Che bel quadretto

happydays

(Visited 18 times, 1 visits today)

31 Comments

  1. “mister Obama….mister Obaaaamaaaaa….”
    IERI italiano=pizza+mafia+mandolino
    OGGI italiano=Berlusconi

    si stava meglio quando si stava peggio (così, per finire con una frase fatta…)

  2. e mentre tutti ridono del buffone o parlano di Michelle, a Washington hanno cambiato le regole contabili, permettendo di mettere a bilancio i titoli-spazzatura come se fossero buoni

    una mossa benvenuta dalle borse (o qualcuno pensava -davvero- che fosse per il g20?), ma anche una truffa della quale per ora sembra che da noi si sia accorto solo Rampini

    adesso i bilanci sembreranno più belli, ma chi si fiderà investire in aziende con i bilanci farlocchi?

  3. Berlusconi stava con i piedi sulle carte del progetto di legge del testamento biologico…

  4. Mazzetta, sempre a scrivere cazzate: del mark-to-fantasy hanno scritto tutti i giornali finanziari italiani.

    Ma impiccati, va.

  5. Secondo mi si dovrebbero impiccare i giornali che hanno bucato la notizia o forse nascosta, perchè i giornali e telegiornali generalisti hanno detto che le borse sono salite per il g20?
    Non mi pare che Mazzetta scriva cazzate, mi pare che l’invito a impiccarsi sia stonato.

  6. dear Fog,

    i giornali economici italiani hanno una tiratura imbarazzante e risultano ben poco influenti nella formazione dell’opinione pubblica, capirai quindi che il mio discorso non sia affatto una cazzata, si tratta d’informazione di nicchia per un pubblico specializzato

    tra l’altro i giornali finanziari, in quanto -della finanza- nell’accezione più pura, sono tra i maggiori responsabili della crisi, visto che è dimostrato che i segnali per annunciarla qualche anno fa c’erano tutti e che -tutti- i giornali finanziari hanno accuratamente evitato, come già è accadduto per Parmalat e per molti altri casi, ma evidentemente hanno ancora degli estimatori

    a proposito, ricordati che siamo nel 2009, oggi la coda di paglia è di moda portarla sulle ventitrè e non così alla garibaldina

  7. sinceramente delle tue perle non so che farmene, così come non mi interessa difendere Rampini (è questo il motivo del tuo incazzo?), tanto più che io l’ho diffusa ancora prima di Rampini e dello stesso NYT, per dire e senza rivendicarmi niente, il tuo astio mi rimbalza

    tra l’altro Rampini avrà fatto poca fatica, ma almeno ha saputo riconoscere e dare una notizia che ha una discreta importanza, diversamente da tanti colleghi ai quali dovrebbe essere rivolta una censura ancora più severa, non credi?

    se pensi che ad aver diritto a sapere come vanno le cose siano solo coloro i quali leggono i giornali finanziari o se pensi che sia meglio che le conoscano solo loro, mi sembrano posizioni indifendibili

    ancora di più se pensi che questa sia una notizia da riservare ai giornali finanziari in quanto di scarso interesse generale

    se invece pensi che i giornali finanziari la raccontino tutta sei un illuso, anche un po’ sfortunato, se non ti è bastato l’esempio degli ultimi anni e le varie dimostrazioni di segno contrario fornite dall’erompere della crisi

    insomma, se non si è capito a me sembri solo uno sfigato incazzoso, che magari ha dell’astio pregresso nei confronti di Repubblica, robetta già vista che da poco fastidio, bilivmi

  8. Se il noto cazzaro di Macchianera avesse la minima idea di ciò di cui parla – e le statistiche del blog in merito sono cristalline – non si sarebbe limitato a circoscrivere la notizia al fatto che Rampini è l’unico che s’è accorto e a qualificarla con la sua storica cialtroneria nel suo commento. Ma essendo un cazzaro acclarato, ritiene di non aver bisogno di leggere, non dico il NYT, ma neppure Rampini stesso, ritenendosi esperto della qualsiasi. È così e punto. E lui, poveretto, ne è contento.
    E infatti qui da lungo tempo un qualche dibattito è inutile. È un fuggifuggi.
    Il cazzaro monologa a 360 gradi, fa i suoi sgoop e apre gli occhi ormai solo a se stesso.

  9. Adesso devo scrivere un editoriale-bomba contro il Giornale che ha ignorato la grande manifestazione della CGIL, poi mi occuperò di questi che cercano di far passare per scemo un grande giornalista come me, invece di rigraziarmi perchè mi abbasso a venire su questo sito. Io che ho milioni di spettatori in televisione e fan che mi adorano ovunque

    L’idiota qui sopra non sono io, ma presto avrà mie notizie.

