Una cosa gialla e lucente nella notte…

No. Non è l’insegna del Macdonald’s.
E’ la stella del Presepe. O Presepio, come volete.
In realtà non esiste. Ma non ditelo ai bambini, che non è male che ci credano: è una bella immagine.
Solo che non è una stella sul tetto della capanna a fare luce.
La luce viene da dentro la capanna stessa.
La luce è il Bambinello. Che è luminoso come una stella scesa in cielo. Che se fosse scesa davvero una stella pensate che casino di cratere.
E le persone che vivevano nel buio quella notte l’hanno vista.
– C’è una capanna che va a fuoco?
– C’è una capanna che fa luce? Come è possibile?
E le persone che vivono nel buio oggi sarebbe bello che la vedessero ancora in questa notte.
Dio potrà non piacere. Potrà essere un insulto alla nostra razionalità moderna e allo stesso tempo antica. Potrà essere il Tale a cui avremmo mille domande da fare sul perchè tanta merda, sul perchè tanto male, sul perchè abbiamo solo due braccia, che quattro – ammettiamolo – non sarebbe stato male.
Eppure davanti a quel Bambino concedetemi di inginocchiarmi volentieri.
E’ circondato da poveracci e magi (extracomunitari di allora ma messi meglio di quelli di oggi…)
E’ debole ed indifeso. Oggi sono in tanti ad esserlo, soprattutto quelli che fanno finta di essere forti e “spaccano il mondo”.
E’ semplice. E io mi vergogno di quante volte so invece essere contorto e complicato.
E’ buono. E’ bello. E chi non lo capisce non dia, almeno stavolta, colpa a Dio che forse non è sua.
Auguri. Buon Natale.

(Visited 12 times, 1 visits today)

10 Comments

  1. morto dio, il natale è diventato la festa del rincoglionimento sentimentaloide.
    Sentimentalismo surrogato della sensatezza.
    Patente di corso.

  2. Gesù d’amore acceso non t’avessi mai offeso, Gesù d’amore blu, non ti voglio offender più.

  3. L’ultima volta che ho controllato i coglioni si addensavano soprattutto intorno ai post di FF, ma evidentemente il Natale aumenta l’entropia…

Rispondi