calcolate la vostra ipocrisia

In questo disegnino di Patrick Moberg (via Phonk, ovviamente) vedete ritratti sommariamente i 44 presidenti degli Stati Uniti. Riuscite a riconoscere Obama?

a) Per forza, è in fondo alla fila

b) Ma certo, ha i capelli neri e il sorriso di noi ggiovani

c) Dai, non stiamo a prenderci per il culo.

(Se non si è capito, il prossimo balzo per l’umanità o anche solo per Facci è c, ovvero: smettere di prenderci per il culo).

(Visited 33 times, 1 visits today)
About Leonardo 39 Articoli
Blogga dal 2001, con alterne fortune.

42 Comments

  1. Si , ho apprezzato quel post di FF nella sua geniale sintesi .
    Inoltre , in effetti, certi giornali lo hanno “notato” pure troppo .
    Però nel post successivo, quello qua sotto, (e in alcuni commenti) ho visto il rischio concreto di un certa ipocrisia.
    es. “non notarlo neppure”
    c) Dai, non stiamo a prenderci per il culo.
    (mi ricorda questo : http://tinyurl.com/5rqomr
    nel pezzo tra il minuto 01:00 e il 02:15 , specie tra 2:00 e 2:15 )

  2. Io in questo caso non starei a dare troppo addosso a Facci. L’ha detta col suo solito tono spocchioso (ma chi sono io per rimproverarlo?), ma in fondo e’ giusto. Il primo presidente di colore e’ una bella cosa (soprattutto perche’ non e’ stato eletto proprio perche’ era di colore), ma sara’ sicuramente bello arrivare al punto in cui ce ne saranno stati talmente tanti che non ci si fara’ piu’ caso.
    Non e’ che non si fara’ piu’ caso al fatto che e’ di colore, pero’ questa sua estrazione non suonera’ innovativa quando associata alla carica che ricoprira’.
    Prendere quello che ha detto Facci come un rimprovero per le reazioni odierne vuol dire dargli dell’ipocrita e del polemico (oddio Leona’, vuoi vedere che…), prenderlo invece come un augurio per cose belle che arriveranno nel futuro invece e’ giusto.

  3. Mia opinione: non importa quel che è scritto. Se l’ha scritto Facci bisogna dargli contro. E’ un assioma.

  4. ..bè, il solo fatto che non passa giorno che stiamoancora a fare post sul colore della sua pelle, scherzosi o no…dimostra che non si ha voglia di vedere altro ;-)

    …e poi si massacra il povero piccolo Silvio per una battutina….solo una….per ora ;-)

  5. Che palle. Capita che per riferirsi a qualcuno si usi un tratto distintivo: Obama è il presidente nero (e spicciarsi a fare un balzo in avanti per archiviare la meraviglia non equivale a minimizzare la portata di questa vittoria?), George W. è quello con la faccia da idiota etc. Noi abbiamo testa di moro. Non so se sia più penoso lui o Franceschini. Se il secondo, poveraccio, si aggrappa a ciò che può per rivendicare il ruolo di opposizione – e l’opposizione, lo sappiamo, si misura sulle stronzate – delle uscite del primo anche chi non l’ha mai identificato col male assoluto, ora ne ha le tasche piene del caratterista un po’ sfigato di una commedia all’italiana.

  6. Lo zimbello? A me risulta che abbia molto seguito e che le sue opinioni siano talmente “personali” e identificabili che potrebbe essere l’unico giornalista italiano del decennio a passare alla storia. Ha un opinione su tutto. Non si fossilizza su preconcetti e pregiudizi. Si permette di scrivere cose INCREDIBILI sulla prima pagina di un quotidiano notoriamente schierato, parla degli scheletri nascosti di Leoluca Orlando alle 10 del mattino mentre gli altri canali trasmettono la diecimilionesima puntata di Sentieri, parla di ambiente, di Cina, di libri, di donne.
    GLi sfigati siamo noi che ci accontentiamo delle briciole. Credendoci pure fortunati.

