Star of the Year

“Grazie a conoscenze dirette o a contatti con le maggiori agenzie del settore il personaggio che più vi sta a cuore non rappresenta per voi un sogno proibito: basta contattarci e provvederemo nel più breve tempo a darvi disponibilità e condizioni”. Star of the Year

–    Capitano Priebke, vuol partecipare al nostro concorso di bellezza?
–    Sì, mi piacerebbe, ma non so se posso. Sa, per quanto mi mantenga bene, ho una certa età…
–    Ma che ha capito? Dovrebbe far parte della giuria.
–    Ah davvero? Sono onorato. Fa piacere che voi italiani abbiate finalmente deciso di selezionare la razza.
–    In effetti, la selezione è stata durissima. Per la finale abbiamo una rosa di candidate veramente notevoli. Certe gnocche…
–    Gnocche? Ma oggi non è giovedì… Comunque sappia che in genere io salto il primo.
–    Lasci perdere. Dicevamo della selezione…
–    Ach so… Insomma, come fate a vivere con tutti questi zingari, ebrei, omosessuali e comunisti che ci sono in giro?
–    I comunisti li abbiamo finalmente fatti fuori. E con loro anche gli omosessuali. Almeno così sembra.
–    Questo è parlare! E poi?
–    Per gli zingari, il nuovo governo si sta attrezzando.
–    Ohh, finalmente l’Italia ha deciso di cambiare!
–    Non solo. In giro c’è una nuova gioventù con sani valori e soprattutto una buona educazione!
–    Spero che i vostri giovani rispettino l’educazione ma sappiano anche farla rispettare!
–    Sicuro! Se ti chiedono educatamente una sigaretta e tu non gliela dai, giù botte!
–    Wunderbar! E per gli ebrei che programmi ha il nuovo governo?
–    Ehm, veramente…
–    Sì?
–    Il governo è stato votato anche da… loro…
–    Cooosa??
–    Però democraticamente, eh.
–    Ma… ma… che dicono i camerati?
–    Beh adesso nell’ambiente va molto di moda Israele… Ma torniamo al nostro concorso… Allora accetta? Gli sponsor attendono la sua risposta.
–    Guardia! Fatemi rientrare! Qua fuori c’è un’aria irrespirabile! Peggio di una camera a gas!

(Visited 6 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. Avessi saputo che l’Italia sarebbe finita in mano ai fascisti, avrei prenotato una vacanza a Kabul.
    mmhhhhh… si respira un’aria troppo nera!

  2. Certo ora l’italia è in mano ai “fascisti”.
    Che Fini abbia detto una ca$$ata, non ci piove.
    Ma che l’Europa abbia tirato le orecchie sonoramente all’Italia (quella di Prodi) per come ha gestito la questione Rom, è un altro dato di fatto.

    Vuoi vedere che, malgrado tutto, tocca dare ragione a Facci: http://www.macchianera.net/2008/05/10/secondo_me_tua_madre_e_un_negr.html
    …e sparare, sparare, purché si miri al nemico?

    Senza scomodare le etichette storiche, andatelo a raccontare alla povera gente dei paesini di cui non senti parlare finché non ci scappa il morto nella solita rapina.
    La mia ragazza, dopo sei (6) rapine di fila nelle case del vicinato, è costretta a fare i turni di veglia con la sua vicina di casa, perché i prossimi sono loro…

  3. Caro Stefano, non so dalle tue parti, ma da me in Sardegna le rapine le fanno ancora e sempre i locali: e il fu governo Berlusconi del 2001-2006 in merito cosa fece? Un beneamato cazzo!!
    E quindi ora staremo proprio a vedere;
    Ciò non toglie, peraltro, che la gente in Italia,
    ovunque e comunque, abbia il sacrosanto diritto alla sicurezza: in Veneto (un tempo invero terra di conquista di Felicetto Maniero) e Lombardia soprattutto -immagino – contro albanesi, rumeni e rom, ma anche in Calabria contro la n’drangheta, in Sicilia contro la mafia, in Campania contro la camorra…

    Saluti

    A Dario: grazie per le belle risate che mi hai fatto fare, anche se purtroppo mi sa che ormai c’è ben poco da ridere.

    Cordialità e stima

  4. PS: …fermo restando, per gli extracomunitari dei quali ho parlato, che non bisogna fare di tutta un’erba un fascio, anzi: come invece fanno razzisticamente i leghisti.

1 Trackback / Pingback

  1. Answers Corner

Rispondi