Italian scientific heroes / revolutions

Ormai siamo a vette che un Guzzanti padre, uno Sgarbi o un Ferrara qualsiasi non potranno mai eguagliare. La nostra inarrivabile Gabriella Carlucci si becca la seconda risposta da un premio Nobel per la fisica.
Tutti fisici, chimici, astronomi e ingegneri italiani che si fanno il mazzo ringraziano calorosamente; ci siamo garantiti un altro decennio di pernacchie planetarie. Grazie!

Scientists publish speculative results not because they are true, but because they may be true, If they refrained from publishing their speculations for fear that they may not always be true, there would be little progress in science. Even our greatest heroes, Galileo, Newton and Einstein, have published speculations that turned out to be quite false. I can supply citations, should you wish to to question their scientific competence.

I dettagli e la lettera originale l’ha ricevuta Fabristol e pubblicata su “Progetto Galileo”.

(Visited 4 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. E’ inutile che dei premi nobel scrivano alla Carlucci, tanto lei non capisce nonostante la laurea in lingue che vanta.
    Nell’attaccare Maiani traduce un passaggio di una dichiarazione dello stesso con un “ero distratto” là dove la dichiarazione era “But he says that he was distracted at the time by prliminary results…” volendo far passare l’idea che Maiani avrebbe fatto buttare dei soldi al Cern perchè “era distratto”.
    Povera Italia.

  2. questa ballerina è in parlamento dal 1994 – le pagheremo anche una lauta pensione.

    la domanda è sempre quella: LA RICANDIDANO?

  3. La cosa che mi angoscia è la paura che questa persona, tra un paio di mesi, potrebbe essere sottosegretario (no, ministo mi rifiuto perfino di immaginarlo).

  4. “Che hanno fatto gli italiani per meritarsi tutto questo? Non credo che si tratti di una punizione biblica, anche se lo sembra.
    Alvaro De Rujula
    Gruppo Teorico Cern”

    Chi non si è mai posto questa domanda?
    Maledetta televisione. Ha rincoglionito metà di questo paese. O forse erano già rincoglioniti ma sparpagliati? Magari la televisione li ha solo ricompattati sotto la stessa bandiera, chissà?

Rispondi