Inquietanti similitudini

koll.jpg“Un
tempo spendevo 500 euro ma anche di più se lo rapportiamo ad oggi, per truccarmi una sola sera, noi donne lo sappiamo, a sera poi il trucco va via non resta. Vi dico questo per darvi un’idea di come trattavo prima i soldi, oggi ne ho una grande cura, per gli altri che non possono permettersi nulla”.


Thumbnail image for giuliano.jpgHo rinunciato a un bel po’ di soldi utili solo se li si sappia spendere bene, e non sempre succede, e a un contratto a cui tenevo e che mi aveva mandato Sergio Valzania, mille euro a puntata per rievocare alla radio ogni giorno il rapimento di Moro”


koll.jpgHo
cercato Dio in chiesa e l’eucaristia mi ha ridato le forze. Mi accorgevo che anche il mio cuore stava cambiando, così ho cominciato a mettere in ordine la mia vita: ho modificato i miei comportamenti e i miei modi di fare”.


Thumbnail image for giuliano.jpgNon so come andrà a finire, questa storia della moratoria e della lista pazza, ma so come è cominciata. Con una salutare
rinuncia. La rinuncia per otto giorni al cibo solido, tranne qualche noce, tra Natale e il primo dell’anno Poi ho rinunciato alla pennichella”


koll.jpgHo
incontrato Gesù due anni fa, e ha guarito le mie ferite. Era un momento molto doloroso, molto difficile della mia vita e nessuno poteva aiutarmi al di fuori di Lui. Adesso sento il bisogno di annunciare tutto questo alla gente, soprattutto ai giovani”.


Thumbnail image for giuliano.jpgPer difendere la vita umana maltrattata, le donne lasciate sole e private del diritto di non abortire, i nascituri fatti fuori per sbadataggine di una cultura ormai marcia, sostenuta con cinismo da maschi che chiedono il silenzio sull’aborto e ingannano le donne perché conviene loro farlo. Non saremo fanatici. Vogliamo restaurare amore e buonumore, come scriveva il teologo Ratzinger.”


koll.jpgHo
commesso tanti errori e per questo ho rischiato di morire, ma Gesù ha avuto compassione di me”.


Thumbnail image for giuliano.jpgHo guadagnato un sentimento potente, invincibile, quello di fare la cosa giusta al momento giusto, e pazienza se i mezzi non saranno proprio conformi a puntino, pazienza, basta che siano commisurati alla natura della cosa, amorevoli e sensati. Ho guadagnato quella cosa strana, così vicina a una conversione ancora senza fede e così lontana dall’etica kantiana, bella ma un po’ rinunciataria, che è la trasformazione della propria vita in totale buonumore, come dice
Ratzinger, in comprensione e legame anche con chi ti respinge. Mica poco.”


koll.jpgDesideravo tanto l’amore, l’ho cercato per strade sbagliate, consumandolo: non riuscivo ad essere appagata da quello che incontravo. Oggi che ho incontrato Dio, è cresciuto in me un senso profondo di pace, un amore diverso, che mi appaga, che mi fa riposare, che mi svuota e poi mi riempie, per poi donarmi agli altri. Questo, poi, è il grido di Dio: ‘amatevi gli uni gli altri come io vi ho amato’”.


Thumbnail image for giuliano.jpgSenza fanatismo, io penso di averla trovata, la verità sulla vita umana, e credo che sia giusto non esporla alla futilità delle opinioni a confronto”


koll.jpgBisogna
cercare la libertà nella verità. La libertà fine a sé stessa non basta, perché si rimane chiusi nel proprio egoismo, si soffre ad appagare i propri bisogni per dare
gioia agli altri, per amarli e per donarci a loro. Bisogna cercare la verità, perché il Signore non sopporta la menzogna”.


(Visited 16 times, 1 visits today)

33 Comments

  1. Beh, Ferrara, che anni fa si vantava d’aver fatto il delatore dei suoi compagni del PCI per conto della CIA solo ed esclusivamente per soldi, che oggi rinuncia ai medesimi mi sembra impossibile: tipo Papa Ratzinger che si fa comunista…

  2. Anche credendo nella loro buona fede una differenza c’è: la koll mette sempre Gesù o la fede al centro delle sue parole Ferrara mette se stesso.

