Solo la parola di dio

Crollano le Borse e le banche, solo la parola di Dio – ha detto il Papa – e’ una realtà solida. Ma non ci paghi il mutuo e non ci mangi. Cioè, voi sì, e alla grande, che ci avete costruito un business e una macchina da soldi che dura da duemila anni e in confronto al quale Windows, Adwords e l’Ipod fanno ridere – senza contare che tiene meglio di quei business anche durante le recessioni. Ma gli altri no, la gente onesta con la parola di dio non mangia.

(Visited 9 times, 1 visits today)

33 Comments

  1. leggo ora il pezzullo faccioso su usura e potere e non poaaso fare a meno di notare che l’autore descrive una realtà che non esiste, dato che se c’è un paese nel quale i cittadini sono proprietari della casa nella quale abitano è proprio l’Italia, mentre negli States è esattamente il contrario
    evidentemente a Facci il mutuo non l’hanno dato e ora coltiva un po’ di rancore, oppure ha fatto un bel variabil index-linked suggerito da qualche amicone berlusconiano…chissà…

    resta il fatto che la frase “dove la crisi dei subprime resterà in ogni caso una goccia nel mare dell’economia più dinamica e avanzata ” suona come l’adoratio non petita di uno che è a disagio con i numeri e non ci ha capito molto, visto che in quella goccia ci sta affogando il mondo

    p.s. per il fan qui sopra
    sono un analista da zero soldi, per la precisione
    quelli da 4 e più soldi li trovi su tv e giornali ;)

  2. Marcinkus se si ribalta nella tomba e perchè non vede l’ora che giunga la notte per uscire a predare giovani vergini.
    Ognuno si tenga la sua religiosità,al clero ci pensa il GAS.

  3. Giusto per non sbagliare: ieri sera Porta a Porta, nel giorno del tracollo delle borse, sapete di cosa trattava? di Padre Pio!

  4. Per l’ennesima volta si permette di interferire nella vita degli italiani.
    In questo momento economico, anche con un pizzico di cattivo gusto.
    Ha perso un’ottima occasione per stare zitto.

  5. Ma magari analista. Direi da zero soldi e basta.
    Fra le decine di boiate giornaliere che costui scrive essendo pure convinto, mi piace pescarne ogni tanto qualcuna, che penso possa far concorrenza a Makkox&Co. Anche ieri ce n’era qualcuna, tipo:
    “noi stiamo nuotando e loro sono in piedi, surfando sulle nostre schiene e noi continuiamo a nuotare mentre loro ci raccontano con voce di sirena storie di ricchezze che non saranno mai nostre … “
    “è tipico della chiesa romana sciacallare le disgrazie fingendo di offrire parole di conforto”
    Se ieri eravamo alla letteratura, oggi spaziamo nella logica più alta:
    “Dato che se c’è un paese nel quale i cittadini sono proprietari della casa nella quale abitano è proprio l’Italia, mentre negli States è esattamente il contrario” e “visto che in quella goccia ci sta affogando il mondo”
    FF sarà a disagio coi numeri, questo é a disagio e basta. Un comico.

  6. @kuviko (#28)
    Non è per polemizzare ma siccome l’argomento mi interessa direttamente…
    Come fai a essere laico e ateo contemporaneamente? :)

  7. oh Virginia, puoi sicuramente fare di meglio anche travestita da groupie

    chi era costui?

    certo che se il tuo eroe rifugge la tenzone e i commenti, è lecito pensare che abbia qualche difficoltà nel difendere le sciocchezze che scrive

    prenditela con lui che si espone in questa maniera al ridicolo, ma se mi vieni sotto dovresti sforzarti e spiegare PERCHE’ sarebbero boiate quelle che scrivo

    ad esempio potresti adoperarti a dimostrare che è vero, come dice Facci, che il sistema americano è figo perché ha permesso a tutti di comprarsi una casa e come questa affermazione possa conciliarsi con il FATTO per i quale la proprietà immobiliare sia molto più diffusa in Italia

    fai con comodo, hai tutto il tempo che vuoi, basta che non salti fuori ancora una volta con sbocchi inconsistenti come quelli sopra

    capito Facci?
    ;)

  8. Non scherziamo mescolando la cacca e il cioccolato
    Facci è un esibizionista di nessuna utilità, al confronto Mazzetta ci fa la figura del Nobel

  9. ma….lol…

    scopro ora che il nostro ha scritto nientemeno che “Poveri ma ricchi”, che dovrebbe essere un salace libretto nel quale Facci si ingegna a spiegarci che non era vero che si fosse sull’orlo di una crisi e che la società italiana corresse spedita verso l’impoverimento

    tutte bufale dice lui, invece va tutto bene

    un vero profeta…

  10. Ma fatela finita, comunisti! Il Santo Padre ha ragione, il denaro non conta nulla. Ciò che conta è la parola di Dio. Infatti ha chiesto di abolire l’otto per mille per vivere della parola di Dio e di elemosine. E questa è coerenza!

