19 Comments

  1. Ma che sfiducia???????????????

    Questa è la vera verità!!!!

    Ce le vogliamo togliere le fette di salame dagli occhi!!

  2. ma dai rododentro, fa anche le foto coi negretti, é un liberale!! oddio quante cose mi piacerebbe raccontarti cittadino, io che nel terzo mondo ci vivo e non ci vado solo in ferie con la morosa… ma credo che sarebbe un colloquio tra sordi…per cui saluti.

    la copertina dell’economist é un must! ;-)

  3. @cittadino:

    Magari potessimo avere un ruolo, positivo o negativo, in questa che il miglior Lucarelli chiamerebbe “una gran brutta storia”.

    Il punto è che in Europa la sfiducia è grande perchè da anni il malcontento dei cittadini verso una lunga teoria di politiche comunitarie dirigiste e bizantine non trova sfogo in un cambiamento a Bruxelles: i ricambi al governo pressochè scontati negli stati membri ogni volta che sono chiamati al voto te la dicono lunga.

    Dopo aver eroso così tanto la fiducia nelle istituzioni comunitarie da far rivoltare nella tomba il povero Jean Monnet (sic) è pacifico che adesso, che di fiducia sarebbe davvero determinante averne, ce ne sia pochina.

    Magari dipendesse tutto dalle matite e dalle nuvole-con-le-parole-dentro: avremo visto un bel mondo ;)

  4. (chi cazz’è ABR? Un cugggino di Feccia?)

    “La strage di Castel Volturno? Una dura risposta dei Poteri Costituiti (i Casalesi) alla malavita (nigeriana). Ma quale razzismo…” Lo dice Abr, non gran parte della quotidianistica italiana, purtroppo. La comoda carta dell’antirazzismo militante è stata giocata dagli sciacalli di una sinistra sempre più a corto di idee, capace di strumentalizzare un tragico regolamento di conti per guadagnare visibilità. E’ anche per questo che non possiamo dirci antirazzisti, come – benché antitotalitaristi da sempre – non possiamo dirci antifascisti: troppe scempiaggini sono state compiute in nome di qualche anti-. Che pensino a lavorare, a proporre qualcosa di positivo, anziché dichiararsi sempre e comunque contro qualcosa o qualcuno.
    Pubblicato da il cittadino a 0.45 0 commenti

  5. A me pare che le fette di salame sugli occhi le abbia chi fa certe vignette, che del resto fanno ridere sempre e solo i soliti 4 sempliciotti che qui vanno per la maggiore

  6. I poveri peccatori ringraziano San Biani cuore di panna per il suo sermone quotidiano.
    Quando comincerai a dire messa?

  7. possibile che non capiscono neppure chi ha disegnato la vignetta?
    eppure non è difficile…

1 Trackback / Pingback

  1. Answers Corner

Rispondi