Donnina

Nel casino seguito alla vicenda strettamente personale dell’onorevole Mele spicca, fulgida come la stella cometa, la parola donnina.
Da un’intervista a La Stampa:

Faccio una riflessione a voce alta: quanti parlamentari vanno a letto con le donnine?

Non gliene frega nulla al mio elettore se io vado con una donnina. A lui interessa che io risolva i problemi del territorio

Ma che vuol dire? Donna di facili costumi? Battona? Una che la dà a tutti?
Non so a voi, ma a me odora tutto di parrocchie, sagrestie, baciapile e commenti pesanti sulle donne che lavorano su una strada.

(Visited 16 times, 1 visits today)

9 Comments

  1. Allora secondo quanto riportato dalla stampa abbiamo un individuo, indagato per affari di tangenti, immischiato in vicende di prostituzione, implicato in giri di giochi d’azzardo e dedito ai festini a base di coca e squillo, mentre pubblicamente si presenta come difensore dei valori tradizionali della famiglia cristiana.

    Spero che non sia un riassunto cavilloso e partigiano della questione, ma mi sembra abbastanza conciso e preciso, ferme restando le cautele sulla veridicità di quanto riportato, di quanto stabilirà la magistratura, di quanto dichiarerà l’interessato, etc. etc. etc.

    A questo punto la domanda più immediata e diretta è: che ci fa un personaggio del genere, non tanto nell’UDC, ma proprio in Parlamento? Perché questo profluvio di energie nel difendere un soggetto di questo livello, piuttosto che chiedersi come c’è arrivato ad occupare quel posto e che ci fà lì?

  2. Slowfinger, Mele si e’ dimesso dal partito, non dal Parlamento.

    Bene MJ sopra, la distinzione e’ fra stili di vita (o presunte tali) che un politico coltiva in privato e stili di vita che un politico vuole imporre agli altri, anche se gli altri non sono d’accordo.

  3. Slowfinger, Mele si e’ dimesso dal partito, non dal Parlamento.

    Bene MJ sopra, la distinzione e’ fra stili di vita (o presunte tali) che un politico coltiva in privato e stili di vita che un politico vuole imporre agli altri, anche se gli altri non sono d’accordo.

  4. ” Quanta cavillosità, avro mica centrato in pieno?”

    No, semplicemente, hai scritto una sciocchezza.Se poi tu chiami cavillosità cercare di spiegare perchè hai scritto una sciocchezza, la prossima volta mi limiterò a dire solo che hai scritto una sciocchezza, appunto.
    Per il resto, dubito che Bertinotti abbia mezzi di produzione tali da poter essere divisi con gli altri, o che i suoi beni restino fruttuosamente succosi una volta condivisi con altri.

    ( per la cronaca, NON sono una rifondarola, e non li ho nemmeno votati. Solo che quelle simpatiche e spesso ottuse teste di ca**o si meriterebbero qualcosina in più delle tue tesine : comunista= persona che vuole l’abolizionedella propietàprivata=devespogliarsi di tutti i suoi beni e condividerli con gli altri, altrimenti non vale.)

  5. Fabrizio, intendevo il punto della discussione.
    Quanto a quello del post, mi pareva che fosse chiaramente contestualizzato, piuttosto che riferirsi al mero uso dei diminutivi da parte di un cattolico.
    Però sul tema del post sono di aiuto le dichiarazioni della “donnina”:
    «Non sono una santa ma una che ha reagito a una vita grama cercando di tirarsene fuori, e sognando un futuro ricco e felice. Volevo soldi, volevo successo, volevo una vita migliore». Ha pure detto di avere «una madre molto religiosa, un passato di anoressia e depressione, un presente fatto di frequentazioni di persone importanti e danarose».
    A questo punto direi che stavolta ha sbagliato frequentazione. Non so se per lei fosse stato meglio incontrarsi con un altro UDC o con un politico più coerente. Certo è che c’ha guadagnato sul fronte umanitario. Pensa solo se avesse scelto di fare la diecina o qualche altro tipo di –ina desnuda.
    MJ, forse non fai attenzione neppure ai tuoi, di scritti. Visto che non ti sei accorta di darmi ragione.
    Carlo, noto che sei in fissa con la questione degli stili di vita imposti anche a chi non è d’accordo. Qualche cattolico ti ha minacciato con una pistola o magari ti ha prospettato di ardere per sempre all’inferno?

  6. “Carlo, noto che sei in fissa con la questione degli stili di vita imposti anche a chi non è d’accordo.”

    Virginia, noto che a te il tema non interessa molto. Chi vorrebbe l’eutanasia, tanto per fare un esempio, non la pensa cosi’. Magari diventerai piu’ sensibile quando ad essere discriminato sara’ il tuo gruppo. Per esempio, davanti al fatto che in Turchia vengono discriminati i cristiani, tu non puoi opporti dicendo “questo e’ illiberale, la religione e’ una scelta personale”.

    Se no e’ il solito schema per cui uno si appella ai diritti solo quando gli fa comodo.

  7. ” MJ, forse non fai attenzione neppure ai tuoi, di scritti. Visto che non ti sei accorta di darmi ragione.”

    Davvero, Virginia? Allora sei d’accordo sul fatto che hai fatto un esempio del cavolo? Perchè io ho scritto questo.Oppure sei d’accordo su ciò che ho scritto che IN GENERE non ci dovrebbe interessare ciò che un parlamentare fa della sua vita privata a MENO CHE, come in questo caso, la sua vita privata non entri in aperta contraddizione tra i valori che sbandiera pubblicamente? Perchè io ho scritto anche questo.Oppure volevi solo darti ragione?

  8. Carlo, quello che qui si discute è appunto la “coerenza rispetto ai principi” sostenuti dal partito. Casomai è Bertinotti, a doversi dimettere dalla sua alta carica istituzionale, per i motivi suddetti. Si parla ovviamente di comunismo teorico, perché nel socialismo reale la distinzione tra potere e comunismo è inesistente quanto funzionale alla repressione dei diritti.

    Mj, senz’altro.

Rispondi