  10. Virginia è un profilo usato da Facci, Fog è Facci e Filippo Facci è ovviamente Facci

    Nonostante tutto questo trollarsi addosso però il mechato continua a rimediare figure di merda cercando la rissa con Mazzetta, si vede che nonostante affermi che questo spazio è frequentato da idioti, ci tiene a cercare di far bella figura e a riscattare le umiliazioni subite da Mazzetta in passato, chi disprezza compra!
    Speriamo non si stanchi troppo in fretta, leggere gli schiaffoni che prende Facci ha un che di catartico

  11. “adesso i bilanci sembreranno più belli, ma chi si fiderà investire in aziende con i bilanci farlocchi?”

    bah, sai che novità: qui in Italia da quando il falso in bilancio e’ stato depenalizzato…

  12. Vero Luke, ma in questo caso si parla di società quotate in borsa, per le quali dovrebbero valere regole ancora più stringenti di quelle abolite. Che anche qui poi si sconfini spesso nel fantasy, è altrettanto vero. Enron, Madoff e decine di altri casi dimostrano che di controlli e regole ne sono rimasti ben poche. Anche in paesi nei quali si mitizzava l’esistenza di regole certe e controllori feroci. Mai come in questo caso tutto è relativo.

    Un saluto a Virgy, che se non ci fosse bisognerebbe inventarlo :D

  13. Mazzetta parli di finanza e giornali finanziari e probabilmente non ne hai mai letto uno. Ma limitati a pontificare sulle cose che conosci va , perlomeno non farai la figura del cretino come tuo solito.

  14. cheppalle tipo, se hai qualcosa da contestare sul merito fallo, altrimenti è abbastanza stucchevole questo cambiare nick per riproporre l’insultino elementare.

  15. Enrico non sono io.
    Period.

    Comunque fa ridere la teoria della cospirazione sui giornali finanziari (tutti d’accordo of course). Continua a leggere Topolino.

    Per gli altri, che forse si possono salvare, c’è noisefromamerika…

  16. “teoria della cospirazione sui giornali finanziari”???

    mai parlato di cospirazione e i giornali finanziari li hai tirati in ballo tu, io ho parlato di responsabilità
    period

    ho descritto uno stato di fatto ben noto, per il quale nemmeno gli scandali più evidenti sono stati portati alla luce dalla stampa, in Italia come negli USA

    ci sarà un perché, ma tirare in ballo i complotti non m’appartiene, evidentemente hai qualche deficit nella comprensione di quello che leggi, o forse è l’astio che ti fotte

    rileggi & riprova

  17. “se invece pensi che i giornali finanziari la raccontino tutta sei un illuso”
    “uno stato di fatto ben noto, per il quale nemmeno gli scandali più evidenti sono stati portati alla luce dalla stampa, in Italia come negli USA”

    Rileggiti e impiccati.

    Il blogger d’inchiesta, invece, scava alla ricerca della Verità, per far trionfare la Giustizia.

    Buffone.

    I giornali difendono (Repubblica compresa) gli interessi degli editori: è ovvio quindi che il Sole possa glissare su una notizia potenzialmente lesiva di qualche industriale italiano.
    Altrettanto ovvio che tutti gli altri giornali finanziari (FT, les Echos, Handelsblatt – sempre che uno li sappia leggere) non avranno nessuna remora nel darla, la notizia.
    Per non parlare poi di Reuters e Bloomberg.

    Certo che se uno legge giornali che si occupano del giallo di Garlasco, alcune notizie non le leggerà mai.
    Ma si spera che lo strumento finanziario più complicato che gli venga in mente di comprare sia un bond dello stato italiano.

    P.S. rimane il fatto che, anche se continui a girarci intorno, Rampini ha dato una notizia vecchia e già data da tutta la stampa internazionale oltre che da tutti i gionali finanziari italiani. Gli altri giornali italiani non mi prendo la briga di sfogliarli, ma così ad occhio direi che una notizia così ci sarà stata anche altrove (non metterei però la mano sul fuoco, ché sicura c’è solo la morte – in alcuni casi auspicabile per suicidio).

  18. “Gli altri giornali italiani non mi prendo la briga di sfogliarli”

    e allora che vuoi?

    ripeto: se ce l’hai con Rampini sono casi tuoi, l’avrei citato anche se fosse stato Feltri al suo posto, non è quello il punto

    se scrivi: “è ovvio quindi che il Sole possa glissare su una notizia potenzialmente lesiva di qualche industriale italiano.”

    sottoscrivi quello che ho detto io, mentre nella stessa frase mi dai del buffone perché ho riferito il comportamento di giornali che non hai letto e che ritieni si comportino “normalmente” nel non dare certe notizie lesive di certi interessi
    il Sole poi è un quotidiano che si occupa di finanza o sbaglio?
    poche idee, ma confuse?

    è esattamente quello che ho scritto io, so what?

    questa confusione forse spiega gli insulti e l’ironia fuori luogo sui blogger giustizieri (mai tirati in ballo da me), ma non è che aiuti a capire e precisare il tuo pensiero, se mai ne hai uno diverso dal – Rampini & blogger = cacca-

    resta il fatto che all’epoca quasi tutti i giornali e i commentatori hanno attribuito la risalita delle borse all’effetto del G20 o all’uscita di qualche dato economico positivo, mentre in reltà si è festeggiato la possibilità di taroccare i conti

    tutto il contrario del mondo con più regole che tutti dicono sia necessario e auspicabile, un’idiosincrasia che merita di essere sottolineata e ribadita anche se a te sembra una sciocchezza

    è così una sciocchezza che adesso il problema è della UE, che può solo adeguarsi o rassegnarsi a che le aziende americane abbiano questo indebito “vantaggio competitiva” su quelle europee
    di questo stanno discutendo senza che all’opinione pubblica sia data la possibilità, non dico di farsi un’opinione, ma di saperlo

Rispondi