The Classifica 34. Finita è l’estate del nostro malcontento

E’ nato Hilo, figlio di Max Pezzali e di sua moglie Martina.

Hilo?

Max, santiddio. Hilo.

Lo SAI, che avresti dovuto chiamarlo Mauro.

Oh, ma passiamo ad altro. Temino di oggi: se vai al n.1 in Italia sei al capolinea. Bollito. Irrilevante. Viale del tramonto. Saltato lo squalo. Bolso. Ce lo siam giocato. Vediamo se è vero:

– il film più visto è Hancock di Peter Berg. Regista e sceneggiatore di Cose molto cattive. Ce lo siam giocato? Sì.

– Il libro più venduto è La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano. Non l’ho letto. Piace molto alle donne. Di solito è un campanone d’allarme, ma non basta a dire che Giordano, che per di più è all’esordio, sia irrilevante. Recupero un’intervista al Sole 24 Ore. «Con la scrittura tendo a isolare le parti attraverso un’inquadratura molto stretta, quasi a spremere la realtà». Uhm. Il giornale riporta un brano del romanzo. «Mattia lo faceva apposta a essere così silenzioso in ogni suo movimento. Sapeva che il disordine del mondo non può che aumentare, che il rumore di fondo crescerà fino a coprire ogni segnale coerente, ma era convinto che misurando attentamente ogni suo gesto avrebbe avuto meno colpa di questo lento disfacimento». Uhm. E’ al capolinea? Strano a dirsi, ma parrebbe proprio.

– In testa al campionato c’è l’Inter. Ha saltato lo squalo? Di brutto. Gioca in modo maleodorante come da Bersellini in poi, ma vince; Vecchioni e Antonacci sono contenti. Ma persone di vera sensibilità artistica quali voi ed io non possono che rimpiangere la grandezza della sua metafisica insensatezza pre-Calciopoli.

– Il primo network radiofonico d’Italia è RTL 102.5. E’ bolso? …Oh, seriamente: vi devo rispondere?

– Al governo del Paese c’è il proprietario di ognun di noi. E’ sul viale del tramonto? Lo sapete meglio di me che sta sparando gli ultimi petardi. L’unica speranza è suo fratello Paolo. Paolo rulla.

– Il disco più venduto è Death magnetic dei Metallica. Bolliti e contenti. Insomma, è tutto vero, in Italia esplodi se sei del tutto disinnescato. Io esulto lo stesso, avendo scommesso che se i Metallica non avessero detronizzato Giusy Ferreri, avrei decantato l’inarrivabile spessore artistico di Federico Zampaglione in arte Tiromancino. Invece utilizzo utilmente quello spazio per dire che le novità in hit parade sono tante: fuori dalla top ten piuttosto subito BandaBardò, Verve (wow. Che bagno) e gli Slipknot. Dentro, musica per una gioventù in subbuglio. Cioè la disneyana Cyrus Miley (più nota come Hannah Montana, al n.6) e i dARI (al n.10) con Sottovuoto generazionale.

Oh, che silenzio. Lo sapevo, che ignoravate l’esistenza dei dARI. Siete vecchi, vecchi, vekki.

E vabbè. Comunque già da come si scrivono, avrete capito che aria tira.

Li potete vedere quivi: http://it.youtube.com/watch?v=YaMQDvVtV8I

Il loro sito oggettivamente rulla. E’ tutto tempestato di perline – tipo:

“Sono protagonisti di livesets in grado di saziare le voglie degli amanti del powerpop più aggressivo e degli adepti dell’emorock di ultima generazione”.

“I dARI hanno, senza cercarla, la miscela giusta per esaltare sia le moltitudini di teenagers ammalati di rock romantico, che gli avanguardisti ricercatori delle sonorità Electroglam”.

“In questo senso i dARI sono a loro agio sia nei centri sociali che nei più trendy live clubs Europei, tanta è la risonanza stilistica che portano con le band targate UK e DE”.

“Possessori distratti e involontari del look ricercato dagli art editor delle riviste di moda londinese e berlinese più hype del momento, i dARI hanno le carte in regola per far passare l’energia della scena emergente direttamente alle pagine, alle frequenze e alle classifiche del mainstream”.

