Si diventa grandi

Ho letto questo.
E, da vecchia lettrice (e autrice un po’ pigra) di Macchianera, nonché antichissima frequentatrice di questa zona della rete, vorrei ringraziare Mauro  a mia volta, ché era pure ora:  perché ce lo abbiamo in casa, il vincitore  per la “satira web” del più prestigioso premio italiano del settore, e lo leggiamo da anni. Mica paglia.
Mi limito a riproporre qui quello che ho già scritto da me. Sennò finisce che mi lascio prendere la mano e ci scrivo 50 paragrafi nuovi, sul mio vignettista preferita, e divento tutta retorica e poi lui – giustamente – si imbarazza
.


Il tempo su internet sembra sempre una specie di grande presente, pensavo.
Invece passa velocissimo, se ci fai caso, oppure è che qui si invecchia pure internettianamente e mi pare ieri, quando avevo un blog appena nato e linkavo GranBaol.

Adesso faccio un post su Mauro Biani che va a prendersi il suo premio per la Satira Politica a Forte dei Marmi, invece, e mi pare che sia passato più o meno un quarto d’ora, anziché un po’ di anni.

MAURO BIANI (satira sul web) Nel web dei nuovi tribuni, c’è chi fa satira come un “rutto ringhioso al potere, agli intoccabili, a chi si sente depositario della ‘serietà’ “. Questi è Mauro Biani, il vignettista italiano più impegnato della rete, che frequenta sin dai tempi del Gran Baol, fino ad arrivare al suo popolarissimo blog e alle sue innumerevoli collaborazioni: da MegaChip, ad Arcoiris a Macchianera e tanti altri. Satira senza sconti, senza perbenismi, senza censure, ma sottilmente impregnata di un fine pedagogico che rifugge al sorriso compiacente per parlare e far riflettere.


Congratulazioni al mio vignettista preferito: non solo perché è bravissimo, ma anche perché è limpido e – ma davvero – generoso.
Tanto.
Stra-baci, Maure’.

(Visited 6 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. La realtà è che il panorama degli autori di MN è veramente bbbuono. Se il Neri un giorno ci mette un progetto editoriali, diventiamo meglio di Cuore.
    Solo che adesso si è innamorato. E per giunta di una romana! :-D

  2. Lia, non posso che condividere questa riconoscenza. Anche io mi ricito, per non dilungarmi oltre: “i disegni di Mauro mi fanno provare una forte nostalgia dell’innocenza, della semplicità che a volte mi sembra aver del tutto smarrita, dell’ingenuità che dovrebbe meravigliarmi del mondo. E chissà che questa nostalgia non mi porti davvero a migliorarmi”

    Davvero bravo. Davvero generoso.

  3. Lia, che dire? Hai colto in pieno: limpido e generoso. Io dico questo: “i disegni di Mauro mi fanno provare una forte nostalgia dell’innocenza, della semplicità che a volte mi sembra aver del tutto smarrita, dell’ingenuità che dovrebbe meravigliarmi del mondo. E chissà che questa nostalgia non mi porti davvero a migliorarmi”.
    In questo mi ritrovo con la motivazione del premio. Una motivazione che omaggia anche Macchianera, citandola. Insomma c’è davvero di che essere contenti e… orgogliosi.

  4. Beh,non è ancora Altan o Ellekappa,ma sicuramente è uno che sa giocare sul serio(e capisce al volo le battaglie che vale la pena di combattere)

  5. Che vuol dire, Diamonds, “non è ancora”? Ogni artista ha le sue caratteristiche…Anche Ellekappa non è ancora Mauro Biani. Non credo esistano classifiche di merito o di bravura. Direi una bugia se ti dicessi che Biani mi fa ridere come Ellekappa, ma anche se ti dicessi che Ellekappa mi fa riflettere come Biani. Poi Biani ha certamente tutta una strada di esperienza da percorrere, ma vedo che non gli mancano le opportunità (scrive praticamente su tutto). Condivido quello che dice animasalva.

  6. premio meritatissimo,il migliore in italia inq uesto momento !!!

    ma molti altri premi sono ingiustificabili(vedi antonio ricci,cornacchione o braida l’anno scorso,uno che ora è a buona domenica…)
    tra l altro un altra cosa assurda:ellekappa non ha mai vinto il premio satira forte dei marmi…praticamente l hanno vinto tutti i vignettisti più importanti d italia..boh

Rispondi