19 Comments

  1. Molto sottile, poche parole, precise e pesanti come macigni.
    Bravo!
    E’ incredibile come una vignetta riesca ad esprimere un insieme complesso di sensazioni e stati d’animo così… semplicemente.

  2. Stando agli ultimi sondaggi, il 60% degli italiani ha fiducia nel Governo Berlusconi. Perchè non capisco?

  3. @ Makkox:
    lulz

    @ Uvo:
    Perchè, a scelta e in modo intercambiabile, o fai parte dell’altro 40%, oppure fai parte di QUEL 60% :D

  4. Invitare qualcuno che appartiene al 60% a leggere e ad informarsi, come stiamo facendo noi, dalla rete staccandosi dall’ottusità dei media tradizionali.

    Spiegare che la rete non è solo: “Impariamo internet in 24h con il corso…” ma ci può essere molto di più: l’informazione e la cultura.

    Informazione è cultura. E lo ha capito anche chi ci governa.. ed ha paura di questo.

    Perdonate lo sfogo… oggi sono un pò di umore nero.

  5. di quel 60 %, un buon 90 % è ignorante, l’importante è il calcio, le veline, l’Iphone etc…. il 5% è ideologicamente fossilizzato a 90° davanti alle eresie dell’unto dal signore … il 5% non sa o non risponde…
    spiegatemi, rispetto all’anno passato, cosa è cambiato sul serio, di tangibile…. non di quello che “si sente in TV”…

  6. Ok, Ache0, tu parli di (contro)informazione, di internet, di cultura. E ci siamo.
    Il punto è che se uno fa le leggine che fa ogni diosanto di governo Berlusconi, se uno fa carta da culo della Costituzione, se la Lega fa quello che fa quotidianamente la Lega io mi chiedo: cosa c’è da interpretare? Cosa da spiegare? Cioè, mi sembra facile capire che trattasi di porcate punto.
    E invece no, evidentemente.

  7. il problema è che il 40% crede di sapere tutto, e anziché divulgare reputa gli altri dei coglioni.

  8. No, no, che sapere tutto Mattia. Parlo per me: io non reputo coglione nessuno, così come non mi sento acriticamente organico al 40%. Il 40% sai quante sfumature ha? Sai quanto poco c’entri io con un Ferrero o con la Binetti? E’ solo che a me alcune cose sempbrano lapalissiane e invece non lo sono. E haivoglia a parlarne…

  9. Balthazar,
    e’ esattamente per quello che tu dici che il 60% degli italiani ha fiducia nel Berlusca.
    Per quello che dici e soprattutto per il fatto che non riesci a capire che e’ quella la ragione.

  10. Il 60% degli italiani ha fiducia nel Berlusca perché il Berlusca ha cominciato a fare subito cose. Tante cose. Tutte a cazzo, eh, intendiamoci: la spazzatura di Napoli, la scuola, Alitalia, il pacchetto sicurezza. Si muovono compatti e senza opposizione (tanto non c’è), e gli italiani pensano:
    “Sòccia/minchia/perbacco, almeno questi FANNO”. Il tutto gli viene comunicato con toni appropriatamente trionfali dalle sei reti in mano al governo.
    La gente – mica solo gli italiani – non ha tempo di farsi tante domande. Lavora, si occupa della sua famiglia, ascolta quello che gli si dice. Il governo lavora benissimo sulla campagna di comunicazione. Cavalca le idiozie giuste, le paure giuste, le nostalgie giuste. La fissa del ce l’ho più lungo io, la strizza del diverso, i bei tempi andati del grembiulino col fiocco. L’italiano è tradizionalista, vuole il vecchio e conosciuto perché è vecchio, non vuole il nuovo che non riconosce.
    L’Italia si appresta a scivolare lungo una china di conservatorismo, per anni e anni e anni, finché qualcuno non si incazzerà e farà la rivoluzione.

  11. @ Giulia: chiara, precisa ed efficace. Difficile dire di meglio in meno spazio.

    A voler pignolare, aggiungerei lo svuotamento della democrazia in senso sostanziale.

    Quanto alla rivoluzione, non si farà mai. Questo non è un Paese per rivoluzionari, ma per pecore. E poi, dove formi un consenso opposto al reazionariato imperante, che ha occupato tutti gli spazi di comunicazione che contano?

  12. A proposito di informazione schifosa sul web: la tipa che mette all’asta la verginità oscura il caso diplomatico Russia-Ucraina. evvai corriere.it

  13. Il problema è che la rivoluzione non la farà nessuno. La rivoluzione c’è già stata. Contro di noi, a spese nostre.
    E col consenso della maggioranza di noi. :/

1 Trackback / Pingback

  1. Answers Corner

Rispondi