Leader del gruppo, Dari, alla vox e guitar. Ha 26 anni. Un leader naturale per Cadio, che suona Sinths e CDJ, Fabeeo che suona il Bass, e Daniel, che suona il Drum.

(qui avete fatto la battuta: “l’ultimo mandingo”, vero?) (anch’io)

“i dARI sono forse il gruppo italiano più innovativo e di difficile classificazione che passi in questo momento sulle TV musicali nazionali. Sottovuoto generazionale continuerà ad alimentare la curiosità verso una band che è un contradditorio mix di “glam look” e sonorità elettroclash. Il nuovo singolo “Tutto regolare” è la fotografia perfetta di una generazione in bilico tra realtà e fantasie da videogioco, oppure ibride storie d’amore in bilico tra electro e rock come in “Come m’hai”.

Cosa volete opporre a tutto ciò? Essi sono leggenda. Perciò, al generone dei bolsi Metallica portabandiera di una generazione di vekki io mi sento di opporre i dARI. Non so, sarà che mi sento perfettamente fotografato nelle mie ibride storie d’amore. Ma essendo da sempre un avanguardista ricercatore, sento le mie voglie saziate – imperciocché vi saluto.

(Visited 12 times, 1 visits today)

32 Comments

  1. Hilo. Sembra il pitocco che stazionava fuori dalla porta della casa di Ulisse, in sua assenza, a Itaca. Poi Ulisse torna e je mena e poi si mangia un polletto amburghese.

  2. Oh Madonna, Mad.
    Mi hai intristito e di colpo mi sono sentito addosso tutti i miei anni.
    Quasi quasi rinuncio a comprare BLACK ICE, la reentrè dei canguri.
    E mi do all’emo, alè.

  3. Non credo che c’entri il modo in cui si scrive “dARI”. Anche i dEUS si scrivono così ma direi che sono proprio su un altro livello.

  4. “Il libro più venduto è La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano. Non l’ho letto. Piace molto alle donne. Di solito è un campanone d’allarme”

    Come posso dirlo con simpatia, ironia, divertimento? Paole’, ma bafangulo, va’.

  5. Ah ha ha , mitici dARI .
    Qui : http://www.freddynietzsche.com/ uno dei massimi fan .

    Volevo però soffermarmi su altro : 102.5 ?
    Boh, sarà il solito discorso del microcosmo di ognuno di noi , che invece crede che sia ultra esteso a comporre quasi un universo , (le stesse considerazioni che valgono un po’ in politica) , ma gente che ascolta RTL102.5 , R105N , RadioItalia , RDS etc. non ne conosco.
    In pratica solo gente che : Deejay (molti) , Radio2 (abbastanza)
    pochi : R24 , altreRadioRai ,
    Senza contare i spippolatori.
    Qualcuno mi illumina : dov’è che ascoltano così tanto 102,5 ? Al Sud ? In VeneziaGiulia ? Val D’ Aosta

  6. dARI: scopro solo ora chi sono
    Paolo Giodarno: ho visto la copertina all’Esselunga
    102.5: ricordo gli adesivi sul Ciao 15 anni fa

    Ufficiale: sono (ma non mi sento anche se tu t’impegni) vecchio.

    Ah: appena posso mi compro il disco dei Metallica. Da Mariposa. Perché, in fondo, sono vecchio.

  7. lo posso dire perchè l’ho letto. “La solitudine” è una ciofeca, esclusi i primi due capitoli, gradevoli. ma io sono un maschio. Un maschio anziano, che anche tra gli elefanti sono gli esemplari più scorbutici.

  8. I dARI sarebbero meglio dei Metallica?!? Ma tu sei matto! Allora sono fiero di essere vecchio. PS Lunga vita ai Cure.

  9. Dani, hai ragione, gol per te – con portiere fuori dai pali. Ehi, hai mai pensato di scriverti dANI ?
    Limo, mi impegnerò di più.
    Giulia, lo sai che ho ragione.
    Antonio, devi capire che i dARI sono ragazzi che soffrono. C’hanno l’emorock.
    PS
    Ancora Antonio: la lunga vita, i Cure, mi sembra che l’abbiano avuta. Quanto al prossimo disco, non ho ancora sentito niente, speriamo. Come sempre: io spero in tutti, nessuno escluso, spero persino che un giorno esca un disco plausibile dei Rolling Stones – insomma, vedi anche tu che sono più fiducioso di Veltroni.