  11. Infatti, è un libro profetico. Persino dai sindacati mi hanno fatto complimenti.
    Lo spedisco in elettronico a chiunque me lo chieda.

  12. Mazzetta, penso e spero che tu non sia neppure maggiorenne. In tal caso, forse ti risponderei anche nel merito della questione dei mutui per comprar casa in USA vs Italia, la cazzata che gli americani non comprano case e gli italiani sì, eccetera. Magari con l’ausilio di un abbecedario.
    Però mi ero persa la tua spiegazione definitiva:
    “La colpa della crisi da noi ha nomi conosciutissimi: Berlusconi, Tremonti, Moratti, Tronchetti, la cricca attorno al Corriere e i furbetti del quartierino, gli estorsori che controllano i servizi essenziali, le banche spacciatrici e complici delle Lehman e delle Parmalat”.
    Torna a giocare coi pupazzetti e continua pure a berciare e delirare aggratis solo per pietire uno straccio di attenzione.
    Per me con te d’ora in poi è tempo perso.

  13. Ho capito solo che non hai molto da dire Virginia, come sempre
    Prova pure ad articolare una risposta nel merito, per una volta
    Sono davvero curioso di assitere al sequel di queste sparate a salve

    Oppure è che segui la ben nota tecnica facciona di lanciare discredito senza neppure curarti, non ico di argomentarlo, ma che sia almeno plausibile?

    Io, al contrario, non credo che sia una perdita di tempo mettere a nudo i puerili espedienti con i quali personaggini come Virginia&Facci cercano d spargere merda ad inquinare il dibattito pubblico

    Non è difficile, se vuoi dimostrare che you&Facci avete ragione sul punto, basta che tu mi porga il confronto tra i dati dei proprietari di case americani e quelli italiani e che questi dimostrino che in proporzione i proprietari americani di case sono di più

    Io ho un sacco di dati sulla questione, ma purtroppo ho trovato solo statistiche che confermano che You&Facci mentite spudoratamente anche su questo dato fattuale

    Se hai qualcosa di più di un paio di bambinate a sostegno della tesi, è il momento di tirarla fuori, altrimenti sarà chiaro a chiunque che oltre a mentire siete disposti a qualsiasi figura di merda per difendere ‘ste stronzate

  14. salve a tutti.
    solo una precisazione riguardo beni immobili,italia-america ecc.
    mi ricorderò sempre l’ammirazione di un mio caro amico americano( non un bill gates,ma un giovane che studia e fa 3lavoretti per vivere), quando si trovava nella mia casa tra pareti di MATTONI!
    direte “e di che allora?”.
    di legno.
    come le loro, perchè il mattone costa troppo per farci anche le pareti interne.

    forse è indicativo di qualcosa?

  15. e oplà!

    Vaticano mette al sicuro i suoi investimenti

    Due giorni fa il papa, mentre peggiora la crisi finanziaria, aveva tuonato contro chi “costruisce solo sulle cose sono visibili, come il successo, la carriera, i soldi”. Noi, malignamente (si sa, non siamo colti dalla grazia divina), avevamo commentato: “evidentemente i depositi vaticani non sono stati ancora intaccati dalla crisi”.

    Di recente è emerso proprio che il Vaticano aveva già fatto i suoi conti, prima dell’esplodere della crisi finanziaria, mettendo al riparo i suoi investimenti. Lo ha rivelato un articolo della fine di settembre di Robert Mickens, corrispondente romano per la rivista cattolica britannica Tablet, intitolato Church with a Midas touch. Nel 2007, su consiglio di esperti e abili consulenti finanziari, il Vaticano aveva spostato i suoi investimenti dal mercato borsistico a beni meno soggetti a rischio come lingotti, obbligazioni e contanti. Un analista economico è stato interpellato dal Tablet per capire meglio i dati del rapporto 2007 sulla gestione delle finanze vaticane dello scorso anno stilato dalla Prefettura degli Affari economici della Santa Sede e pubblicato già nel luglio 2008, giungendo alla conclusione che il Vaticano ha trasformato una parte massiccia dei suoi investimenti: si parla di circa 340 milioni di euro in valuta, 520 in obbligazioni e in poche azioni, 19 milioni in oro e preziosi.