  3. Non vedo la similitudine :
    Quale dovrebbe essere stata la fase della carriera dell’ elefantino che abbiamo apprezzato e rimpiangiamo ? :) :P

  4. non puoi pretendere che una che vede la luce lo faccia in un modo accettabile e razionale, anche per chi quella luce non la vede e non crede in generale nel potere di accensione della lampadina.
    la koll parla come un prete, ferrara parla come ferrara che fa la battaglia per la moratoria sull’aborto. e ha fatto la dieta.

  5. Il fatto è che la Koll è convinta di quello che dice (e questi sono problemi suoi), Ferrara invece non ci crede lui per primo in ciò che sostiene: mai! la sua storia è lì a testimoniarlo. Il problema è che in quest’ultimo caso sono anche cazzi nostri.

  6. L’unica rinuncia seria che avrebbe giovato a Giuliano Ferrara e a tutti noi è quella alla vita. Alla sua.
    Che s’ammazzi e ci liberi.

  7. Test dell’università di Cornwell per identificare possibili candidati bordeline:

    lei crede alla conversione di Giuliano Ferrara?

    a/ Sì
    b/ No
    c/ ha, ha, ha
    d/ Non so chi sia Giuliano Ferrara.

    Accedono al campus soltanto i candidati che scelgono /d/

  8. La koll è una donna sincera con dei problemi.
    Ferrara è un ipocrita opportunista che i problemi li crea agl’altri.

  9. Mi fanno un pò pena. E anche un pò paura.

    Sono convinti di aver trovato la Verità assoluta, una verità in fin dei conti dogmatica, che non sono disposti a mettere in discussione e che li porta a non accettare a prescindere quelle che possono essere verità diverse, anzi spesso deridono chi non la pensa come loro. Forse ne hanno un pò paura.

    Si dichiarano tolleranti verso la diversità, dicono che siamo tutti uguali, ma credono che la vita di alcuni esseri umani debba avere meno diritti di quella di altri.

    Alcuni di loro sono un pò ipocriti, e nelle occasioni difficili della vita, la malattia, la vicinanza della morte, le loro certezze crollano.

    E cominciano a pregare.

  10. Per la Koll l’investitura pubblica nasce nel cinema di Brass, Ferrara nel 1992 con la moglie Anselma Dell’Olio ideò la trasmissione “Lezioni d’amore”, pelosamente ispirata al film “Comizi d’amore” di Pierpaolo Pasolini.
    Dopo alcune puntate il programma venne interrotto, la causa ufficiale è che alcuni deputati democristiani avessero protestato, quella reale credo riguardi piu’ le differenze che le similitudini fra la Koll e il suddetto ;)
    Purtroppo, vedere che nei suoi confronti manca ad originem quella fiducia che andrebbe data a ciascuno ogni volta che trova una causa non fa certo fare bella figura a nessuno. A suo sfavore si potrebbe aggiungere che lui, pero’, ha cambiato piu’ “religioni” che abiti. A differenza della Koll ^^

  11. Vorrei precisare che il soggetto del mio precedente commento erano i laicisti: non la Kohl e chi la pensa come lei quindi, quanto piuttosto quelli che ci scrivono post celatamente deridenti e che li definiscono “persone con dei problemi”

  12. Forse Murmur ce l’ha con me.
    Riporto una frase a caso della Koll:

    “Ho commesso tanti errori e per questo ho rischiato di morire, ma Gesù ha avuto compassione di me”

    Ecco, non sono io a sostenere che una persona che dice ciò ha dei problemi, ma un qualsiasi psicanalista.

  13. Sono le conversioni ad inquietare – soprattutto i poveri di spirito, me per esempio – non certo le similitudini, che viceversa sono ovvie, unica essendo la Fonte che le ispira.

  14. resta il fatto che la koll ha fatto un cammino personale di fede e non va in giro a fare campagne politiche (che poi io la preferissi ai tempi di Brass, è un problema mio, non suo…) mentre ferrara vuole abrigare la legge sull’aborto nel nostro paese… Io non le vedo le similitudini tra i due. Per nulla

  15. > Vorrei precisare che il soggetto del mio
    > precedente commento erano i laicisti

    Definisci “laicista”.