  10. Come donna voglio confermare che il romanzo di Giordano è un librettino scarso e di comune fattura. Banale, stilisticamente piatto, barricato, volendo intendere con questo termine sia la tragica impronta di Baricco, sia l’affinità teorica del testo con quei vini fetenti e pretenziosi (che quando li bevi ti sembra di ciucciare un legnetto) ma che a quanto dicono incontrano il gusto della maggioranza. Un temino da doposcuola di scrittura creativa.
    Ovviamente questa è solo la mia opinione: nessun intento polemico, giuro :)

  11. VENTISEI ANNI? No dai Madeddu, ci stai pigliando per il culo.
    Non so perché, ma fino a quando ho creduto che il cantante fosse sedicenne o poco più ero (quasi) determinato ad uscire per comprare il disco dei dARI, chiedendomi anche se per caso non ci fosse l’edizione limitata in digipack.
    Adesso che so quanti anni ha m’è presa la malinconia.

  12. Il successo (tutto al femminile, è spaventoso) de
    “La solitudine..” si basa esclusivamente sul titolo
    intrigante e sulla biografia dell’autore.
    Un fisico delle particelle che scrive di sentimenti
    fa troppo contrasto che irretisce la donna..
    Se poi condiamo il libro di personaggi che ammazza
    c’han la sfiga che gli corre dietro..è l’apoteosi.
    Ora ha una rubrica su Gioia, della serie “la solitudine
    dello sparare ai pesci in un barile”.

  13. Madeddu illumina…scoprire che il cantante dei dARI c’hai 26 anni mi turba un pò…Wale Wale wa a cagawe !
    Cmq son qui per enunciare che la meglio radio è radio capital. Ho un trentino e non ho mai ascoltato radio in vita mia, capital è veramente valida. Avevo già assunto questo dogma quando una domenica mattina ti sento un valido critico musicale ragionare..immaginate lo stupore quando ti scopro che era proprio il Madeddu ! Miiii, il mio bloggaro preferito!!! Le cose belle della vita…

  14. Confermo che ascolto radio2 e radiodeejay…tralasciamo le radio, che odio, locali…qui in zona radio company, peter pan, monella…va bene farò finta di non averle mai sentite…

    Il libro di Giordano fa cagare, non in senso lato, l’ho iniziato e ora è sullo sgabellino del bagno, gli preferisco il catalogo Ikea.

  15. “Hilo?
    Max, santiddio. Hilo.
    Lo SAI, che avresti dovuto chiamarlo Mauro.”

    Cos’è? La solita sottilissima allusione che i due erano in realtà amanti??

  16. Io mi chiamo Dario!
    Ora me la ascolto e mi sballo.
    Certo, Max Pezzali è invitante, ora ci penso e ti faccio sapere.

    PS. Fantastica quella delle lettrici come campanello d’allarme.
    Un pò vero è…

  17. madeddu, oltre ai dARI (cioè, si sentono i dEUS italiani, hai capito) ci sono anche i Lost, autori di XD (un disco che si chiama come una emoticon).
    comunque evviva i dari che presentano è stessi come fossero un detersivo. impagabili. e van per i 30 anni eh.

  18. dANI, ahime l’abitudine di usare maiuscole e minuscole ad minchiam all’interno dei nomi è un’abituine ormai ben radicata presso i teen dell’altro lato della pozza.
    Temo che i dARI non abbiano mai incrociato i dEUS. E sono assolutamente certo che non sia mai accaduto il contrario, giacchè i dEUS mi hanno sempre dato l’impressione di essere ben disposti a menare le mani, soprattutto per futili motivi.

    Giulia: lo sai che Paolo ha perfettamente ragione. E aggiungerò uno dei più nefasti predecessori del Giordano, autentica epitome del teorema generale di Madeddu sulla letteratura fraccica solo per lei: non ti muovere della Mazzantini.

    Paolo: ma il nome Hilo come cazzo l’ha partorito? Capisco che gli venga comodo per le sue strazianti rime, con tutte quelle vocali, ma l’origine?

