Teppismo mediatico

Sapevo che sarebbe stato difficile rimanere all’oscuro del finale della saga di Harry Potter fino al termine della lettura. Ma non sapevo quanto. Pensavo che sarebbe stato sufficiente acquistare il libro appena uscito in inglese, leggerlo in fretta, e nel frattempo evitare siti fantasy, mailing-list letterarie e affini, in cui qualche sconsiderato poteva farsi sfuggire qualche cosa per sbaglio. Ma mi illudevo. Oggi alle due di notte ho aperto il sito di La Repubblica Online, e il finale campeggiava a caratteri cubitali come primo titolo della colonna di destra, con un rilievo tale che è impossiible non leggerlo alla prima occhiata.
Una volta, qualcuno che si fosse piazzato all’ingresso di un cinema gridando a squarciagola l’identità dell’assassino sarebbe stato definito teppista. Questi, come li possiamo definire?
Non credo di sbagliare se dico che la stragrande maggioranza delle persone appartiene a due categorie. Quelli a cui non frega assolutamente niente di Harry Potter, e tantomeno del fatto che viva o muoia. E quelli che hanno seguito la saga per anni fino a questo punto, e che amerebbero potersi godere il libro apprezzandone ogni sorpresa. Coloro che hanno bisogno di sapere il finale a pochi minuti dall’uscita sono una minoranza di decerebrati. Cui La Repubblica ha pensato bene di rivolgersi, a scapito di tutti gli altri. Un perfetto esempio di come funziona l’informazione oggi.

(Visited 14 times, 1 visits today)

5 Comments

  1. In effetti, Piti, pur volendo non ho capito: un OT è un OT, nè più nè meno, quanto ti allontani è soggettivo, il mero allontanarsi è oggettivo…

    “Se avessi detto che HP è una lettura appassionante (…)”.
    Già, forse nel caso avrei colto cmq l’OT, mi avrebbe comunque dato lo stesso fastidio (come me ne dà l’allontanarsi dalla discussione) ma non te l’avrei fatto notare: a che pro avrei dovuto ?

    Uno può criticare (ehi, è un paese libero) qualsiasi cosa voglia.
    Certo, uno dovrebbe conoscere quel che critica, non dovrebbe disprezzare aprioristicamente adducendo luoghi comuni: ‘HP è una moda’ come se leggersi sette libri, magari qualcuno pure in lingua originale, cosa che richiede impegno (impegno che uno che liquida HP come moda molto comodamente si risparmia) possa essere una moda…
    Certo, uno non dovrebbe mai criticare per benaltrismo: chi perde tempo a discutere qsa sostenendo che è stupido discuterne insulta per primo se stesso (“E comunque, sono scemo io che sto a cercare di spiegare quanto sia ridicolo l’affliggersi per l’anticipazione del finale di HP.”)…

    Ma nel momento in cui, questo già criticabile ed inconsistente disprezzo diventa occasione per rovinare l’altrui piacere (senza alcun interesse se non il misero ‘Io non mi diverto allora non dovete voi neppure’), credo che ci si possa legittimamente scocciare e dare del cialtrone, al minimo, a chi tale condotta porta avanti.

    Per inciso, è dal secondo libro della Rowling che girano, più o meno affidabili, spoiler, ma questo non ha tolto (a me e spero ad altri) il piacere di legger nessuno dei libri.
    Non mi ha danneggiato.
    Come non mi danneggia chi compie un qualsiasi atto sgradevole, maleducato, (spesso) illegale…

  2. a) Continuo a ritenermi innocente del reato di off-topicismo ascrittomi.

    b)Non capisco dove mi autoinsulto, implicitamente o espressamente, se non nel paradosso di darmi dello scemo a me medesimo perchè faccio notare un comportamento che ritengo sciocco a chi lo compie, sperando che costui lo comprenda.

    c) Io non so se critico per benaltrismo, questo lo dite voi: non mi pare di aver detto benaltro da almeno dieci anni.

    d) me ne frega zero di rovinarci il piacere di leggere HP

    e) le tue sono motivazioni pretestuose: ti è stato sui piedi che io abbia trovato sciocco il comportamento di gente adulta che se la prende per la ragione nota. In ragione di ciò, ti arrampichi sugli specchi per demolire la mia opinione in topic.

    Non passare con la coda troppo vicino ai falò. E’ di un materiale infiammabile.

  3. Ma com’è che siamo partiti lamentandoci della maleducazione e cialtronaggine ignorante dei media e siamo arrivati ad insultare e dare del minorato mentale a chiunque legga HP?
    Dov’è il nesso? Dov’è il senso?
    Trollaggine?
    Necessità di sfogare in un modo qualsiasi l’aggressività accumulata durante la giornata?
    Mi pare eccessivo e fuori luogo.

Rispondi