  16. Ma secondo voi, chi ha le tette più grosse, la Koll o quel noioso pachiderma? A casa mia il cineforum del martedì prevede la messa in onda del cult ‘così fan tutte’,magistramente interpretanto dalla Claudiona nostra che tanto ci faceva sognare. La vogliamo ricordare così.

  17. Caro Murmur, un conto è – legittimamente – credere in Dio, sperabilmente con varie sfumature, e magari, con rispetto e amore sinceri per gli altri, voler associare questi ultimi alla propria fede senza far loro violenza; altro – alla Ferrara, per intenderci – è essere dei furbacchioni ipocriti e falsi, o parlare della propria fede pubblicamente per attirare l’attenzione (probabilmente la Koll) e il denaro su se stessi, o ritenersi (peccato di superbia, se la memoria non m’inganna; oppure follia manifesta) per forza eletti del Signore. Quanto al pregare, Gesù e la Chiesa non hanno certo mai imposto dei copyright: ovvero che per farlo si debba essere per forza dei credenti convinti o radicali; quelli che tu chiami “laicisti” in buon italiano corrente si chiamano “laici”, e non credono affatto che “la vita di alcuni esseri umani debba avere meno diritti di quella di altri” : ritengono solamente (quelli veramente laici) che siano solo le donne – che sino ad oggi fanno solo loro i figli – a poter e dover decidere (responsabilmente) se interrompere o meno la propria gravidanza; e che suddetta interruzione debba poter essere garantita a chiunque, quando è inevitabile ricorrervi per svariati ottimi motivi: tipo, che so, evitare che nasca un povero infelice che soffrirà nel corpo e magari anche nell’anima, e che in tal senso darà sicuramente immani sofferenze ai genitori che lo amano con tutto il cuore, e che perciò non hanno la forza psicologica (mica tutti ce l’hanno, siamo esseri umani, eh) di metterlo al mondo; fermo restando che mettere al mondo dei figli debba essere, SEMPRE E COMUNQUE, oggi più che mai (con tutti i mezzi che ci sono per evitare di fare dei figli!!) una decisione che va presa responsabilmente, e men che mai come contraccettivo estremo per dei rapporti sessuali compiuti nel massimo menefreghismo: e qua l’educazione sessuale nelle scuole, e magari anche nelle famiglie, oltre che l’informazione pubblica su stampa e tv, diventa fondamentale, indispensabile e profondamente morale. Infine scusa tanto, ma quando dici che certe persone ti fanno pena ricadi senza dubbio nello stesso errore che imputi ad esse: giudicare chi non la pensa come te senza accettarne la differenza.

    Un laico con una desideratissima figlia (che qualche volta prega per lei )

  18. Viscontessa, c’è chi fa post di una superficialità disarmante e chi lascia commenti di una superficialità disarmante. A ognuno il suo.

    Non è vero che sparisco, basta vedere passate discussioni. E’ solo che, al contrario di certe persone che cercano sempre l’ultima parola, non sono uno di quelli. Semplicemente in certi casi ritengo inutile continuare da entrambe le parti a ripetere sempre le stesse cose.
    Io ho detto la mia, voi avete risposto, chi ha letto si è fatto la sua idea.

    Che poi, dovrei rispondere a chi? A parte Carlo che ha risposto nel merito, a chi devo rispondere? A chi dice che Ferrara è ipocrita e fa un un uso strumentale della fede? Non mi sembra di averlo mai negato, nè che fosse il punto del mio discorso.
    A chi mi replica “Murmur dai, non fare così?”
    A chi mi chiede di definire chi è il “laicista”?
    Ok allora dò una mia definizione personale: è colui che pensa che chi dice “Ho incontrato Gesù” sia uno che abbia per forza dei problemi (e che li abbia appunto perchè dice quella frase: così rispondo anche a Old Major. Se invece ti riferivi ai suoi problemi passati, allora avevo capito male io e mi scuso).

    Forse il commento superficiale tanto superficiale non era, visto che in tanti hanno deciso di replicare.

