Lavoratore attento, qui il vento non fischia ancora

schioppa.gifLa legge Biagi non corre rischi di essere peggiorata. (ndb: con “peggioramento” il genio può intendere due cose, che fanno a gara per livello di terrore; ciascheduno scelga l’interpretazione che pare più compatibile con il livello di umidità del proprio habitat, e quindi più rispettosa dell’ambiente).
(Tommaso Padoa-Schioppa presentando il suo “Italia, un’ambizione timida”)

Se serve un ghostwriter, mi faccio avanti. La prossima potrebbe essere questa:

L’età pensionabile non corre rischi d’essere innalzata al giorno della morte.
(Visited 1 times, 1 visits today)

11 Comments

  1. il problema è che da quasi venti anni ormai i provvedimenti legislativi sembrano “le trovate di un ubriaco”(tipo quel sogno che feci tempo fa in un noto etilista della mia zona dipingeva macchie nere su bianchi cani incrociati per rivenderli ai gonzi spacciandoli per dalmata)

  2. secondo me, i provvedimenti legislativi degli ultimi vent’anni sono lucidissimi. Potrebbero riassumersi in: paga per tutti il lavoro dipendente.

    Certo che un politico che parla in culo alle condizioni, opinioni e vantaggi di mezzo Paese fa impressione.

  3. Dopo Veltroni, Bindi, Letta, Colombo, Adinolfi, Cangini, Gavazzoli Schettini, Gawronski, Pannella, Bonino e Di Pietro, gira voce che anche una delle Diecine parteciperà alle primarie del PD.

  4. Sì, la voteranno iMille con un sistema di palette. O meglio, diranno che vogliono votarla e poi, all’unanimità, eleggeranno Melissa Satta che gli dà più garanzie.

    (Scusate, non ho resistito :D)

  5. Ormai l’incubo di Marx si è avverato: comanda confindustria, si parla solo ed esclusivamente di soldi e produzione, e una legge è “buona” se va nella direzione dell’economia dominante (lavorare di più, aumentare la produttività, abbassare i salari).
    Di qualità della vita, di rispetto umano, di solidarietà sociale (cose assolutamente compatibili con l’economia liberale) ormai non si parla più :(

  6. Comunque,a proposito di dichiarazioni “sul filo del paradosso” o fraintese,credo fermamente che il Signor Cesa ,se esistono testimonianze a proposito degli auspicati aumenti negli emmolumienti dei parlamentari,debba rassegnare dimissioni irrevocabili.La sua è una provocazione degna di quella delle brioche di Maria Antonietta. Davvero troppo(l’onorevole Mele invece deve rimanere al suo posto.Come monumento vivente all’ipocrisia,in ottima compagnia bipartisan)

  7. Mele credo entrerà nel gruppo Misto (tipo: la rumenta dei parlamentari). Però ancora più squallido di Mele e Cesa è stato Grillini, che fa un bel disservizio a tutta la comunità omosessuale tentando di insinuare che Mele fosse in camera con un uomo. Sempre se non ho capito male le dichiarazioni sibilline dell’onorevole.

  8. Capirai, uomo o donna non è questo il punto.
    Squallido, appunto, enormemente squallido chi improvvisa un merletto di Burano su un patchwork di munnezza (e non certo per la storia della prostituta).

    P.S.
    Ma visti i tempi, gli egreGGi parlamentari perchè non optano per una sana, sanissima….ehm… pippa?

Rispondi