  7. Oceano, ti droghi male
    Lo vuoi capire che mi pagano per prendervi per il culo?
    Alla matina guarda i Teletubbies, che è meglio

    A Striscia la notizia hanno appena definito un ex del Grande Fratello: “mechato come Facci”, visto che sono sempre più famoso?

    E c’è anche gente che pensa che io sia un giornalista, robe da matti, la devo raccontare al dottore

  8. Per la prima volta in cui sono d’accordo con Facci lo cazziate? Anni fa, in effetti in Italia non tanti, si sarebbe potuta fare una vignetta raffiguirante un posto di lavoro impiegatizio con una sola donna e con tanti uomini e affermare lo stesso concetto.

  9. Beh, quando ce ne saranno due o tre, sarà facile non notarlo, e far finta di non notarlo ora, è pura ipocrisia. Grazie per il credito, Leonardo.

  10. Senti Filippo, i Teletubbies non li guardo perchè sono froci e mi danno fastidio fisico. Racconta al Dottore quello che vuoi ma comunque io non credo di aver meritato il tono sarcastico che hai usato già dalla prima frase. Se credo che sei un giornalista, embè, sai com’è, leggo i tuoi articoli su svariati quotidiani e, al paese mio, quelli che scrivono sui giornali si chiamano “giornalisti”.

  11. Oceano sei un omofobo di merda
    Sei l’incarnazione perfetta di quelli che voglio prendere per il culo.

    Se non l’hai capito io sono una star multimediale, che è qualcosa di più di essere un giornalista di merda che passa la sua vita a riempire caselle. Io uso i giornali per promuovermi e per insegnare ai mediocri come si sta al mondo. Se vuoi imparare qualcosa comincia con il saper riconoscere la superiorità quando la incontri.

    Lo posso dire perchè il mio genio è riconosciuto da milioni di persone attraverso le televisioni, dovresti ringraziarmi per quello che ti insegno e invece occupi spazio con interventi stupidi. Se hai la fortuna di vedere all’opera un trend-setter come me e la butti nel cesso, cosa speri di concludere nella vita?

  12. “Se hai la fortuna di vedere all’opera un trend-setter come me e la butti nel cesso, cosa speri di concludere nella vita?”

    -Di vedere all’opera un cocker.

  13. Imparo non solo da te come si sta al mondo ma anche da un sacco di altre cose. La mia infelice uscita sui Teletubbies potevo risparmiarmela, è vero. Certo è che imparare come si sta al mondo è impresa ardua per tutti. Lo dovrebbe essere anche per te. Perchè sei un mortale e, come tale, avrai anche tu dei dubbi e delle incertezze. Prendimi pure per il culo, non preoccuparti, non mi offendo e non mi demoralizzo. So di essere un mediocre. Un mediocre che cerca ogni giorno di migliorare. Uno che sa di non sapere. Che invidia quelli come te che sanno tante cose e ne sono consapevoli. Star multimediale? Appelati come preferisci. Io, guardandomi allo specchio mi chiamo “genitore perfetto”. Siamo fatti così noi umani: ci piacciono i titoli.

  14. Poi scusa, dove, come e quando, secondo te, io avrei mostrato di non riconoscere la superiorità tua come giornalista o di qualcun altro? Sono un operaio. Per come la vedo io, il 99% delle persone che incontro bambini compresi può insegnarmi qualcosa ed è superiore a me che a stento ho finito le superiori. Nel mio piccolo cerco di sopperire alle mie lacune. Ebbene si, anche occupando spazi per commenti stupidi, a quanto pare.

  15. Non sono pratico di dinamiche di blog. Non so come gira da queste parti ma, senza toni di voce, è molto difficile riconoscere una presa in giro da un attacco vero e proprio. Resto della mio opinione: credo che la gente attacchi Facci senza nemmeno leggere quello che scrive. Essergli simpatico o meno non cambia la mia opinione nei suoi confronti. Ai miei figli faccio leggere i suoi articoli traendo spunti che non trarrei altrove. Mi auguro che i miei figli sappiano difendersi meglio di me, che siano colti abbastanza per districarsi nella giungla del mondo. Se ho frainteso qualcosa mi scuso.

