Lasciate che i bambini vengano Porta a Porta

Io la ricordo questa frase di Francesco Cossiga al Senato:

“Voglio ringraziare da questi banchi gli organizzatori e i partecipanti delle oceaniche manifestazioni di questi giorni: dai baroni universitari alle irresponsabili mamme dei bambini innocenti portati in piazza ad urlare slogan di cui essi non comprendevano nulla”.

E’ la foto che mi era sfuggita.

(Visited 20 times, 1 visits today)

25 Comments

  1. quando si toccano le “caste” in Italia succede il finimondo: vedi tassisti nel precedente governi, vedi “baroni della scuola” in questo…

  2. Luca, io lavoro all’Università. Molta gente lì “fuori” pensa che la Gelmini abbia dato una mazzata mortale a quello che citi; non è così. I baroni continueranno ad essere baroni ed assumere parenti, amanti e raccomandati politici. Il nostro mondo sarebbe in prima fila con la Gelmini se veramente si volesse metter mano alla cosa e moralizzare quello che di amorale c’è in molti atenei. Ovviamente l’Università non è fatta solo di baroni, e ha ancora molto da dare alla società.

  3. Naturalmente tra i ragazzi neanche uno vagamente mulatto. Prendete la foto, scalate i colori al bianco e nero, togliete lo schermone alle spalle e voilà, sembra un fotogramma di un documentario di Leni Riefenstahl.

  4. E la Gelmini sembra Goebbels, è l’Italia sembra paro paro la Germania nazista.
    Infatti le SS ti hanno già individuato e stanno per irrompere a casa tua. Questo blog verrà chiuso dalla Gestapo tra pochi minuti.
    E dimmi timoniere quanto tempo dedichi al pensare prima di parlare?

  5. Non badate a quel che dice, mica decide lei.
    Va già bene se a lei lasciano decidere come vestirsi… o qualcuno crede davvero che questa sfigata possa aver scritto o anche solo partecipato alla scrittura dei decreti che ha firmato?

  6. Teribbile, neanche uno mulatto ! (come Obama ? ) pero’ Obama non ha studiato in istituti elitari. Non l’ho capita…
    Io per fortuna sono emigrato e le scuole con i rom.bengalini, zingari e compagnia bella – ve le tenete voi – intanto Veltroni (immagino sia il vostro idolo, con casa INPDAI a 4 soldi a Roma) la figlia la manda a studiare a Nueva Yorke –
    Statevi bene pollastri e continuate a farvi spennare..

  7. lanzo, avere idoli da adorare è prerogativa di quelli di destra che avranno anche fatto le scuole all’estero, ma non hanno sicuramente imparato a sviluppare il senso critico.
    Pratciamente degli imbecilli con un linguaggio da adolescenti brufolosi con il poster del proprio idolo sul letto della cameretta e uno sproloquio di termini assolutistici come “odio” “idoli” “invidia” e via dicendo in saccoccia.

  8. Sulle generali recenti esternazioni del suddetto politico , presumo molti possano dedurre cosa si possa pensare.
    In questo caso , la parte sui bambini non la trovo così infondata. E’ un aspetto che hanno sottolineato, in tempi non lontani, anche altri esponenti del mondo politico . Alcuni hanno , prob. ridicolmente, esagerato , etichettando la cosa quasi come una barbarie , con i bimbi, vittime strumentali , che subivano chissà quali sofferenze emotive (mentre mediamente si divertono , o si rompono molto meno che in altre occasioni che riterrei per loro a dir poco “opzionali”, ma alle quali son sovente costretti ).
    Personalmente ( but maybe it’s just me che sono tonto) anche a 17 anni le cose pur capendole superficialmente di sicuro non le intendevo ad un livello soddisfacente in tutta la loro complessità, e magari a posteriori ad es. a qualche manifestazione in meno avrei ben partecipato . A maggior ragione non son così disaccordo sull’ evenienza di lasciare fuori i fanciulli da certi contesti .
    Poi vabbè per me di fondo è la medesima mancanza di libertà quando ti battezzano etc. o peggio ti circoncidono , e tutte quelle cose molto opinabili che subiscono gli infanti.
    Ma come sappiamo , dipende da dove e con chi nasci : questione di “fortuna”.
    Ad ogni modo , seppure ormai tale personalità non la si prenda sul serio manco quando ordina un caffè, direi che , “dai GN , pevfavove” , le castrone di FC son ben altre .

