This is what hydrogen atoms do…

HiRISE_PHX_Lander_zoom.png… given 13.7 billion years of cosmic evolution.
Questa frase dell’indimenticato Carl Sagan, scienziato e ispiratore delle sonde Viking che esporarono Marte alla fine degli anni ’70, torna in mente a commento del riuscito atterraggio della sonda Phoenx. Questa volta però gli ingegneri del JPL si sono superati: nella fase di atterraggio infatti la sonda era seguita da uno degli orbiter, il Mars Reconnaissance Orbiter, che ha tracciato il profilo della discesa in caso si fossero verificati problemi.
E il team della MRO si è preso il lusso di scattare l’istantanea qui a lato, dove si vede la sonda ancora nel suo heat-shell e il paracadute aperto. Una di quelle foto che rimarranno nella storia dell’esplorazione astronautica.
Ad uso degli appassionati, eccovi un paio di links:
1. Il sito ufficiale della Phoenix.
2. La pagine con le immagini aggiornate in tempo reale.
3. Il Twitter, scritto in prima persona dalla sonda stessa.

(Visited 3 times, 1 visits today)

Commenta per primo

Rispondi