Dite ad Angiolina Jolie che non voglio vederla

E’ durissima da ammettere, ma forse Romano Prodi ha fatto una cosa giusta.
Sarà che ha fatto una cosa che potrebbe sembrare una follia: ha rifiutato un appuntamento ad Angelina Jolie, donna che molti considerano la più bella del mondo. L’ha rivelato lei: l’attrice, da tempo votata a campagne umanitarie, gli aveva chiesto un incontro durante un suo passaggio di due giorni all’Onu. Lui le ha fatto sapere che non aveva tempo: perfetto. Giusto.
Le attrici e i cantanti che d’un tratto si buttano anima e corpo nelle cause umanitarie (da Jane Fonda a Jovanotti, dai coniugi Pitt sino a Bono degli U2) hanno spesso la mentalità idealistica di quando avevano 14 anni, giunti all’acme del successo cercano di restituire una densità a delle carriere legittimamente votate all’effimero, ma il loro semplicismo sconta il prezzo di tutte le mode: crea conformismo, i riflettori che in questo modo vengono puntati su un problema sono direttamente proporzionali al buio che resterà subito dopo. Il saldo è zero.
Al flusso segue un riflusso di pari leggerezza: con l’aggravante che l’occupazione divistica del proscenio, frattanto, ha magari tolto la parola a scienziati, studiosi, politici, volontari, gente che un problema spesso lo conosce davvero, e non di rado vi ha dedicato la vita.

(Visited 7 times, 1 visits today)

10 Comments

  1. La visibilità del testimonial è fondamentale per qualsiasi riuscita. Sia che si venda un prodotto sia che si venda una tragedia. Alcuni sono più credibili ed altri meno, ma tutti trascinano giornalisti su argomenti altrimenti sconosciuti.
    Non è la stessa logica degli ambasciatori dell’Onu?

  2. Infatti pure gli ambasciatori dell’ONU non servono ad un tubo.
    Si, il personaggio fa accendere le luci dei riflettori, ma poi questi cosa illuminano? Per trenta secondi illuminano il problema, cosa inutile perchè tanto non risolve niente, poi si concentrano solo sul personaggio, su la Jolie che tutta truccata stringe a se bambini neri e smunti dicendo che li c’è sofferenza ma che c’è felicità e bellezza nelle piccole cose, oppure Diana che fa finta di passeggiare in un campo minato appena sminato per l’occasione e di cui nessuno spettatore si interessa di saperne l’ubicazione, campo che verrà dimenticato a fine servizio, così come tutti gli altri ancora minati.

    Tutta fuffa…come il concertone ecologico di tempo fa, la gente che non può buttare la bottiglina d’acqua ed i VIP-cantanti che si spostano con jet privati,pellicce,bagagli da reggimento e poi vogliono pure le fragole fresche in camerino.

  3. Scusate l’intromissione, premetto che non voglio discutere del due di picche dato alla Jolie da Prodi.
    Ho avuto il piacere di vedere gli interventi di Facci a Porta a Porta ed a Omnibus sul caso Grillo: mi chiedo come si possa andare in tv e trattare in questo modo delle persone che semplicemente commentano delle notizie di un blog, o che ci scrivono sul blog, come peraltro fa anche Facci. Voglio solo chiarire che non sono un grillino o tale, non mi dilungo ulteriormente perchè non è il luogo per farlo, ma bisogna iniziare a capire che il vero problema non è Grillo, dev’essere questo il punto di partenza!!!

  4. Facci ci dice che forse Prodi ha fatto una cosa giusta non incontrando Angelina Jolie, e che ciò è difficilissimo da ammettere. Ora io, non so se a torto o ragione, ne deduco che tutto il resto che ha fatto Prodi è sbagliato. Potrei anche dedurne che l’ammissione è difficilissima poiché Facci si considera su una posizione politoco-ideologica contraria a quella che ispira la maggioranza di governo, ma dando credito di lealtà e di obiettività a Facci considero questa ipotesi secondaria rispetto alla prima.
    A questo punto però domando e chiedo a Facci la cortesia di sostanziare con esempi concreti gli errori che Prodi ha fatto in questo anno e tre mesi di governo da giugno 2006.

    Lo chiedo semplicemente per una cosa, perché oltre a sentire generiche accuse, da parte ,mai sento dettagliare i motivi di queste critiche e mai sento fare proposte alternative che non siano vaghi proclami di abbattimento fiscale senza un fondamento economico, proclami a cui dovremmo essere vaccinati dopo i cinque anni di governo Berlusconi nei quali ci erano state promesse due aliquote al 23% ed al 33%, e siamo stati lasciati con una pressione fiscale sostanzialmente invariata ma con un deficit intorno al 5% reale, sentiamo proclami di riduzione della spesa pubblica mentre nei cinque anni di governo Berlusconi la spesa pubblica al netto degli interessi è passata dal 37,6% al 39,9% del PIL. Oltretutto peggiorandone drammaticamente l’incidenza tra spesa corrente e quella in contro capitale (parte relativa agli investimenti) e la qualità. Un caso per tutti il baratro del debito fatto nella sanità dalla regione Lazio nei cinque anni di Storace, circa 10 miliardi di euro, debito che la regione Lazio si porterà per trenta anni, che è la durata del mutuo che è stato contratto con lo stato.

    Ringrazio anticipatamente per l’eventuale risposta.

  5. « Noi abbiamo vaso al suolo questo Paese, ma non abbiamo aumentato le tasse! »
    (Giulio Tremonti-Corrado Guzzanti)

    penso che tra una seduta spiritica e l’altra Prodi avrebbe potuto pure incontrare la Jolie.Fermo restando che finchè non sarà fatta chiarezza sugli effetti perversi dei fondi raccolti con la beneficenza stornati su progetti tutt’altro che umanitari non è sbagliato essere scettici

  6. di riflesso è un post contro Grillo, lo sport preferito da F.F in questi utlimi giorni (vedere comparsate in ogni studio televisivo)
    Ormai Facci lo conosciamo, ma a me resta simpatico.

  7. Non voglio commentare nemmeno io su Prodi e la Jolie… liberi di fare quello che vogliono… Su Facci dico che una persona che detto certe cose in televisione a Porta a Porta, dovrebbe perlomeno scusarsi… Grillo ha fatto pure i suoi sbagli, ma a me ha fatto venire il voltastomaco quando parlava di un incidente “in strane circostanze”, avevo quasi paura di Grillo in quel momento, poi ho capito che Facci è solo incompetente e mi sono tranquillizzato!

  8. Facci smettila di fare il Travaglio dei poveri non ne hai ne la competenza ne la capacità,scusati con tutti quelli che hai insultato e cambia mestiere.

Rispondi