About Makkox 119 Articoli
Classe '65. Adolescenza in pieni '80 tra Tenax e Frigidaire (in mezzo c'è tutto). Attualmente, assieme ad altri 8 ragazzi realizziamo volantini per i supermercati. Di segno da sempre e... uff. Mò m'ha preso tristezza per quella cosa dei supermercati e non riesco a finire il profilo. C'è roba mia su www.canemucca.com e su canemucca.tumblr.com

22 Comments

  1. Eccheppalle, Massimo.

    Non avete proprio altro a cui attaccarvi se non un disgraziato incidente stradale.

  2. e gia…un disgraziato….e un incidente stradalema mica l’ho inventata io la stroia (anticostituzionale, questa si ) di precludere i dirirtti politici ai condannati…

  3. è strano che uno che tiene per uno che invece di andare all’assemblea dell’ONU va da messeghèhèhèhèhè a sparapanzarsi con la scorta di di donnine portate da casa, sollevi la questione della moralità degli altri candidati

    è strano che a fronte di una montagna di contestazioni etiche (e vieppiù penali) al caro leader, questi gran censori dei costumi degli altri non trovino mai niente da dire

    zero

    nix

    quelli come massimo semplicemente pigliano su e portano a casa, cosa sarà mai?

    in fondo se poi sottoscrive le ronde, l’amnistia per gli evasori e regala un po’ di soldi pubblici alla chiesa si può perdonare…no?

    vuoi mettere con quel cattivone di Grillo che predica bene e razzola male?

  4. Ma perché candidarsi nel PD, se fa fanto schifo, a partire dal suo fondatore? Che cosa c’entra Grillo col PD? Perché non presentarsi con un partito suo e metterci davvero la faccia, invece di queste, che sono chiaramente provocazioni?

  5. non è tanto il perché. a me interessa il Perché NO!
    se s’è sicuri faccia il botto di faccia a terra, lasciatelo correre e fare la sua figuremmerda.
    o no?

  6. senza entrare nel merito del grillo si grillo no

    ma grillo non è un condannato in via definitiva???
    quindi fatemi capire :
    passo 1) viene eletto
    passo 2) legge per il parlamento pulito
    passo 3) si autocaccia

    magari cè un passo 2.2 :tutti i reati tranne gli incidenti stradali

    sbaglio qualcosa?

  7. ehm Espertume.Magari vuol fare solo il segretario senza entrare in parlamento non ponendosi in contraddizione con la battaglia che porta avanti

  8. grillo fa bene a continuare la sua opera di distruzione (dal suo punto di vista), quelli del pd sono fessi che si fanno bastonare da chiunque quando non lo fanno da soli

    cosa vuoi andarci a dirci?

  9. Grillo è il classico profeta disarmato di machiavelllica memoria. Non crediate che un blog in cui si dice sempre e solo “così no!!!” faccia davvero la differenza: in politica ci vuole sia la pars destruens (dico tutto il peggio del mio avversario) sia la pars construens (mo’ ve raddrizzo io le magagne e farò a, b, c…). Il pur lodevole Grillo si fissa con l’idea che l’elettorato si seduca cambiando semplicemente la formula chimica del partito (che,a onor del vero, è lo stesso difetto strutturale del PD): nomine dal basso, meritocrazia, gggente vera, mica quelli che vengono dalle fogne di Montecitorio… Bene. Quindi? Niente. Perché i partiti non nascono per gemmazione, ci vuole un’idea dall’alto che raccolga consensi in basso. Altrimenti si crea l’utopia del partito degli Uguali, in cui il capo e l’usciere hanno la stessa forza decisionale, solo che l’usciere ha una visione degli interessi che non va al di là della sua fioriera e il capo, se vuole davvero essere Uguale tra gli Uguali, deve dare ragione a tutti e siccome ci saranno almeno due Uguali con un’idea diversa sullo stesso argomento (fosse anche il codice della strada, eh, non arrivo fino alle staminali), il partito starà lì dov’è, bloccato dalle forze constrastanti di due vettori equivalenti.
    Oppure il vento fresco del Nuovo mieterà il 51% dei consensi. Ullallà… e il giorno dopo? Subito a formarsi gerarchie come nella peggior DC d’antan, gli Amici del Capo che sono più Uguali degli altri (Animal Farm docet), compromessi, rivalità, clientele, correnti e sottocorrenti… perché l’Uguaglianza va bene finché il potere è una meta da conseguire, ma quando lo prendi, e ti accorgi che non basta per tutti, bisognerà dividerlo in parti diseguali. E’ nella natura umana e nella natura della politica, anche di quella democratica, perché la democrazia, oltre ad essere il peggior sistema di governo esclusi tutti i rimanenti, è anche la tirannia di alcuni su altri. Grillo non sfuggirebbe alla regola, se diventasse premier (ehm… ehm…): si accorgerebbe che le briciole del potere (aiuole in Via Veneto, divise delle vigilesse, restyling dei segnali stradali) possono essere appaltate a chiunque, ma via via che si sale e si arriva alle stanze dei bottoni e cioé finanze, esteri, guerra (in Italia coi Gormiti, ma tant’è…) non è davvero possibile che chiunque sappia metterci le mani. Do you remember Atene ai tempi di Pericle? Formalmente qualsiasi cittadino maschio, maggiorenne e libero poteva accedere a qualsiasi carica politica, ma gli alti comandi militari se li sognavano di darli in mano al vasaio, quelli restavano sempre in mano alle famiglie nobili (tanto il demos si spupazzava le sue libertà civiche tra boulè, ecclesia ed eliea- cercate su Wikipedia). Difatti Atene è colata a picco quando sono fioriti i demagoghi che parlavano alla pancia del popolo. E da ultimo della mia spocchiosa lezioncina: recordez-vous la Revolution? Partita al grido di “égalité, liberté, fraternité”, è finita con ghigliottine assorite e un direttorio di cinque membri che decidevano anche la lunghezza delle baguettes. Per esportare l’Illuminismo in Europa c’è voluto l’impero napoleonico… Meditate gente… In politica 2+2 fa sempre cinque. Anche per Grillo…

