“Berlusconi messo a nudo”: l’editoriale de El País

Non l’ho ancora vista online, la traduzione completa dell’editoriale con cui El País accompagna la sua prima pagina di oggi dedicata al premier italiano.
Mi prendo la briga di tradurlo un attimo, quindi, ché sento il bisogno di immortalare, a futura memoria, il momento più basso toccato dal mio paese da quando sono nata.

Berlusconi messo a nudo

Le immagini non svelano la privacy del primo ministro ma la sua deriva autoritaria

Non si confonda, Sivio Berlusconi: chi rispetta la sua intimità è la stampa democratica, mentre è lui che non cessa di metterla in discussione. Perché la pubblicazione delle fotografie delle sue feste private non risponde alla volontà di giudicarne la morale di cittadino ma a quella di dimostrare che è lui stesso, come primo ministro, a volere convertire lo spazio della politica democratica in un mero prolungamento delle sue relazioni di amicizia e dei suoi divertimenti.

E questo è esattamente ciò ha fatto, secondo le sue stesse dichiarazioni, nel preparare le liste elettorali del suo partito e finanche nell’assegnare responsabilità di governo. E lo stesso dicasi per quanto riguarda l’uso dei mezzi che lo Stato mette a disposizione del premier per ottemperare ai suoi obblighi istituzionali. Trasportare invitati a feste private non è compito degli aerei ufficiali, sia che si tratti di ballerine o di presentatrici televisive. E il fatto che il primo ministro abbia fatto approvare nel 2008 una legge per estendere a qualsiasi accompagnatore l’uso dei voli di Stato non rappresenta una copertura giuridica a tale prassi: mette in evidenza, piuttosto, un clamoroso abuso di potere.

La stampa italiana ha denunciato lo scandalo. Il premier, per tutta risposta, non si è limitato a negare o minimizzare i fatti, presentandosi come un paterno protettore di fanciulle di cui ammira, a quanto assicura, i particolari talenti artistici o politici; ha tentato persino, confondendo di proposito interessi pubblici e privati, di screditare quei cittadini che, come la sua stessa moglie, erano in condizione di confermare la veridicità delle denunce a suo carico. E proprio queste pressioni dimostrano che, con Berlusconi al potere, la libertà di espressione è in pericolo. La magistratura italiana, d’altro canto, ha sequestrato l’intero archivio del fotografo autore delle immagini.

Questo scandalo mette a nudo Berlusconi non come cittadino ma come politico.
Se, fino ad ora, le sue intemperanze erano state prese a mo’ di scherzo, da oggi esistono nuovi e gravi motivi per rendersi conto che ciò che il primo ministro mette in pericolo è il futuro dell’Italia come Stato di diritto. E un’Italia che scivola lungo la china in cui Berlusconi la sta trascinando è motivo di preoccupazione non solo per gli italiani, ma per tutti gli europei.

(Visited 12 times, 1 visits today)

26 Comments

  1. Grazie davvero per la traduzione.
    Ogni altro commento sarebbe superfluo dato che credo io la pensi come te.

  2. lo postai tempo fa su livefast.Bisso volentieri data la situazione(è di Osvaldo Soriano,uno che i rgimi li conosce molto bene al pari degli spagnoli.Non hanno bisogno di nuove notizie per conoscere certi personaggi.Hanno già saputo tutto quello che c’era da sapere)

    “La cosa dannosa del fascismo è che induce gli imbecilli a credersi molto furbi.Quanto più uno è idiota tanto più il fascismo lo fa sentire orgoglioso di se.Ci sono iniziative da tutte le parti,inaugurazioni,bandiere,preti,futbol e molto silenzio.Ti tranquillizza non dover pensare e finisci schiavo di un principe fantoccio”

  3. Era tutto gia’ previsto.

    Fin da 1994, fin dalla prima vittoria di Berlusconi, che la china intrapresa fosse esattamente questa, questo impasto di fascismo, idiozia, censura, volgarita’, servilismo, provincialismo, sguaiataggine, demagogia di infima lega, razzismo, menzogna, democrazie svuotata.

    Le premesse erano di una chiarezza cristallina.
    Quel che fa male e’ ancora una volta constatare, ora come allora, quanto numerosi siano quelli che l’hanno scelta.

  4. e la risceglieranno, purtroppo, Piti.
    (sient’ a ‘mme :(

    sob

    P.S.
    grazie Haramilk, anome di tutte le persone NORMALI di questo Paese..??

  5. Per caso qualcuno ha il numero di cellulare di quella ragazza mora, in piedi, di spalle e col tanga nero, che sta nella foto?

