Ordine, compagni!

Il lancio della nuova grafica di Macchianera (che peraltro è ben lungi dall’essere completata: chi utilizza Internet Explorer, ad esempio, vede ancora un pastrocchio) impone che io metta per iscritto alcune linee guida per gli autori che hanno accesso al blog. Fermo restando che chi ha ricevuto la password ha sempre carta bianca, sarebbe utile (per vari motivi barbosi che non vi sto ad elencare, ma che riguardano soprattutto la coerenza nella grafica e nell’archiviazione) che tutti seguissero questi suggerimenti:

  • Non copiate e incollate il testo da Word nell’editor visuale: succede che vengono mantenuti i caratteri e la formattazione che avete utilizzato, prevalendo su quelli del blog. Se proprio desiderate farvi del male, c’è una funzione in WordPress (attivabile cliccando la penultima icona sull’editor) che permette di farlo.
  • A meno che non siate vignettisti, non utilizzate immagini troppo grandi: deve esserci spazio per tutti. Piuttosto, scegliete di utilizzare un’icona che linki all’immagine nelle dimensioni reali. In ogni caso, per le icone, è cosa buona e giusta non superare i 100-150 pixel per il lato più lungo.
  • Se invece siete vignettisti potete fare in modo che il testo dei balloon si possa leggere chiaramente anche senza cliccare sull’immagine. Anche qui, possibilmente senza esagerare, e facendo ricorso, quando si può, all’immagine piccola che linka quella più grande.
  • Non utilizzate immagini provenienti da altri server (anche se è il vostro). In primo luogo qualcuno potrebbe protestare. E poi è già successo che alcuni siti abbiano chiuso e vecchi post siano rimasti nudi come vermi. WordPress vi consente di uploadare le vostre immagini sul server di Macchianera: fatelo.
  • Utilizzate, quando potete, grassetti (specialmente per i nomi) e corsivi (per titoli e citazioni): migliora la leggibilità e aumentano le possibilità che i lettori non debbano ricorrere all’oculista. Evitate, invece, di utilizzare la funzione di sottolineatura: è riservata ai link e confonde le idee.
  • Scegliete sempre una categoria che classifichi il post che avete scritto: serve a indicizzare meglio il sito e permette ai lettori di trovare con più facilità quel che avete scritto. Ma, soprattutto, scegliete una categoria attinente al vostro post. Si abusa spesso del termine “satira”. Siate onesti, nel 90% dei casi non lo è. E non è detto che proprio tutti sappiano farla: non è un problema. Non tutti sappiamo disegnare, per dire: ognuno contribusce come può, e chi è stato invitato a scrivere su queste pagine ha evidentemente qualità che lo hanno fatto notare. In più, alcune delle rubriche sono riservate agli autori che le hanno create: vale per “Banca dati della memoria”, “Brontolario”, “Catena di San Libero”, “Clarence Story”, “Paginatré”, “Senza Cuore”, “Net to Be”, “Vergogna equa e solidale” e altre.
  • Se potete, utilizzate anche le tag. Pure quelle contribuiscono ad una migliore indicizzazione del sito. Ma usatele bene. Per convenzione, le tag vanno sempre minuscole. Si possono usare spazi tra le parole, ma le singole tag devono essere separate da virgole. Tag che siano uguali al nome della categoria non servono a niente. Tag che non siano “generaliste” nemmeno (esempio: “berlusconi alla festa della repubblica” non è una tag; “silvio berlusconi”, “festa della repubblica”, “ricorrenze”, sono tag). Infine: le tag servono perché altri autori, in altri post, possano utilizzarle. Per questo è utile stabilire delle convenzioni: i cognomi, ad esempio, vanno sempre riportati in abbinamento al nome (per dire: “berlusconi”, “nano”, “berluskaz” non sono tag ed esistono per lo più nella vostra immaginazione; “silvio berlusconi” è una tag condivisa che bene per tutti, e alte sono le probabilità che un altro autore la possa riportare uguale). Il nome dell’autore del post non deve invece essere mai una tag: esiste la ricerca per autore proprio per evitare le ridondanze.
  • Limitiamo le marchette: una ogni tanto va bene, sempre no. Se un giornale debutta in edicola, ci sta che Macchianera possa e voglia pubblicizzarlo; se però dobbiamo ritrovarci un post ogni volta che esce in edicola non va più bene: si chiamano periodici apposta, perché dopo il primo numero continuano ad uscire. Idem dicasi per qualsiasi altro ambito, ivi comprese le “selezioni settimanali” con link ai migliori post di un determinato sito: Macchianera fa di tutto per pubblicizzare i vostri blog ed è giusto che sia così, ma abusarne non è carino, e non è detto che interessi ai lettori. Ah, già che ci siamo: il fatto che un’iniziativa sia lodevole, caritatevole e progressista non ci muove ad una deroga a questa regola. Degli iscritti dell’associazione Pinco Pallino che si ritrovano nel sottoscala del teatro della parrocchia non può fregare di meno a nessuno: stampate dei manifesti e distribuiteli per il quartiere.
  • Se il vostro post è troppo lungo, spezzatelo in due: la prima pagina dovrebbe fungere da sommario e presentare al lettore il più alto numero di articoli senza che si debba fare lo scroll su due metri di schermata. Evitate invece quel che fanno tanti blog: rimandare ad una nuova pagina in cui c’è solo una frase finale del pezzo. E’ un bieco tentativo di aumentare le pagine viste e a noi, francacamente, non interessa.
  • Non scrivete mai “Macchianera sta con tizio”, “Macchianera sostiene l’iniziativa tal dei tali” o “Macchianera è per l’abolizione di questo o quello”. Macchianera è tutti gli autori che lo scrivono: tante teste non possono avere sempre la stessa idea o essere sulle medesime posizioni. Parlate per voi.
(Visited 7 times, 1 visits today)

