Eri uno di quelli anche tu?

Eravamo quelli che una classifica non l’avevano.
Eravamo quelli che amavano le parole e non i numeri.
Eravamo quelli che non cercavano di scoprire sempre il marcio, nemmeno in Danimarca.
Eravamo quelli che provavano a far qualcosa di diverso.
Eravamo quelli che scoprivano mondi nuovi.
Eravamo quelli che il blog può esser un’occasione per.
Eravamo quelli che scrivevano per ascoltarsi e per imparare ad ascoltare.
Eravamo quelli, sì, proprio quelli.
Chissà dove siamo finiti.

(Visited 7 times, 1 visits today)

15 Comments

  1. Ma perché, qualcuno le guarda le classifiche? Allora si merita di leggere spazzatura, sic et simpliciter.
    Mi rendo conto di apparire draconiano, ma la questione classifiche non m’ha mai neppure sfiorato

  2. Il mio primo blog lo aprii nel 2004. Mi pareva che tutto stava come sta ora, solo in scala minore e senza adsl.
    C’erano i blogger fichi che si trovavano nei blogroll di tutti, citati nei post per dare enfasi ai concetti. C’erano quelli normali. C’era il counter anche 4 anni fa in fondo alla colonna, come i post fatti per ringraziare le migliaia di visite.
    Ci sono tanti blog (veterani) che col tempo son peggiorati preferendo la quantità di informazioni spedite ai propri lettori alla qualità e possiamo ringraziare twitter, feedfriend, plurk, bomb, suk, minchia e compagnia bella.

  3. Scusa la sincerità, ninna.
    Ma TU eri che?

    Ti metti nel “noi”? E su che basi?
    Chiedo.
    Perché NON ricordo il tuo nome fra “quelli che”. E non lo dico per insultarti, ma proprio perché sarà la mia memoria sdrucciola, ma c’erano ben altri nomi femminili.

  4. Ho un blog di quattro anni.
    Leggo e rileggo alcuni blog e altro ancora da più di quattro.
    Esserci non vuol dire mica essere per forza un nome.
    Noto solo la differenza. Tutto qui.

  5. fatemi capire…quindi chi c’era 4 anni fa è superiore a chi ha un blog da poco. chiedo per capire certe cose, non per far polemica. Voglio chiarirlo.C’ero anche io

  6. cate: non ho mai detto questo. Dico che PER ME l’atmosfera che c’era quattro anni fa è diversa da quella di ora.
    E i blogger che conosco io ci sono da più di me.
    Non necessariamente parlo di chi è nuovo.
    Più necessariamente parlo invece delle mode del momento.
    La moda la può seguire o meno chiunque, indipendentemente dall’anzianità del blog.
    E’ colpa delle nuove tendenze se l’atmosfera è cambiata.
    Poi ognuno è libero di seguire la tendenza che vuole.
    Io preferisco tornare all’atmosfera che sentivo quando ho aperto il mio blog.

  7. 4 anni è troppo limitato come orizzonte temporale. Credo che 4 anni fa la blogopalla era pressappoco come adesso. Se dicevi 5 o 6 anni fa, forse….però anche con le chat o i forum e poi con le città virtuali gli utenti iniziali rimpiangevano i “bei vecchi tempi andati”….il fatto è invece abbastanza banale a mio parere: all’inizio i blogger eravamo in pochi e quindi ci si conosceva di più e si faceva più “gruppo”, poi lo strumento si è fatto più affollato e dispersivo….tutto qui.

  8. A questo punto, penso che l’autrice intendesse dire:

    Ero quella che una classifica non l’aveva.
    Ero quella che amava le parole e non i numeri.
    Ero quella quelli che non cercava di scoprire sempre il marcio, nemmeno in Danimarca.
    Ero quella che provava a far qualcosa di diverso.
    Ero quella che scopriva mondi nuovi.
    Ero quella che il blog può esser un’occasione per.
    Ero quella che scriveva per ascoltarsi e per imparare ad ascoltare.
    Ero quella, sì, proprio quella.
    Chissà dove sono finita.

  9. Gattonero, spiega pure la differenza tra le vere blogstar e le sciacquette – se ne siamo degni, s’intende.

  10. Le sciacquette stanno sotto.
    Le blogstar stanno sopra perché più facile arrivare alla porta senza ostacoli quando han finito.

  11. effe: no, visto che si tratta di una sensazione che non provo da sola. La differenza la notano in tanti. Ovviamente poi la si interpreta in maniera personale. Ognuno sente la differenza a modo suo.

  12. Brizzina, perdona il ritardo.
    Io sono una sciacquetta, ovviamente. Mai stato una blogstar.
    Sempre che ne esistano, di blogstar.

    Ma vogliamo dirlo che fino a qualche tempo i blogger più famosi parlavano di qualcosa? FACEVANO qualcosa? Portavano avanti contenuti e campagne? Avevano delle istanze da presentare? Dicevano, facevano e provavano a cambiare qualcosa?

    E vogliamo dirlo che ora non è così?

    E vogliamo dirlo che Ninna_r mi pare proprio l’ultima persona che possa parlare di tale cambiamento, lamentandosene?

1 Trackback / Pingback

  1. In Limine » Blog Archive » PARLIAMONE ANCHE QUI DI BLOGSFERA

Rispondi