La mia vita è come un blog

Se ne sentiva la mancanza.

Dopo anni di duro lavoro e di ambizioni
frustrate qualcuno si è accorto della pena dei poveri blogger
e con imperdonabile ritardo ha finalmente pubblicato il libro che
racconta la loro storia
.

So già che molti blogger sono
riusciti a riversare su carta stampata il sudore del loro lavoro e
molti che già sudavano su carta stampata hanno voluto
secernere anche virtualmente aprendo un proprio blog, ma quest’opera,
uscita in sordina, è diversa da tutte le altre perché a
differenza di tutte le altre racconta di come il blog abbia cambiato
la vita di chi ha deciso di aprirne uno.

Finalmente insomma, un’opera seria e
approfondita che tramite la testimonianza diretta di chi vive la
condizione di blogger, è in grado di introdurre anche il
pubblico più disattento alle gioie, alle soddisfazioni e ai
tormenti del magico mondo della blogsfera.

Un’operazione di sensibilizzazione
dell’opinione pubblica che con semplicità e delicatezza
affronta un tema ancora ostile per molti e offre in contemporanea la
possibilità a chiunque di capire il perché alcuni
affrontano una scelta di vita così estrema.

E ora un’unica raccomandazione,
affrettatevi ad ordinarlo perché ancora la notizia non è
stata pubblicata neanche sul blog che si è occupato della
redazione di questa insostituibile opera ma non oso immaginare cosa
potrà succedere non appena la notizia sarà di dominio
pubblico, e poi oggi, solo per oggi e solo alle prime diecimila
telefonate, in omaggio con una copia del libro anche una batteria di
pentole completa e un paio di occhiali a raggi X per vedere le
donnine nude.

(Visited 4 times, 1 visits today)

12 Comments

  1. Datemi gli occhiali anche se non funzionano ma tenetevi il libro. A quando la versione E-book del libro sui blog sulla vita quotidiana (passata davanti ad un PC s’intende)

  2. Però non siete mai contenti, ma come si deve fare ad invogliare gli itaGliani a leggere?
    Va bene, aggiungo all’offerta anche una trapunta, un ferro da stiro con cladaia separata e 100 punti fragola dell’Esselunga.

  3. Scusa ma per invitarli a leggere c’è di meglio, la prima pagina della gazzetta, le didascalie alle foto di novella 2000 e le istruzioni per il telecomando TV.

  4. Non v’e8 dubbio che se ertnano in gioco determinate energie gravitazionali, ergo ertnano delle frequenze. Ogni energia ha distinte componenti, quindi canalizziamo questa energia, deviamola, quindi molto utile utilizzare le valvole antisismiche di Ighina, vita natualdurante a scacchiera geometrica, tutti noi e renderemo un servizio a molti, speriamo a tutti. Che ne pensate?

Rispondi