Astensionismo creativo

secolosansonetti.jpg

A vedere la pagina qui a fianco nel blog di Gennaro, m’è venuto un colpo quando ho capito che non era uno scherzo del Vernacoliere.
Mi rivolgo quindi agli amici della Sinistra Arcobaleno (tu senti che nome): a leggere certe interviste, care compagne e compagni, viene voglia di portarsi da casa un adesivo del PCC da appiccicare sulla scheda elettorale, e con la matita che ti danno gratis votare Fidel. Fate voi.

(Visited 4 times, 1 visits today)

9 Comments

  1. Sansonetti che rilascia quelle dichiarazioni e Gennaro Carotenuto che scrive quell’articolo sono due faccie della stessa vecchia putrida medaglia. Tu che vuoi votare il Partito Comunista Cubano al limite puoi fare il ciondolo, di quella medaglia.

    Siete più vecchi del 286 che c’ho in cantina.

    P.S. “Pansa attacca la resistenza” perché racconta cose che sono accadute? Ma roba da matti.

  2. la matita non te la danno gratis
    ma te la prestano e basta.
    la matita è dello stato.
    sarebbe ora di chiarirlo anche
    agli autori dei poster de la destra.
    tutto il potere nella tua matita
    non significa un benemerito.
    e comunque a me
    a leggere certe interviste
    vien voglia di appiccicare
    direttamente i candidati
    sulla scheda elettorale.

  3. Nonostante molte perplessità pensavo e penso ancora di andare a votare questa volta come la scorsa (è stata la prima nonostante abbia passato da un po’ i 18 anni), ma continuando così questi diventano proprio invotabili… Bisognerebbe chiedere a Sansonetti se è più “innovativa” la Bossi-Fini o la Fini-Giovanardi….

  4. sansonetti sta male, ma il commento di gennaro è inaccettabile. come tutti i commenti di quelli che da elettori PD ti guardano come se fossi uno stupratore di bambini privo di libero arbitrio se non vai a votare.

    non voto fini, né veltroni, mbeh? il concetto di paese libero in questo momento sfugge più a sinistra che a destra. basta leggere post del genere, oltre a discorsi e proclami di veltroni & co., per rendersi conto che ogni statement pro-PD potrebbe concludersi con un nemmeno tanto sottointeso “e chi non la pensa così è un coglione”. bah

  5. La sinistra italiana è alla strafrutta. Inizia la campagna elettorale e Rizzo trova di basilare importanza mettere in giro un documento per il reintegro della falce e del martello nel simbolo della Sinistra Arcobaleno (irrinunciabile, nel 2008), Bertinotti arriva a dire che un imprenditore e un operaio non possono essere nella stessa lista -e allora sei scemo…-, Pecoraro Scanio è sempre più inutile. Questa gente dovrebbe farsi un esame di conscienza e ammettere serenamente che in 10,20,30 o più anni di carriera NON HA PRODOTTO NIENTE nè per le classi meno abbienti nè per nessuno. Sono stucchevolmente autoreferenziali, sono lo sconforto di chi è di sinistra e si trova a dover votare Veltroni.C’è a chi è toccato Rasmussen o Zapatero, a noi son toccati Turigliatto, Rossi e Ferrando. Fanculo.

Rispondi