  16. Oceano basta, non ti flagellare più, sinceramente non lo sopporterei.
    E poi- Facci- pure tu che ti vai a tirare i bulbi con quelli dell’ex del Grande fratello. Tirati piuttosto con quelli riccioluti di Mentana che magari ti danno un defunto neo di Vespa in omaggio.

  17. @Kluz: è un meme scappato da 4chan :p

    a memoria direi che fosse una frase di Killer Instinct, un dimenticabilissimo videogame..ogni tanto succede..vedi “all of your base are belong to us” etc.. nulla su cui perdere il sonno ;)

    un’ottima fonte per queste cose è urbandictionary.com, dove si trovano anche le definizioni di “rules 1 and 2”, la più inossidabile regola 34, e amenità tipo felching. il bello dei dizionari social, lol.

  18. Non mi flagello più. Però, prima di ritirarmi in bassa marea, volevo dire una cosa riguardo alla vignetta.
    Per semplificazione ci identifichiamo tutti con il carattere più evidente del nostro fisico o del nostro carattere “quella con il nasone” “quella cicciona” “quello basso” ecc.ecc. Questa vignetta mette in evidenza il tratto distinitivo di Obama rispetto agli altri presidenti disegnati, a differenza di Obama, in bianco e nero. Sarebbe stato lo stesso se fossero stati tutti bruni e l’ultimo biondo platino. La cosa che non mi piace è che noi dovremmo essere “educati” meglio dalla stampa e dai nostri rappresentanti. Loro dovrebbero quasi farci vergognare di riconoscere in Obama solo l’unico nero tra i bianchi. Dovrebbero insegnarci che Obama è il presidente americano che ha intenzione di promulgare questa e quest’altra legge ed è per questo che la gente l’ha votato. Invece i giornali italiani sono lo specchio del popolo. E’ proprio questa la rovina. Sono come noi. Non sono meglio.
    Poi mi permetto di sottolineare che la vignetta poteva avere come soggetti, che ne so, gli scienziati del secolo scorso, averne solo uno con i capelli arruffati e dire: “riconosci Einstein tra questi?” Stesso trucco. Stesse polemiche. Stessa demagogia.

  19. Sono Filippo Facci, quello vero. Lunedì faccio individuare l’imbeciille che qui sopra si spaccia per me, dalla polizia giudiziaria, e piangerà come tutti gli altri (‘ma io non lo sapevo, era uno scherzo’)

  20. Filippo sempre rilassato noto.
    Vabbè.
    Volevo commentare la vignetta.
    Bella, mi piace.
    Devo dire che se salutassi in una cena ufficiale Berlusconi per la sua bassezza non gli darei del nanetto, sai, l amamma mi ha insegnato tante belle cose.
    Ma la vignetta mi piace, amo la dissacrazione e non mi piacciono gli ipocriti.

  21. Questa vignetta è pretestuosa, perchè anche tutti gli altri presidenti avevano tonalità di colore diverse e quindi è fatto apposta per farlo risaltare, se ci fosse stato Fini dopo le ferie o berlusconi che torna dalle bermuda sarebbero stati più scuri.

  22. Il vero problema sai qual è Kika?
    Facci non si merita un troll di classe, rutti e pernacchie sono già troppo per uno scarso come lui/me

  23. Io non so chi sia, il finto Filippo Facci: comunque siccome avevo la possibilità di editare i commenti, gli ho cambiato nome. Adesso è chiaro qual è quello vero e qual è quello finto. Così magari si riesce a tenere lontana la polizia da questo blog mentre il proprietario è in vacanza.
    Facci può starvi sul cazzo per migliaia di ragioni, ma usare il suo nome e cognome per postare commenti è scorretto.

1 Trackback / Pingback

  1. L’ipocrisia degli antiantirazzisti « malingut

Rispondi