magnetico, radio….La legge della natura è ancora la suprema e più implacabile:chi dispone per fato della variante genetica più resistente e adattabile sopravvive.Io non ci troverei niente di male a divorarmi saltuariamente ‘ste frittelle di scarto di bestia.Scendono giù.Hanno un buon sapore.Fanno più male della carne pregiata e cucinata a puntino?Sono discorsi da gente che se la può permettere….

  3. la cosa più strana è che un kilo di nudget stanno a 4 e 99 , un pollo intero a 3 e 68 e le le gambe a 1 e 60 sempre al kg , vi stanno vendendo gli scarti più un pò di farina per un prezzo più alto .
    da uno che non se lo può permettere.

    nd.
    prezzi auchan casal bertone

  4. Tutta la mia famiglia, e relativi ospiti, amici, gente che si trova a passare e resta a cena (tanti) , mangia magnificamente a pranzo e cena, più spuntini e colazione, con meno di 400 euro al mese all included, senza alcun contributo di roba precotta e surgelati, che comunque costano di più. Mettici che al ristorante ci andremo forse 5 o 6 volte l’anno, perchè lì se ne vanno almeno 100 – 120 euro a botta, e fatti un po’ di conti. Volendo, si può risparmiare ancora un bel 20%, e mia moglie ed io siamo stati giovani con pochi soldi, ma un risotto o un piatto di pasta si fanno con niente, una tegliona di patate al forno idem, e per un chilo di biscotti fatti in casa ci vogliono circa tre euro, perchè il burro costa. Infatti, nei biscotti del supermercato non ce lo mettono, ma in compenso te li fanno pagare il doppio.

  5. Come già maizo osservava 4 giorni fa, la “notizia” è stata sbufalata da Attivissimo http://goo.gl/PPTy su Wired ma c’è ancora chi continua imperterrito a crederci. Interessante.

1 Trackback / Pingback

  1. Polli di batteria « Il cappello del giullare

Rispondi