Mi chiamo Emilio (financial hero) month 9: -4,6%

emilio-28Dopo un inverno di grande scontento, il nostro financial hero, Emilio, sperava che la primavera avesse portato un po’ di luce nel suo investimento. Invece la visita al consulente finanziario gli ha riservato brutte notizie: dopo i massimi di inizio giugno la Borsa si è rimessa al brutto, perdendo terreno rispetto all’illusione di una ripresa rapida dell’economia.

La peggior performance mensile l’ha riservata l’Eni (-10,8%), punita dal tracciamento dei prezzi di gas e petrolio dopo i massimi di 73$ al barile (oggi 59$). Male anche Mediaset (-6,8%) in scia alle notizie del sorpasso Sky (sui ricavi) ed ai dubbi sulla tenuta della quota di mercato nel digitale terrestre. Un po’ meglio è andata ad Enel (-2,4%) che ha riservato lauti dividendi anche se Emilio, avendo finito le disponibilità finanziarie, non ha potuto aderire all’aumento di capitale da 8 miliardi.

Il cruccio maggiore, però, arriva dall’America. Investendo sui titoli ad alto P/E (Apple, Google, Amazon) oggi il guadagno di Emilio sarebbe uno stratosferico +58,7%. Non solo. Comprando il suo pacchetto azionario il 4 marzo 2009, quando a consigliare l’entrata in Borsa ai piccoli risparmatiori è stato Obama, il saldo positivo sarebbe di almeno 25mila euro, rispetto al timing si Silvio (ottobre 2008).

Portafoglio Berlusconi: ENI, ENEL, MEDIASET (giudizio buy, secondo il Premier)

Valore di carico al 10.10.08: 120.000 EUR (obiettivo raddoppiare il capitale in due anni)

Valore di chiusura al 13.07.09: 114.450 EUR (-4,6%)

Rendimento alternativo “Italian Underdogs” (blue chips non consigliate da Berlusconi TELECOM ITALIA, GENERALI, LUXOTTICA, FIAT): 114.660 EUR (-4,5%)

Rendimento alternativo “Plus 20″ (azioni sconsigliate da Berlusconi APPLE, GOOGLE, AMAZON): 190.500 USD (+58,7% in USD)

Obama call (differenza di guadagno se si fossero comprati i titoli Berlusconi su consiglio entrare sul mercato da parte di Obama il 4 marzo anzi che il 10 ottobre): +25.270 EUR

Emilio Mood :-(

(Visited 2 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. bene bene, allora la prossima volta comprerò le azioni proposte da Berlusconi quando lo dirà Obama…

  2. Interessante sarebbe stata la rendicontazione dei primi di giugno, a breve cmq ci sarà un ulteriore crollo. buone vacanze a che se le può permettere!

  3. @bene. Io non sono un seguace acritico di Obama ma lui ha fatto “outing” al momento di max ribasso dei mercati, quindi il suo consiglio è stato provvidenziale a chi volesse entrare sul mercato.

    @marco. Ho saltato il post di giugno (lo trovi comunque sul mio blog). In ogni caso più o meno il portafoglio era a +0% o infinitesimale.

  4. qualcuno può prestarmi qualche centinaio di euro?vorrei buttarmi sulle azioni mediaset.bisogna ragionare in modo positivo;ecco,fidatevi….

  5. Considerando il diverso peso specifico, non è che l’indicazione di Obama ha mobilitato più capitali di Berlusconi? Il timing poi può essere condizionato da fattori non propriamente economici (tecnicamente Obama diventerà presidente alla fine di Gennaio), che ne dici?

  6. @Ulisse26

    Non saprei, il mercato finanziario americano è molto maturo e dubito si faccia influenzare più di tanto da Obama, almeno nel lungo termine.

    Però il timing di Obama coincide con i primi provvedimenti del suo governo a sostegno dell’economia. Forse quello può aver influito.

Rispondi