About Makkox 119 Articoli
Classe '65. Adolescenza in pieni '80 tra Tenax e Frigidaire (in mezzo c'è tutto). Attualmente, assieme ad altri 8 ragazzi realizziamo volantini per i supermercati. Di segno da sempre e... uff. Mò m'ha preso tristezza per quella cosa dei supermercati e non riesco a finire il profilo. C'è roba mia su www.canemucca.com e su canemucca.tumblr.com

18 Comments

  1. Oddio, sto ridendo a crepapelle alla fine questa vignetta potrebbe essere applicata ad una marea di situazioni diverse.

  2. vabbè io ci provo a snobbarti ogni tanto “massi quel makkox, un sopravvalutato…” però poi vedo ste cose e che te devo dì?….bravo! non ti basta? e dai fattelo bastare che non ho spicci!

  3. sette su?? quanti sono i frequentatori di MN??
    va beh , sarà perchè mi sono diplomato alle serali e non conosco gli scacchi…… @:-/

    cheerio.

  4. Grande.

    Non sono sicuro però che l’Arrocco Villari sia ammesso nei tornei internazionali. Forse solo nella variante Vitlu degli scacchi, variante caratterizzata dal fatto che quando un pedone raggiunge il limite del campo diventa sì una regina, ma del colore opposto.

  5. ti racconto una STORIA di VERITA’ un pò SPORCONA.
    Una volta alle MEDIE è venuto il signor Parmenio, uno tutto di BAFFI che ci inzegnò a giocare a SCACCHI.
    Allora giochiamo e c’è la partita e io cià la PARTITA di scontro TOTALE contro GERRUSO, che è mio compagno alto, un pò ricco e soprattutto STRONZO. Infatti quando mi giravo mi sputazzava sempre il collo coi pallini di carta, ma questo TU lo sai già. ALLORA io smuovo il CAVALLO, che è il mio pEZZO preferito, perché il CAVALLO salta tutto, si LIBBERA ed è l’unico FELICE nei quadratini DI GALERA della scacchiera un pò BIANCA un pò NERA.
    Allora a un certo PUNTO GERRUSO fa una mossa schifa, tipo la TORRE muove, che è tutto un pezzo di OBBLIGO e di squadrature, è un pezzo polizziottto la TORRE, no?
    Allora muove e io (eNZO), smuovo il mio e dico : ARROCCO. Così dico.
    E GERRUSO dice: arrocca ‘sta MINCHIA. E ride e mi sputazza di sopra.Allora ULDERICO che ha visto tutto si ARRABBIA troppo, ma l’ARRABBIATURA quella tutta nelle vene, quella PERICOLOSA, che diventi FREDDO come il COLTELLINO. Una arrabbiatura da CARNEFICIERE. Allora ci fa Uderico a GERRUSO: cosa’hai detto a eNZO?
    E GERRUSO, con la sua BOCCA sporcona di VERGOGNIE, dice: arrocca sta MINCHIA, ah ahah.
    Allora ULDERICO ci mette la mano sotto la MINCHIA e ci strizzulia tutte le palle, che gli occhi ci escono un PO’ di FUORI e la faccia di GERRUSO diventa di colpo ESPRESSIVA però.
    Poi Ulderico lo SOLLEVA e lo mette in spalla sempre STRITURANDICI le sue palle di GERRUSO.
    Poi si fa aprire la porta di CLASSE da amedeo e butta fuori a GERRUSO e ci dice: ecco, ho arroccato la tua MINCHIA come volevi tu.
    Questo mi ricordo dell’ARROCCO, io.
    E che il CAVALLO è gentile e svola sui QUADRATI della vita, e PASSA sempre dal BIANCO al nero, e dal NERO al BIANCO perché il CAVALLO sa che sotto il suo ZOCCOLO è sempre la stessa terra,, la STESSA scacchiera, la stessa tristezza, ma se ne fotet e SZOCCOLA lo stesso, a forma di ELLE. COme LIBBERTA’.
    ciao

  6. bellissima eNZO, diciamo che si viene qui a leggere le vigne mica per makke, ma per i commenti tuoi. non esagerare però con la bravura perchè a makke poi ci stai sulle palle che scrivi meglio di lui.
    eheheheheh
    PS e per fortuna che non sai disegnare (o forse sì?)

3 Trackbacks / Pingbacks

  1. Answers Corner
  2. umanesimo
  3. Wittgenstein

Rispondi