Scatta l’ora legale

Dopo tanto tempo te ne torni in terra italica e vai un po’ a zonzo per i negozi di Roma. 

Stai lì e, attratto come da una calamita, ti tuffi dentro una Feltrinelli.

Ti fai il solito giro di scaffali, quello che facevi tanti anni fa una volta a settimana.

E poi, da lontano, l’occhio intravede una cosa verde, verde come quel giornale che per anni ti faceva piegare in due dalle risate.

Ti avvicini, lo afferri e lo apri. Una raccolta di Cuore, ad un prezzo neanche male poi.

Prendi l’oggetto avidamente, passi alla cassa, e da quel giorno passi le serate a sfogliarlo, tra un “Siamo d’accordo su tutto tranne che non si parli di politica” messo in bocca a Occhetto ad un “Scatta l’ora legale, panico tra i socialisti”. Tra le telefonate intercettate (mitica quella del pompino fatto in macchina) e una sequenza di Botteghe oscure (“I nostri polli sono morti ammazzati”).

Poi alla fine tante pagine con i racconti di chi ci ha lavorato, i dettagli strazianti sui giorni della chiusura. 

Da tutti coloro che lo leggevano a quei pochi che lo facevano, così, poco poco, piano piano, GRAZIE.

(Visited 36 times, 1 visits today)

26 Comments

  1. L’aria olimpica ti ha fatto ripensare a Cuore? :)
    E’ stato un bel momento, un fenomeno sociale che spero si ripeta per coerenza, indipendenza e contenuti.

    A.

  2. Io ho tutti i numeri di Cuore conservati nella mia libreria. Mi associo al poco poco, piano piano……. immenso GRAZIE.

  3. Studi matematici approfonditi dimostrano che il fenomeno 080808 si è verificato con caratteristiche analoghe già sette volte nel passato recente e si ripeterà altre quattro volte fino al 121212. Così, tanto per dare un contributo alla scienza.

  4. non so cosa si intenda di preciso per passato recente, ma a me vien da dire che 080808 è una sequenza nelle cifre della data che si ripete paro paro ogni cento anni

  5. grazie a questo post ho sfogliato la versione compact che comprai poco dopo la chiusura di cuore, dato che non avevo avuto la costanza di conservare le copie originali.
    adoravo anche il primo esperimento del genere: tango, chi se lo ricorda?
    tra l’altro oggi è morto antonio gava, uno della ganga che cuore prendeva per il culo. non era la star (craxi) ma un buon comprimario sì.

    e con questo commento mi si data definitivamente. non sono così vecchia, solo molto precoce ;)

  6. Sì ci manca da morire Cuore, e ci mancano da morire Pazienza e Tamburini (spero siate finalmente felici ovunque voi siate), e Scozzari e Liberatore e tutti altri.
    Ci manca il loro spirito libero, la loro creatività anarchica, quella satira totale senza condizioni né riserve.
    Ciò che è venuto dopo non è nemmeno lontanamente paragonabile, non ci sono eredi purtroppo, solo patetici imitatori.

  7. E a te vien da dire male, piti. Anzi molto male.
    Infatti di sequenza simile ne abbiamo avuta una lo scorso anno il 7 luglio, un’altra due anni fa il 6 giugno, altra ancora tre anni fa il 5 maggio e, pensa, ne avremo un’altra il 9 settembre del prossimo anno.
    Altro che paro paro cent’anni.. paro paro dovresti andare in una scuola serale.

  8. ma volete smetterla di menarla con sto “cuore”.
    Si buon giornalino di satira, ma da qui a stracciarci i coglioni continuamente con quanto fossero liberi e indipendenti.
    l’unico schiavo sembra essere emilio fede poi si glissa sul fatto che cuore era un oìinserto dell’unità.
    ma andate a cagare va

  9. #14, tu sei un troll cui non bisogna dare cibo.
    #11, tu hai torto. rileggi il commento di piti e poi, paro paro, zitto e abbozza.

  10. e ma Fede è uno schiavo analfabeta, gli Altri invece fanno satira intelliggggggente. A parte che a me fa piu ridere Fede…

  11. Parlano di due cose diverse.

    Amanita parla di ‘fenomeno 080808′, che appunto si ripete una volta all’anno per dodici volte ogni cento anni.
    Il soggetto è il fenomeno, non gli 08.

    Piti di 080808’ che si ripete una sola volta ogni cento anni.
    Il soggetto è lo 08, non la (t)ripetizione.

    Hanno ragione entrambi.

    Ed ecco il mio fondamentale tassellino ai contributi alla scienza.

    Paro paro, poco poco, piano piano.

  12. anche a me fa più ridere fede.

    molte cose di cuore invece mi hanno strappato un sorriso allora ma oggi rileggendole le trovo banali.

  13. cuore ERA un inserto dell’unità, poi non più.

    mi ha allveato, ho vissuto pienamente 2 feste, ci ho anche fatto la prima sveltina (imola).

    massimo rispetto.

  14. Manuel Fantoni, sei un cretino, e la ragione te la spiega broone poco sopra-
    quanto alla scuola serale, ci vado solo quando ho voglia di inculare tua sorella dopo che ha finito di fare le pulizie.

  15. piti, non meriteresti risposta perché ti comporti da villanzone, ma è certo che l’errore l’hai fatto tu leggendo “identico” dove io ho scritto “analogo”. Detto ciò, non è il caso di passare agli insulti per una sciocchezzuola così.

  16. La vignetta più geniale di Cuore fu quando scoppiò tangentopoli: Andreotti con una moka. Fumetto: “stavolta me tocca fà quella grande…”

  17. amanita, confondi con molta facilità i ruoli. Io avevo scritto una cosa, Fantoni l’ha commnetata in modo sgradevole e offensivo. Ho risposto per le rime. Chi semina vento eccetera. Non mi pareva una dinamica molto difficile da cogliere, ma si vede che ognuno ha i suoi limiti, e anche tu sei una ognuna.

  18. e poi se vuoi pignolare, allora non avresti dovuto indicare ciò di cui parliamo come il fenomeno 080808, ma come la ripetizione di giorno, mese e anno. Se lo chiami 080808 come minimo la formulazione è ambigua. Hai ragione a dire che è una robetta che non merita. Infatti io ne avevo in origine commentato senza ringhiare contro nessuno, in modo palesemente irinoco. Poi è arrivato a gamba tesa fantoni, e poi tu. E dopo il villanzone sarei io.
    Certo che a confondere certe testoline basta davvero un niente.

  19. per “machestaeadi”
    l’Emlione nazionale non è “uno schiavo” è un fenomeno social-culturale che rappresenta molto bene unA parte dell'”Italia” ( se mai esiste di fatto una entità così chiamata) .. tanto fenomeno da essere oggetto di contesa fra genitori che “lo vogliono vedere” e figli che dissentono …

Rispondi