11 Comments

  1. minchia, che palle.. ;-)

    miss perfettini, donna, segno della vergine, in confronto è la trattoria di gigi il troione.. ;-)

    soprattutto : le immagini piccole che manco le vedi e ogni volta click (questa storia che sia più elegante piccola è vero, ma che sia anche meno fruibile e immediata pure), le tag “stai attento quali” -fossi un autore le lascerei sempre in bianco per non sentirmi rimproverare ogni volta, limitiamo le marchette (il kela blu resta uno degli appuntamenti preferiti, come quelli che fanno spaziare anche altrove.. ).

    insomma, signor neri, le regole son giuste, in una comunità, ma non le sembra di esagerare con il perfezionismo ?

    Va bè, dimenticavo che lei è quello che si incazza se uno salva una canzone come “sally” anzichè mettere, nome e cognome dell’ artista, casa discografica, anno di pubblicazione, genere, titolo della canzone, durata, tema di cui parla la canzone, titolo dell’ album e altre amenità classificazioniste.. E, se non ricordo male, devono pure essere in un ordine preciso.. Ci aveva fatto un post a riguardo.. ;-)

    Ma insomma, chi vive con lei segue tutte ste regole ?

    alla faccia della libertà di sinistra, questa non è una community, è un regime.. ;-)

    (mo’ mi censura pure i commenti, magari.. )

    bè, in bocca al lupo agli autori, dunque, e ai loro sensi di colpa che nasceranno ad ogni invio post..

    eh eh eh !

  2. Buon’dì .
    Uff , buuu : post per i soli possessori di password…
    Comunque, veramente, a me il Gianji ha detto che “Macchianera sta con” la Lilli , ma prima c’aveva provato, rimbalzando, con la Francy. Però forse si mollano perche la Lilli “è na suora” , “non gli da neanche la lingua”.
    Riguardo al nuovo stile , debbo dire non mi dispiacerebbe , se si trattasse di uno sfigato blog monoautore (non so, tipo, sw4n). Essendo Macchianera un multiautore da battaglia, con la redio ecc. etc. trovavo verosimilmente più consona la versione precedente : più bardata .
    Poi vabbè , fate un po’ come vi pare , continuo a seguire imperterrito wittgenstein , nonostante un giorno si e l’altro pure sia frustrato dall’ assenza della possibilità di commentare . Verrei periodicamente su MN anche se fosse sul vecchio “utenti/tripod” .

  3. …io obbligherei anche il Facci ad abilitare i commenti, sempre…. un abbraccio e complimenti per la ristrutturazione.

  4. oh, finalmente l’editor fa il suo sporco lavoro!
    complimenti, fa molto 2.0 e la leggibilità ne guadagna, imho.
    allora vediamo di ri-nutrirlo ^^
    ovviamente i miei feedback valgono quel che costano ;)

    in sintesi: più community 2.0 (ti lurko da clarence, sorry)

    in dettaglio:

    – il continua a leggere l’articolo: ok, uso firefox. mi piace. ok, uso anche TabMixPlus e SuperDragAndGo e perfino MileWideBack. ma perchè cristo mi obblighi ad aprire un’altra scheda ogni volta che voglio leggere un post??? sgrunt! puoi fare in modo che l’articolo si faccia largo sulla pagina con ajax o con l’omino bianco o con quel che vuoi?