    Ironico lo stesso Tablet: “la roccia di Pietro, su cui è stata fondata la Chiesa, si è trasformata in una roccia d’oro”. Un esperto finanziario intervistato sostiene che la Chiesa “appare finanziariamente ben posizionata per raccogliere profitti, anche nell’attuale tempesta finanziaria. […] Complessivamente la Santa Sede è stata ben consigliata e non ha probabilmente perso molto nella crisi. Hanno abbandonato man mano le azioni e nel tempo si sono concentrati su investimenti obbligazionari e monetari”. Anche uno dei responsabili economici della Santa Sede, monsignor Vincenzo Di Mauro, spiega: “I risultati del primo periodo del 2008 sono preoccupanti e non inducono all’ottimismo. Si rende sempre più necessario il richiamo alle Amministrazioni della Santa Sede ad operare con prudenza e con la massima oculatezza nella gestione operativa delle spese e nell’assunzione di nuovo personale”.

  16. @armyz:
    no problem, non vedo assolutamente polemica nella tua domanda.
    diciamo che riesco a far coesistere con il doppio status di ateo e laico per una serie di motivi non facilmente spiegabili a parole; sicuramente piu’ una sensazione che un qualcosa di ragionato.
    provando a spiegare, posso dire che pur ritenendomi io ateo, di certo non ho la prova provata della non-esistenza di dio e il dubbio me lo debbo porre (senza farmi troppi pensieri, pero’, eh, sia chiaro :D).
    quanto al laicismo, e’ inteso nel suo risvolto politico, ed affido a wikipedia la spiegazione esatta di cosa intendo per laico: “Nel linguaggio politico il laico è chi propende per una netta separazione della vita delle istituzioni dall’influenza delle confessioni religiose, ossia per indicare chi si ispira ai valori della laicità. Per estensione laico è anche chi desidera una minore influenza delle confessioni religiose nella società.”, cosa che in italia non avviene, come ben sai, anzi, avrei da dire che sicuramente da noi gli atei rispettano di piu’ i credenti di quanto i credenti facciano con gli atei.

    spero di essere stato chiaro, soprattutto a me stesso.

  17. @mazzetta
    ahahahhaaa…e pensare che qualcuno, qualche ebete con retrogusto liberale, più su diceva “il solito anticristianesimo”; poi se gli facevano notare che “cazzo c’entra il cristianesimo, amico mio?cristianesimo e paparatzo son distanti come la bocca dal culo” trovavi anche chi affermava questa fosse “una frase di cattivo gusto”.
    Il vaticano è di cattivo gusto mi sà…

  18. ahah @kuviko, mi sei piaciuto.
    Spero che ti sia chiarito tu :) Il Laico a cui ti riferisci tu è un’estensione ma deriva da ” un uso esclusivamente religioso: riferendosi ai fedeli di una religione, veniva usato (e, nel suo senso proprio, viene usato tuttora) per indicare colui che, pur professando un dato culto, non è appartenente alla gerarchia del suo clero. L’insieme dei fedeli laici è detto laicato.”

    Da quello che scrivi sembri più agnostico/razionalista che ateo e/o laico.

    Contento di averti confuso, ti saluto :-)

    A.

  19. @armyz

    agnostico/razionalista… si, mi sa che mi calza bene, in fondo chi di noi oggi non e’ un po’ questo e un po’ quell’altro ?
    grazie! =)

  20. suggerisco a quelli secondo i quali la crisi non esiste, di leggere un po’ di giornali d’oltreoceano e di evadere dalla morsa del nostro riottume

    non siamo nemmeno all’inizio della crisi, sono appena cominciati i primi licenziamenti qui da noi e deve ancora arrivare a termine una montagna di debiti inesigibili in giro per il mondo

    tutte le economie stanno frenando e il petrolio a 70$ non è una buona notizia (tanto nemmeno calano la benzina), ma il segno che la domanda di energia è andata a picco, ma il brutto deve ancora arrivare

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. ArMyZ's
  2. site

Rispondi