  19. Può darsi, può darsi. Del resto anch’io tra quei 2, nel post, non ho visto tutte queste inquietanti similitudini. O meglio, non molte di più di quanto ne possano avere con gente che la pensa in modo opposto rispetto a loro. O forse era proprio questo il punto del mio discorso.

    Chiudo qui. :)

  20. Caro Murmur, a parte che Ferrara e Koll, a differenza di noi persone reali, fanno parte della società dello spettacolo (vedere in proposito Guy Debord, quanto mai attuale oggigiorno) e come tali qualche legittimo dubbio sulla sincerità e quindi validità della loro conversione lo sollevano, rispetto a chi (non appartenente alla società di cui sopra, è chiaro) non la pensa come loro; preciso che, per quanto mi riguarda personalmente, chi dice “ho incontrato Gesù” NON è assolutamente uno che abbia per forza dei problemi, ci mancherebbe: se ovviamente intende, come immagino tu voglia indicare, un’esperienza religiosa toccante di tipo cristiano (lo so, è una cagata di frase ma a quest’ora di notte – o mattina? – non mi veniva niente di meglio); se poi invece il soggetto in questione intende con quella frase presentarsi (tutt’altra faccenda, quindi) come “unto del Signore” (politicamente ce n’è bastato uno, qua in Italia), tipo, per intenderci, quelli che tornano da Medjugorje e dicono d’aver visto la Madonna in cielo, senza avere il benchè minimo dubbio che la loro potrebbe essere anche stata un’allucinazione o qualcosa del genere: bè, allora consigliargli un consulto dal più vicino Centro di igiene mentale è d’obbligo. A proposito: oggi il TG5 ha parlato di quando nel lontano 1950 Papa Pio XII (sai che affidabilità, cristianamente parlando!!) parlando del Mistero dell’Assunta disse d’aver visto – solo lui, a quanto pare -il Sole roteare vorticosamente nel cielo (cioè immagino intorno alla Terra), ah ah ah ah…dopo il ritorno al pre-aborto ora anche quello al geocentrismo? ‘Namo bene!!

  21. Certo Murmur non pretendevo una tua risposta. Non ti ritengo cosi stupido.
    Respingevo al mittente con un po’ di (sano) sarcasmo e simpatia che ho nei tuoi confronti, quella che sembrava una semplice e, scusa se mi permetto, scontata e banalmente moralistica provocazione.

    Del resto, il mio pensiero sul post l’avevo già espresso epigrammaticamente prima che tu aprissi bocca.
    :)

  22. @ Murmur: se dici che hai incontrato Gesù hai dei problemi. Similmente a San Paolo, radice del Cristianesimo, che era uno squilibrato. Rileggiti il vangelo (gli atti degli apostoli).
    Per il resto ha argomentato tutto benissimo carlo A.
    Ma con gente come Ferrara è inutile argomentare benissimo.

  23. Old Major, sicuro sicuro di non essere tu ad avere dei problemi eh? No, chiedo.
    I tuoi commenti sono piuttosto inquietanti…

  24. A old major: a costo di sembrare (sembrare?!) noioso e ripetitivo: immagino e spero che la Koll (se parla con sincerità), affermando che “ha incontrato Gesù”, intendesse dire che ha conosciuto, ha sentito crescere in lei, insomma ditelo come volete, la fede cristiana, cioè ha iniziato un’esperienza religiosa molto forte in tal senso (nella quale ovviamente la componente psicologica è sempre di fondamentale importanza), osa pefettamente normale, psicologicamente e psichiatricamente parlando ; e non già che Gesù in persona o un suo emissario le sia apparso o le abbia parlato: in tal senso Giovanna d’Arco o viceversa le suore indemoniate di Loudun* e quelle di Salem* come casi psichiatrici hanno fatto scuola. Saluti

    * Vedere in proposito il bel film “I diavoli” di
    Ken Russell (tratto dal libro “The devils of
    Loudun” di Aldous Huxley), anno di grazia
    1971(bei tempi per i film storici), con uno
    strepitoso Oliver Reed nella parte del
    protagonista: anche se nella pellicola il
    delirio collettivo delle suore è solo un alibi
    inventato dal potere politico per far fuori il
    Nostro e la sua città

    * Vedi il film la “Lettera scarlatta”, tratto
    dall’omonimo romanzo di Hawthorne

Rispondi