Il nuovo BlogNation: abbiamo eliminato le ventole a criceti

BlogNation

Come probabilmente i lavori in corso delle ultime settimane vi avevano fatto intuire, BlogNation ha finalmente e felicemente cambiato server. In che significa banda europea (quindi siti più vicini e veloci, mentre le radio restano negli USA, per questioni legate alla banda illimitata, lì più accessibile), maggiore potenza, più spazio e maggiori possibilità di realizzare quello che ci piace fare per il solo motivo che ci piace farlo (e senza ricavare un euro – giova ripeterlo – che poi non sia reinvestito nella piattaforma, per finanziarla, o migliorarla ulteriormente).

Avremo blog che ci lasceranno per intraprendere altre avventure, e nuovi che si aggregheranno, per fare di BlogNation il posto in cui alcuni dei maggiori blog italiani si fanno la casa. Tra questi, Sw4n, che si è già ambientato nel nuovo condominio.

Tra le varie migliorie che possiamo elencare: la pubblicazione differita per Movable Type (ve ne sarete accorti: inserendo un nuovo commento o un nuovo post, questo viene messo in coda di pubblicazione, e il server lo mette in linea qualche istante dopo, evitando di fare cento cose insieme male invece che una alla volta, ma bene); il plugin antispam per Movable Type, che da ieri funziona e ha filtrato il 100% degli spacciatori di viagra, porno e guadagni facili (in sostanza è come un captcha, ma senza avere gli svantaggi del captcha, perché non c’è alcuna stringa da inserire); il ripristino del servizio di pubblicazione nel futuro di post scritti in data successiva all’attuale; l’aggiunta di WordPress come piattaforma disponibile per i blog che verranno ospitati (e Sw4n è il primo a beneficiarne); nonché l’hosting di blog realizzati su Blogger.com.

Man mano verranno introdotte altre novità e – se ce ne sarà bisogno – nuove piattaforme.

Detto questo, avere un nuovo server che funziona, e funziona velocemente, significa blog che tornano a vivere vivaci come un tempo, e non è possibile non rallegrarsene.

Per finire, devo ringraziare una persona. Questa persona ha saputo tramite un amico su Twitter che avevamo bisogno di aiuto (cambiare server è di suo una via crucis, figuratevi cambiare sistema operativo); si è presentato su Skype e, così su due piedi, si è messo a lavorare per almeno due giorni interi senza che ci conoscessimo, e facendo lo gnorri, in seguito, ad una proposta di retribuzione per il lavoro svolto che mi sembrava doverosa. Lui si chiama Gianluca P. e gestisce due blog: uno pubblico e tematico, ZioKendo, e l’altro, Sonnoprofondo, personale. Citarlo e ringraziarlo su queste pagine è il minimo che posso fare.

Quando ci chiedono “che cos’è internet” e vogliamo fare scalpore, abbiamo centinaia di argomenti scabrosi lì a nostra disposizione. Ecco, episodi come quello che ho appena descritto, invece, mi fanno ricordare cosa succedeva quando ho iniziato a bazzicare tra questi bytes, e che la rete è – non “soprattutto” ma “anche” – questo.


Una nota tecnica per i gestori di blog: risultano ancora dispersi sul vecchio server (che tra breve sarà disattivato) Bassoatesino, Dmag, Princess Proserpina e Sasaki Fujika. Li invito a seguire le istruzioni presenti nel vecchio post.

(Visited 23 times, 1 visits today)

16 Comments

  1. Grazie per il benvenuto, G!

    Da lettore di blognaton ho vissuto indirettamente i guai del vecchio server, ora che son un condomino mi rendo conto di quanto le cose siano ben fatte ora.

    Un grazie anche a ZioKendo, che ha salvato il culetto del mio blog in passato, ché io a far certe cose non son capace.

    Ci hai una mia mail, Neri, con un paio di cosette importanti. :)

  2. Siete grandi :) continuate sempre cosi, siamo Italiani e dobbiamo esserne fieri cosi come dobbiamo essere fieri di persone come Gianluca P. che ha aiutato voi e tutti i blog che sono ospitati sulla vostra piattaforma ;)

  3. Ormai siamo giunti ad un livello che più infimo non si può. Ma come si fa , dico io , dall’ esimersi dal far sganciare qualche testone al GN , quando se ne avrebbe la possibilità.
    Gianluca P. sei la vergogna dell’ Italia ( anche peggio di Facci e dei Grill’isti) : al Neri bisogna fargli pagare almeno il doppio.

    Bando alle infantili puttanate, son contento che abbiate appianato i problemi di logistica.
    Che ne dite magari di sfruttarli,dato che ci sono, quei server aldilà d’ oceano…chessò, domani ?

    olà
    (p.s. più wallpaper)

  4. i link a pink non funzionano
    il post quasi anonimo è talmente lento da sembrare disabilitato (infatti non è la prima volta che commento e non appare proprio, a prescindere dai giorni che passano :D)

    pleeeaaase, fix :\

  5. Piu che cambiare le ventole a criceti, mi sa che avete solo cambiato criceti. Accedere a macchianera rimane sempre un’incognita mattutina. Ce l’ho fatta all’alba delle 12:30 non male. E se invece del criceto provaste a mettere che so… un membro della famiglia, atletici siete atletici no?

  6. Giusto Federico :D
    Qui si canta vittoria troppo presto, ma in realtà c’è ancora una lunga strada da percorrere per liberare i criceti dalla schiavitù.
    Da bravo paraculo tendo a precisare, che si sappia, che non è colpa mia, appena io metto perfettamente a punto una cosa, arriva qualcun’altro dopo di me che apre la gabbia dei poveri roditori dando comandi a caso e fa di nuovo bloccare il server :-P
    E’ un gomblotto!

    p.s.: grazie Joe Tempesta, il bonifico è già partito :’D

Rispondi