La nuova eroina si scarica dal web!

Tempestivamente informati dal Corriere siam corsi a provare per voi le nuove pericolosissime droghe sonore che si scaricano dal web sotto forma di mp3 agli infrasuoni. A seguito dell’ardito esperimento abbiamo due notizie da comunicarvi, una buona e una cattiva.

Quella buona è che, dopo tutto, non sono poi così pericolose.

(Visited 2 times, 1 visits today)

16 Comments

  1. Michelangelo Iannone, ricercatore dell’Istituto di Scienze Neurologiche del Cnr di Catanzaro: «In particolare» chiarisce lo specialista, «abbiamo sommnistrato ad alcuni topolini una dose minima di ecstasy, incapace di produrre alcun effetto neurologico e abbiamo poi “somministrato” agli stessi anche una “dose” di suono a 95 decibel, cioè il massimo consentito, teoricamente, nelle discoteche, riscontrando un potenziamento degli effetti dell’ecstasy. Non solo, aumentando la dose iniziale di ecstasy abbiamo ottenuto col suono un potenziamento dell’effetto che è durato cinque giorni”

    Ovvero: la ricerca italiana ai tempi della fuga dei cervelli.

  2. Aiuto, ho paura che il colonnello dei GAT della GDF la abbia provata e ci sia rimasto sotto….ma non a quella on-line, ma a quella vera! E il dramma è che sta contagiando tutti, giornalisti del Corriere, del TG2…aiutateli, dategli un I-bretor per disintossicarli!
    (adesso la GDF apre un fascicolo anche sull’I-Brator)
    m

  3. Dato che è stato il mio settore per anni,giurerei trattasi di una bufala macroscopica.Quelle frequenze non sono riproducibili da nessun tipo di cuffie in vendita,anche se alcune case danno come caratteristiche tecniche da 12hz a 30khz circa,semplicemente perchè non c’è interesse a produrre uno strumento che riproduce un suono non udibile.Quelle frequenze sono “riconosciute” dal corpo sotto forma di spostamento d’ aria.Al di sotto dei 16 Decibel l’orecchio umano non percepisce alcun suono.Al contrario,quasi tutti gli animali percepiscono tali suoni che,in natura,sono riprodotti ad esempio dai terremoti,dagli uragani,dalle balene e dalle…BUFALE.

  4. Grazie Poldo, un po` di sano razionalismo non guasta. Quando riproporranno i famosi occhiali a raggi x che si vendevano su Topolino?

  5. I vostri figli sono dei drogati: ascoltano musica!
    Fa venire i “buchi nel cervello”! (copyright Giovanardi)

  6. Basito dalla sperimentazione ritorno a cardiofrequenzarmi sul mio sano funk… credo nelle onde sonore che fanno muovere anima, corpo e cervello… quella è l’unica tipologia di sincronizzazione che m’interessa…

  7. E io che pensavo che Rapetto fosse, non dico una persona seria, ma almeno un onesto professionista…

  8. In vero,quello che non capisco,e che questi,stanno facendo pubblicità ai siti che “spacciano” queste stronzate in rete.Probabilmente se non l’avessero fatto…senza fare il complottista,a chi giova?

  9. A chi Giova?
    Al Giovanardi!
    Per provare “scientificamente” che tutte le droghe fanno male, persino quelle che non fanno nulla…

  10. Non serve che le cuffie riproducano i suoni sotto i 30 Hz. L’effetto è dato dal cosiddetto “battito bineurale”, ovvero:
    nel canale destro spari un suono mettiamo a 400 Hz e nel sinistro a 420. Come risultante il cervello percepisce un suono ad una frequenza media, (410Hz) modulato alla frequenza differenza tra le due (20Hz). Se avete un programma per generare suoni potete provare.

    Poi sul fatto che funzioni come droga…

  11. Bluffo: nel canale destro spari un suono mettiamo a 400 Hz e nel sinistro a 420. Come risultante il cervello percepisce un suono ad una frequenza media, (410Hz)

    MA SEI SCEMO??? MA CI CREDI DAVVERO A QUELLO CHE HAI SCRITTO??? UAN FREQUENZA MEDIA???
    E SE LE FREQUENZE SONO 5000 e 50? COME CAZZO VIENE LA MEDIA?
    MA VERGOGNATI!!! GUARDA CHE NON PUOI SCRIVERE TUTTE LE PUTTANATE CHE PENSI SOLO PERCHE’ SEI SU INTERNET!

  12. secondo me una a dente di sega è finita nel cervello di Rapetto e una sinusoide in quella del cretino che ha fatto il sito del GAT

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Hneeta
  2. PlacidiAppunti

Rispondi