  6. La speranza, cari miei, è l’Europa. L’Europa ci salverà. Senza l’Europa è probabile che saremmo stati fottuti per la seconda volta in meno di cento anni. E se non basta c’è anche Obama. L’Italia, come sempre laboratorio europeo, ha tenuto a battesimo il primo esperimento di stampa europea. Dopo la moneta unica, l’abbattimento delle frontiere, le leggi europee, ecco l’opinione pubblica europea. Lo dicevano i padri fondatori, l’Europa ci proteggerà dalle guerre fratricide, dai fascismi, dai monopoli, dai nostri difetti, li stempererà attraverso la cotaminazione con gli aaltri popoli europei ed esalterà i nostri pregi. Adesso tocchiamo con mano i vantaggi dell’europa.

    Mi piacerà vedere Frattini, alle conferenze internazionali, con tutti gli inviati ed i corrispondenti della stampa estera, dei giornali di destra, conservatori, quelli che sono stati più taglienti e feroci di tutti, offenderli dicendo che si fanno “insufflare” dalla sinistra italiana. Dite che gli sputano?

    Ho già ripostato da un’altra parte la barzelletta che mi ricorda questa situazione. E’ quella del tizio che entra contromano in autostrada e sente alla radio la notizia: “Folle entra contromano in autostrada!” E lui mentre schiva quelli che gli vengono contro replica: “Uno, ma qui so mille!”. Anche mille savi appaiono matti al disturbato.

    Ma non lo molleranno più. Fino a che non gli risponderà la stampa internazionale lo terrà sotto schiaffo. E quando risponderà si dovrà dimettere.

    Intanto, mi domando quanto cerone si dovrà mettere in faccia per non vergognarsi mentre siede al tavolo di presidenza del G8. Non sarà divertente per Berlusconi. Ci sarà solo Putin come sponsor, perché gli è rimasto lui e Gheddafi. Due comunisti, veri, e autoritari. I simili con i simili.

  7. cioe un pisello di fuori dimostrerebbe la deriva autoritaria? ma che se so fumati sti ispanici?

  8. No Massimo.
    Fai attenzione che ti spiego:

    Il pisello del premier ceco di fuori dimostra sola la deriva.
    La “autoritaria” è dimostrata dal punto esclamativo alla fine di “E’ un fotomontaggio!”

    Poi c’è il tuo voto, che è quello che si fumano al calar del sole.

    Funziona così.

  9. Intanto nella civilissima et tollerantissima Olanda il PVV con il 15-17% dei voti è il secondo partito e tallona la CDA.

    E pensare che ci raccontavano che noi italiani fossimo razzisti con la Lega all’8%.

    Alla faccia di quelli che mi coglionavano nel commento sulla multiculturalità…

  10. Pensa come stai messo.
    Per dire che l’italia non è razzista devi mettere sull’altro piatto un partito xenofobo.

    E poi perché abbrevi, su…stai mica scrivendo sms…
    Si chiama Partito per la libertà.

    Non ti suona meglio, a scriverlo per intero?
    Anzi, direi “non gli rende più onore”?

  11. MO, che sente un moto di tenerezza e forse si crede molto furbo ( quella furbizia di cui si parlava su ), secondo te, perchè Topolanek dice che la sua foto è un fotomontaggio? Perchè nella realtà ce l’ha più piccolo o più grosso? Perchè in realtà tempo fa ha fatto un viaggio a Casablanca e quindi gli hanno aggiunto qualcosa ? O perchè sembra che ce l’abbia in tiro?

    Illuminaci.

    Ma la risposta sarà un virile chissenefrega, sbaglio?

  12. non pigliamoci per il culo.Nessuno mette in dubbio che in casa propria o in albergo ognuno possa esporre al vento la luogotenenza dell’impero e orefizi vari.Quello che viene contestato ai maggiorenti è l’aver perso qualsiasi remora.Le derive autoritarie iniziano così

    p.s. “Ma non lo molleranno più. Fino a che non gli risponderà la stampa internazionale lo terrà sotto schiaffo. E quando risponderà si dovrà dimettere.”Olè

  13. Hi,
    inizia il Valzer delle Denunce verso tutte le testate gionalistiche Europee.

    FRATTINI :

    Cattiva stampa” e soprattutto “disonesta” perché i risultati del lavoro svolto dal governo italiano “sono sotto gli occhi di tutti”. Così il ministro degli Esteri Franco Frattini ha commentato il duro articolo nel quale il Financial Times ha definito Berlusconi un “esempio negativo per tutti”. “Rispetto sempre anche la cattiva stampa – ha detto Frattini – perché è l’esercizio della libertà di espressione ma la tratto come cattiva stampa”.