    http://tinyurl.com/6s9wp7

  9. Viscontessa, dire che l’adorazione degli idoli e’ una prerogativa di quelli di destra mi sembra a dir poco una forzatura. I vecchi fascisti avevano nel cuore solo Mussolini e quelli nuovi pure. Al limite avranno in casa i dvd con Il signore degli anelli. Se invece metti in fila i vecchi comunisti con i loro nipotini ciascuno con una figurina in mano ci scappa un album che a pubblicarne un volume al giorno non basterebbe un anno.
    Anzi, sarebbe bello che qualcuno si prendesse la briga di pubblicare un post/album in cui uno per uno, tutti i sinistrorsi mettessero la loro figurina.
    Io do il mio contributo esterno: Gesu’.

  10. Oddio “tantecose” , non so se sia il caso di aprire certi vasi . Ad ogni modo , non hai tutti i torti, sappiamo che il produttore di t-shirts e flags di CGuevara diventò più ricco di BillG. e il signor ikea messi insieme .

  11. Faccio ammenda , verosimilmente non avevo letto con attenzione tutto il post , e la relativa gag insita .
    Non posso che condordare : molto peggio a “porta_a_porta .

  12. tantecose, lascia perdere i ragazzini con le magliette del Che e quelli con le magliette di Mussolini.
    Siamo seri, i comunisti di oggi che manco si chiamano più comunisti sono desolatamente a corto non solo di idoli ma persino di leader. A destra invece l’adorazione per il Cavaliere è a dir poco palpabile. E non è un bel toccare.
    E comunque basta leggere questo blog, qualche post e qualche commento per rendersi conto che Veltroni (come suggeriva lanzo) non solo non è l’idolo di nessuno ma credo che non venga proprio neanche nominato.
    Anzi, su questo blog di “sinistrosi” mi pare che ci sia proprio una preoccupante carenza di figure di riferimento. Tutt’al più si può fare un album con le figurine di Makkox.

  13. Ma dai, di che strumentalizzazione parlate!
    E’ evidente: sono tutti sosia del cavaliere, regolarmente iscritti al PDL.
    Mica sono stati portati nello studio di Porta a porta a fare una foto “di cui non capiscono nulla”, con un ministro, da “irresponsabili mamme”…

  14. Viscontessa dice che l’adorazione degli idoli è prerogativa della destra, a parte ovviamente Fidel Castro, Che Guevara, Ho Chi Minh, Pol Pot, Stalin, Lenin, Togliatti, ecc. Nel caso della sinistra però, trattandosi di una religione con rituali molto formali e fore senso di identificazione nel simbolo esoterico si dovrebbe più propriamente parlare di icone. Ultimamente persino personaggi viventi, penso da ultimo alla Guzzanti, Moretti, Grillo, ecc., sono diventati icone. La sinistra italiana è riuscita persino a far diventare un idolo/icona lo stesso Obama, quanto di più lontano ci sia da quella ideologia. Ma, si sa, le chiese hanno bisogno di simboli e di rituali.

  15. Marcella, non puoi essere per il Pdl e non adorare Berlusconi (anche perchè il Pdl è Berlusconi) mentre puoi tifare Pd con l’amaro in bocca, puoi essere di sinistra e non condividere Grillo, puoi votare comunista e non apprezzare la Guzzanti e puoi trovare irresistibile Moretti solo quando sodomizza la Ferrari (vabbè, si fa per dire).
    Berlusconi è un idolo, Veltroni ahimè non è che un dovere.

  16. voi ci scherzate ma il manifesto tempo fa pubblicò davvero un album di figurine con tutti i miti della sinistra libertaria e no.
    da dubcek a cristiano lucarelli, da berlinguer a mennea, da lenin a rosa luxemburg

1 Trackback / Pingback

  1. Lasciate che i bambini vengano a Porta a Porta « Beata Ignoranza: blog di resistenza delle scuole pratesi

Rispondi