  10. Ok le provocazioni, ma Grillo dovrebbe decidere cosa vuole fare da grande…io sto ancora spettando una risposta sulla storia dei “rimborsi agli stupri” di Brescia ;-)

  11. il pd non lo sbatto, tantomeno lo voto. Ma non vedo perchè dovrebbe accettare la candidatura alla segreteria di uno che lo ha sempre combattuto – sia chiaro: per me le critiche di grillo sono quasi sempre sacrosante, nonostante i toni a volte insopportabili. L’accenno allo stupratore, poi, non solo non è divertente, è volgarissimo, mi dispiace dirlo ma sembra puro stile “Il giornale” (anche questo è un’opinione tutta mia, ovvio, e makkox di solito non mi dispiace affatto…).

  12. Dai, questa era prevedibile ed e` una vigliaccata. Come ha commentato nonmiricordochi, manco i peggiori avversari del PD generalizzano in questo modo. Nemmeno quelli con la fedina pulita.

    Comunque, sempre, con immutata simpatia, e quel refuso “stroia” in un tuo commento mi ha fatto ridacchiare. :P

  13. Ah, no, non era un tuo commento.
    Ma non e` permesso cancellare un proprio commento? Cheduemaroni. Pretendo il diritto all’oblio.

  14. Ha ragione Elle Kappa oggi su La Repubblica carta. Il problema del PD è che c’hanno messo tre giorni, troppo tempo, per mandarlo affanculo. Ne abbiamo piene le palle dei narcisisti. Te li ritrovi ad ogni angolo. Ma possibile che in questo paese disgraziato se non sei un esibizionista del cavolo nessuno t’ascolta e non vai da nessuna parte? E basta a quelli che parlano a fiume e non ascoltano. Non se ne può più.

    Bersani for President

    P.S.: Grazie a Franceschini per il lavoro fatto per salvare il partito.

    P.P.S.: Veltroni che ho apprezzato come sindaco, aveva quasi disrutto il partito, oggi completa l’opera e riabilita Craxi, un leader della modernità. Quasi meglio di Berlinguer. Non c’è più limite all’obbrobrio. Un politico moderno che ha indebitato il paese per 4 generazioni almeno portando dal 1982 al 1992 il debito pubblico dal 60% al 120% del PIL (insieme agli altri due del CAF: Forlani ed Andreotti, e pure all’amico B.). Aggiornato ad oggi (1500 miliardi è il PIL) sono circa 900 miliardi (60% di 1500) di euro in dieci anni: 90 miliardi di euro all’anno. NOVANTA MILIARDI DI EURO L’ANNO. Un leader della modernità. Veltroni, ma va, va!

  15. Grillo si candida alle primarie del Pd, non ad un posto in Parlamento.
    Che senza un condannato per omicidio colposo, rimarrebbe pulito.
    Là rimarrebbero solo i corruttori, i puttanieri, i piduisti, gli amnistiati, gli autoassolti per autodecreto e i superprescritti…
    Grillo no, per carità di Dio.

Rispondi