    “Se la stampa internazionale si interessa ai pettegolezzi e al gossip, il problema è della stampa internazionale”, sostiene ancora il titolare della Farnesina, rivendicando come invece “il governo lavori per realizzare ciò che ha promesso agli elettori e raccoglie i risultati, noi facciamo attività di governo seria”.

    GRAZIE FRATTINI :D

  14. Quella pubblicita’, mi pare del parmigiano reggiano.

    Fa vedere il Mose’ di Michelangelo: solo 20 tonnellate di marmo?

    Ecco, chiedersi come fa il pisello di Topolanek(*) a dimostrare la deriva autoritaria e’ come chiedersi perche’ da secoli la gente vada a vedere e studiare un pezzo di marmo di 20 tonnellate.

    Massimo, diciamo che basta andare un pochino, ma pochino pochino, sotto la superficie delle cose, del marmo e dei piselli di Topolanek.

    (*) con quel nome, perdippiu’. Non c’e’ limite al grottesco.

  15. ma la farnesina quel’è?ah si,quella dove ci portavano le pischelle per farsi fare le coccole,scusate.

    p.s. non ho ancora sentito Capezzone pronunciarsi sull’affaire topolanek.Eppure già risuonano nell’aria le sue parole:la sinistra ha scritta un’altra brutta pagina nella storia di questo paese..(nel mentre starà preparando una lettera al partito radicale dichiarandosi pronto a prendere in considerazione un suo rientro alla casa madre,ovviamente alle condizoni che detterà).”Non perderti per niente al mondo lo spettacolo d’arte varia” degli innamorati di Lui(al secolo sua maestà il potere)

  16. io sono veramente disgustata.non se ne puo’piu’di questo nano immondo.e della sua schifosa combriccola…

  17. Topolanek non parlava del pisello fotomontato, ma della signora che non è sua moglie e ha detto che è un complotto dei socialisti…gh…

    la moglie di Topolanek la settimana scorsa ha detto che la stampa italiana doveva chiedere scusa al marito, dopo il “fotomontaggio” non si è sentita, forse è al telefono con Veronica da ieri

    il PDl invece si è chiesto: “e se invece di un teleobbiettivo ci fosse stato un fucile?

    osservazione corretta che sarà presa a pretesto per blindare ancora di più la villozza, mentre dovrebbe essere presa a dimostrazione del fatto che Berlusconi non corre nessun pericolo oltre a quello di essere coperto di contumelie, almeno fino a che non saranno i suoi a tradirlo e a mordere la mano del padrone…

  18. da grandi venditori di grandine quali sono hanno aprofittato della situazione per fornire una stima subliminale sui risultati conseguti con l’azione di governo:
    -Moltissimi nuovi trafori di carne aperti con l’ausilio di mezzi anfibi leggeri
    -Traviata senza spargimenti di sangue una buona fetta del corpo elettorale

  19. Per Il direttore della redazione

    Il periodico El Mundo e El Pais sono scandalosamente vergognosi !!! Invece di occuparsi della grande corruzione immobiliare che distrugge irrimediabilmente il paese e in particolarele sue coste come la Costa del Sol

    e molte delle sue città .Cito un articolo significativo di una giornalista francese :«Marbella, où je suis passée il y a peu de temps, est l’exemple type de l’enfer immobilier : bétonnage à outrance, lotissements fantômes pas finis, des prix abusifs, corruption Le tout menant au désastre écologique du littoral défiguré »

    . E malgrado questo El Mundo e El pais ,si preoccupano della vita privata del nostro Presidente del Consiglio con un accanimento degno di « fascisti » o meglio di « estrema sinisra »

    .Inoltre non dimentichiamo che in Italia si rispetta ancora il vincolo del matrimonio Zapatero e la Spagna invece …In Francia si dice che prima di interessarsi degli altri bisogna « nettoyer dévant sa porte »,che quasi sempre é piu sporca che quella del vicino.

    Saluti

  20. che noia, sempre le stesse sciocchezze…

    cano Natale Carlo, questo espediente è vcchio, come la tua formazione scolastic, ormai non attacca più, siamo nell’era del Teflon e bisogna che tu te ne renda conto

    quando ti accusano di omicidio, potrai mai difenderti dicendo che il pubblico ministero è uno stronzo perché accusa te e non chi ha commesso tutti quei crimini orrendi e molto più gravi del tuo?

    nell vita non si finisce mai d’imparare, adesso corri a prendertela con Famiglia Cristiana e poi con tutti i beghini e le beghine che stanno fremendo dall’orrore alle notizie sul satireggiare del tuo idolo

1 Trackback / Pingback

  1. il ControSpazio

Rispondi