    – il pannelo ShareThis: animo editor sbattersi! il servizio è lodevole ma il pozzo gravitazionale della lingua itala impone un intervento: o editi il pannello e togli digg slashdot e quasi tutto il resto e li sostituisci con gli aggregatori di rilievo nazionale (ma ce ne sono? seriously, tu lo sai meglio di chiunque altro sulla rete: illuminaci oltre che rievocare i fasti di cuore, graditissimi) oppure suggerisci agli autori di scrivere qualcosa in inglese, che a quel punto è sharabile davvero su ./ (penso a carletto quando non piscia fuori dal vaso suo, ad esempio) digg e compagnia bella (dove incidentalmente penso che alcuni di noi utonti abbiano anche degli account)

    -numero dei posts su pagina: in main tutto il mese corrente, please! (quanti sono adesso, 10? )

    -categoria/tag automatico: nome dell’autore del post, per poter usare gli rss come dio comanda ;)

    -missing link: il link diretto alla home sul logo di macchianera, il panick button utile e usatissimo :D

    good ideas / bad (ass) ideas:
    community utenti- alla digg.com
    con karma system e possibilità di /ignore

    i benefici sono certo che li vedi bene, circa le criticità un tuo parere spero che interesserebbe non solo me ma molti.
    chiaramente il mio tono è stato semiserio, ma la mia pedanteria assoluta e assolutamente finalizzata a darti il feedback più “onesto” e “accurato” che potessi produrre.

    ad maiora!

  5. .::Re: Ordine 10/06 :..

    tab-bar home-info-shop:
    info ha ancora il default template. se non sai cosa metterci potresti metterci le faq, questa guida di stile etc etc :D (btw: perchè su molti posts i commenti appaiono in tempo reale mentre su altri, tipo l’ultimo ballardini, è due giorni che cerco di replicare e nisba? mi puzzano i piedi?)

    box ultimi commenti:
    lo trovo uno strumento di sintesi imprescindibile, anche se non mi abbonerei mai al feed di un post (questo perfino su community di sviluppo tipo xbmc.org o team-mediaportal.com). Sarebbe davvero funzionale, imhoo, se oltre all’ “$Gravatar” potesse essere indicato in chiaro, accanto e non solo implicito nell’hyperlink che ti tocca sbirciare sulla statusbar di firefox, anche il post a cui fa riferimento. inoltre nella tooltip dei singoli commenti potresti far apparire anzichè il defaultiano “view the entire comment by $Gravatar” un pezzo in più di ciascun commento.

    pannello scrivi un commento:
    è possibile dare a tutti gli utenti (commentatori+autori) un form di inserimento decente e non qualcosa che sembra scritto in cantina in asp? :D
    seriamente, con le miriadi di alternative open da sogno, joomla su tutti, ma perchè ci obblighi a qualcosa di senza abstract alla digg, senza stili tipo almeno grassetto-sottolineato-corsivo e senza manco interattività tipo uri? per wordpress c’è FCK ma imho non regge proprio il confronto con !JoomlaComment http://joomlacode.org/gf/project/joomagecomment/

    Gravatar? che cos’è?? un search su http://www.macchianera.net non trova nulla.. su wikipedia qualcosa di vecchio e pre acquisizione dalla Automattic
    http://ma.tt/2007/10/gravatar-sold/
    hanno una politica di privacy molto seria http://en.gravatar.com/site/privacy
    e a quanto pare un pacco è supportato da FCKEditor per worpress http://www.fckeditor.net/ (joomla ha un tutorial fatto molto bene per la 3.2.3 http://www.marcofolio.net/joomla/)
    ci possiamo sperare? :D

    per il resto complimenti, trovo molto funzionale il template con le due sidebar, di sito prima e di marketing dopo.
    just my two cents ^^

  6. Spot on with this write-up, I really suppose this web site wants way more consideration. I�ll most likely be once more to learn way more, thanks for that info.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Dandy's Blog - la vita di un Dandy di paese tra IT, Marketing e Comunicazione
  2. Answers Corner

Rispondi