12 Comments

  1. Oh, se si vuole sparare a zero sul tedesco in bianco, fate pure.

    Ma se il ragionamento riguarda il diritto internazionale (l’araba fenice) o i concordati, il post non ha senso.

  2. La civiltà non raggiungerà la perfezione finché l’ultima pietra dell’ultima chiesa non sarà caduta sull’ultimo prete.
    (E.Zola)

  3. Ma quali sono le leggi del Vaticano applicate in Italia? A cosa si applicherebbe la reciprocità?

    Una forse la stiamo già applicando, come Ratzinger anche Berlusconi è in carica fino alla morte naturale (grazie al lodo Alfano)

  4. … molto … molto GATTOPARDESCO … PER CURIOSITÀ anadate a leggervi il concordato … sia in edizione originale sia in revisione del 1984 …

  5. Gic, per come l’ho letta io non voleva essere una dissertazione sulle fonti del diritto, ma una modesta proposta fatta in tono satirico. Magari mi sbaglio.

  6. Beh.. leggendo il posto da uomo di diritto quale sono, dovrei argomentare che essendo il Vaticano uno stato sovrano a sè stante ha tutto il diritto di non osservare la reciprocità (come fanno tanti altri stati nel mondo).
    Come Italiano la vedo di più come una mossa strategica dopo aver percepito lo scollamento progressivo di questi anni tra Italia e Chiesa in generale.
    Se lo si considera un quartiere di Roma, allora parrebbe una mianchiata bella e buona. Ma è uno stato.
    Amen.

1 Trackback / Pingback

  1. Answers Corner

Rispondi