  19. Il cellulare ce l’ho già spento, perchè per me tu se itroppo sbattimento. E quel che vale, Vale,per quel che vale Vale, e quel che Vale valeeeeeeeeeeeee…

  20. causa figlia adoloscente ho scoperto l’esistenza degli EMO, a causa dell’omonimia ho in lista lo scaricamente (tra le altr) di wale etc.

    vista da qui non sembra terribile, gli adolescenti di oggi non mi sembrano più strani di quanto non lo fossimo noi nei fantastici anni ’80

    tra emo e paninari è una bella lotta, ma credo che gli emo siano destinati ad una veloce estinzione

    invece ho notato che i metallici tengono ancora duro e sono una bella comunità, al recente raduno a Bologna sono arrivati in un botto

  21. Questo intervento di KLUZ avrei voluto scriverlo io:

    “Volevo però soffermarmi su altro : 102.5 ?
    Boh, sarà il solito discorso del microcosmo di ognuno di noi , che invece crede che sia ultra esteso a comporre quasi un universo , (le stesse considerazioni che valgono un po’ in politica) , ma gente che ascolta RTL102.5 , R105N , RadioItalia , RDS etc. non ne conosco.
    In pratica solo gente che : Deejay (molti) , Radio2 (abbastanza)
    pochi : R24 , altreRadioRai ,
    Senza contare i spippolatori.
    Qualcuno mi illumina : dov’è che ascoltano così tanto 102,5 ? Al Sud ? In VeneziaGiulia ? Val D’ Aosta”

  22. E dei Pitari.
    E dei Brooniani.
    Dei Daniani, dei Mitìani.
    Dei Neriani, se si rade meglio la barba da hittita :)

  23. 102.5 registra maggiori ascolti perchè in isofrequenza.
    Quindi probabilmente se sei tuned ci resti un cicinin di più.
    E visto che gli ascolti medi, se non ricordo male, sono calcolati sui quarti d’ora…….

  24. Certo che fra il vecchio che avanza dei Metallica, che dopo Napster hanno lungimirantemente fatto solo dei lavori orrendi e il nuovo che incombe progettato e lucidato dei dARI …
    ..ma fra le cose gggiovani che ne pensa il Madeddu dei Sigur Ròs?

    (oh, poi..sui dARI c’è da dire che si stanno facendo una gavetta di comparsate e unplugged in postacci tipo feltrinelli al sabato pomeriggio per crearsi una fanbase..a quanto pare, purtroppo, il meccanismo industriale funziona :\ )

  25. A me di RTL102.5 piace un sacco “Totem” la domenica sera dopo le 22.
    Se la segui per qualche puntata smetti di stupirti che ci sia gente che crede alle stimmate di Padre Pio e al missile delle Twin Towers.

  26. – Mazzetta, non hai tutti i torti. E d’altro canto, chi gli dà le tonterie per le quali li si prende in giro? Gli ex ragazzi degli 80 e 90.

    – Cassandra, una che conia “barricato” può avermi.

    – Electric Gypsy, pensa che io quella sottilissima allusione non l’avevo mai sentita, e la escludo nel modo più totale. Intendo dire che Max sta a Mauro come il fratello losco sta al fratello buono del Master of Ballantrae di Stevenson.

    – 404, quello che penso è che sono un gruppo notevole e sono contento che esistano. E questo lo dico da leggiadro, coolissimo critico (…sì, potevo sforzarmi di più. Ma mica posso scrivere un trattato in un commento a Macchia). Quello che dico da comune mortale coi suoi gusti discutibili è che mi piacciono i loro pezzi mainstream, quelli al cielo di vaniglia, laddove malauguratamente mi sono risultati meno deliziosi quelli degli ultimi album, forse perché alla fine sono un ragazzo con l’emorock.

    – DiamondDog, è pur vero che Zowie Bowie è peggio. E poteva ispirare un Pezzalo Pezzali.

  27. Già, Zowie Bowie.
    Chi la fa l’aspetti.
    Quello che continuo a non capire, andando di domino, è Ziggy Marley.
    Perchè? PERCHE?

    PS poi se vogliamo divertirci c’è anche Dweezil. Ma questa è un’altra storia.

  28. o mio dio. finisco di leggere giordano e mi fiondo a cercare stroncature. incappo in un blog che è una piccola bibbia. complimenti.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. [qui il tonno forse è salvo]’s Tumblr
  2. And as you walk away my headstone crumbles down

Rispondi