8 Comments

  1. Tre giorni fa ha detto che tra IRAN e USA non è in atto nessuna pre-guerra e che nessuno sta pensando all’atomica. Verificare anche questa ipotesi please.

    (ah, perchè se un Hitler qualunque tira una scoreggia se ne parla, ma se si parla di armi nucleari allora non è cool? forse perchè alla fine dentro il world trade center meritavano di esserci quelli che scrivono e leggono blog e vivono nel nulla)

  2. Purtroppo her Flugzeugwerke Reichsmarschall Hermann Göring non è morto.E lotta insieme a noi(contro di noi,per la precisione.Rispedirlo nel cesso è la nostra mission)

  3. Medo, se per te il fatto che Ahmadinejad consideri i gay un problema da “rimuovere” ha la stessa importanza delle sue scoregge significa che della cosa non potrebbe fregartene di meno. Che va benissimo, ma allora perché commenti, scusa?
    Se preferisci che sui blog si discuta di quello che A. ha detto riguardo ad altro potresti magari iniziare a scriverci su un post tu invece di partire in quarta a flammare, non ti sembra?
    Ognuno tira l’acqua al suo mulino: se permetti, la cosa mi tocca forse un po’ più da vicino di quanto non tocchi te (vedi blog), e non ne scrivo perché è “cool”. Personalmente sono dell’idea che se un post non mi interessa evito di commentare e passo ad altro, evidentemente tu no.

  4. Massimo rispetto per “l’acqua che tiri al tuo mulino”, cioè per il tuo impegno personale.
    E’ solo che nella lista delle amenità dichiarate da Ahmadinejad ve n’è altre di portata cross-gender, se mi passi il termine.
    In altre parole, è come se io, a fronte di minacce indirizzate ad un’indistinta umanità da parte di un qualsiasi potente del mondo, lo giudicassi solo concentrandomi sulle sue idee circa la questione femminile (e quelle di Ahmadinejad in merito, è eufemisticamente discutibile alla stessa stregua).
    Ti inviterei ad allargare gli orizzonti. Senza polemica.

  5. Virginia, se provi a farti un giro sui blog gay in rete vedrai che ci sono una marea di post riguardo proprio a quella dichiarazione di Ahmadinejad, e non di tutti i suoi altri sproloqui.
    Il che non vuol dire che non ci si debbe preoccupare di questo signore indipendentemente dalle proprie preferenze sessuali, ma non stiamo a fare del benaltrismo, però.
    Vorrei vedere come reagirebbero gli “uomini veri” che bazzicano questo blog, che presumo siano la maggioranza, se il presidente di un qualche stato un bel giorno decidesse di impiccare, lapidare, torturare o sbattere in galera tutti quelli a cui piace la fuffina. Altro che le vignette, ci fareste.
    Delle signore non dico, anche perché mi pare che in Medio Oriente non sia concepibile da nessuna parte che una donna possa provare un qualche desiderio sessuale, quindi il problema non si pone (e anche qui ce ne sarebbe eccome da discutere, ma non credo che un post basterebbe).

Rispondi