I ragni hanno fatto il nido nel portamatite

Il mio portamatite di pietra ha la forma di un sasso, invece è un portamatite.

È un oggetto di rara entità, in quanto così perfettamente ermetico che non si apre né si chiude. Perciò è del tutto inaccessibile persino alle matite. Tuttavia i ragni, con le loro zampette di tungsteno, sono entrati nel portamatite.

Hanno fatto così: prima hanno individuato il portamatite. Poi si sono nascosti in un angolo dove nessuno li può vedere e hanno filato la loro bava per circa un cronotopo e mezzo. Bisogna specificare che la vita di un ragno consiste di poco o niente, perciò secondo loro ci hanno messo parecchio. Io intanto ero via per lavoro.

Mi avevano spedito in una città di mare a raccogliere il materiale necessario alla misurazione del tempo. Trattasi di banalissima sabbia ovvero interiora per clessidre. Nel mentre setacciavo altrove, i ragni tessevano un sentiero di bava ai danni del portamatite situato nella mia dimora.

Attualmente, sapendoli dentro il portamatite, non mi riesce di setacciare la sabbia come si deve. Perciò prendo la prima nave e raggiungo il portamatite. Lì, proprio dove l’avevo messo e così come l’avevo lasciato, trovo il portamatite.

Me ne rallegro e torno al mare con in tasca un portamatite di scorta che sembra portamatite, invece è un sasso normale di quelli che si trovano dappertutto e allora si possono anche perdere ché tanto neanche ai ragni gliene frega niente di farci il nido dentro questo genere di.

(Visited 16 times, 1 visits today)

16 Comments

  1. tempo fa avrei gridato alla porcheria, all’inutilità, al non capirci un cazzo.
    oggi direi solo “che bella”.
    ma forse se non dico niente è pure meglio.

  2. Non vedo perché non dovresti aver trovato il portamatite. L’hanno occupato, non spostato. I ragni sono ancora dentro con le zampette di tungsteno e tutto il resto. Ma non essendo in alcun modo apribile non cambia niente nella funzionalità del portamatite stesso.

  3. Resta che se tu ti chiamassi Anna Rossi, con roba così non ti si inculerebbe nessuno…

  4. Il nostro smorfiologo di fiducia ci ricorda che i ragni significano regali in arrivo.La mia mitografa prediletta ne ha un orrore ancestrale.Ieri mi recai in bagno per una lunga seduta quando con terrore mi accorsi di aver scordato il corroborante Micromega,fondamentale per il preciso espletamento di certe funzioni(voi mi comprenderete).Ho surrogato l’obbrobriosa carenza col manuale dell’agente immobiliare ormai relegato al rango di ruota di scorta per deiezioni acrobatiche e,alla nota 45 della pagina quarantatre ho ritrovato la seguente dicitura:

    “La si può definire una struttura di pensiero autoreferenziale,ossia che trova conferma nelle sue stesse premesse. Edward De Bono in “il pensiero laterale”,racconta come uno studente,dopo avere ipotizzato che i ragni odano con le zampe,proceda con la dimostrazione sperimentale della sua teoria.Addestra un ragno a saltare tutte le volte che grida “Salta”.Durante l’esperimento lo studente grida varie volte “Salta” e il ragno tutte le volte risponde saltando,quindi procede strappando le zampe al ragno e poi grida nuovamente “Salta” e il ragno non salta più.Ecco che lo studente ritiene di aver così dimostrato che i ragno odono con le zampe.”

    p.s. poor spider.Poor us

  5. In vista del 12 Maggio – per la celebrazione del 33mo anniversario della grande vittoria riportata dal popolo italiano con il referendum che respinse la richiesta di abrogare la legge Fortuna Baslini istitutiva del divorzio, e in concomitanza del cosiddetto “Family day” –  ti invitiamo a partecipare alla manifestazione “Coraggio Laico” proposta dalla Rosa nel Pugno, con lo Sdi e il Partito Radicale, e che speriamo possa allargarsi alle grandi organizzazioni e personalità laiche del Paese oltre a quelle che ad oggi hanno già comunicato la loro adesione e che ti alleghiamo.             
    La manifestazione-concerto si terrà il 12 maggio a partire dalle ore 15.30 a Piazza Navona a Roma. Per noi, “Laico è Futuro” e, proprio per questo, dobbiamo tutti, avere il coraggio di lottare per la laicità dello Stato che, quando si afferma, non discrimina, non esclude, non penalizza, ma consente a tutti di scegliere responsabilmente la propria vita e di organizzarla pacificamente senza fare violenza ad altri. Dobbiamo renderci conto che coloro che si ritroveranno a piazza San Giovanni – e saranno tantissimi per il battage pubblicitario che è stato fatto – sono richiamati dagli eredi degli sconfitti del 1974, mobilitati per ottenere una clamorosa rivincita contro: illuminismo, laicità, liberalismo, relativismo, nel giorno proclamato ”Family Day”.              
     E’ per questi motivi che ti rivolgiamo un invito e un appello alla partecipazione e alla mobilitazione. Noi, che non abbiamo i “potenti mezzi” dei clericali che organizzano il family day, dobbiamo farci forti delle nostre convinzioni e contare molto sul “passaparola”, anche quello che puoi fare tu inviando questa o un’altra email a chi conosci, facendo delle telefonate, chiedendo ad una radio o un giornale locale che conosci di dare notizia della giornata del 12 maggio: una giornata che dovrebbe essere della fierezza, dell’orgoglio e del coraggio dei laici e democratici italiani. Organizzare, improvvisare in pochissimo tempo le grandi manifestazioni e concerti di Piazza Navona, per tornare a farne anche grandi eventi politici e popolari, è certo impresa molto difficile. Ma sta a noi, come oltre trenta anni fa, dare la misura e la conferma del persistere della forza civile del nostro Paese.             
    Se questo 12 maggio – che può rappresentare, veramente, la mite e dolce rivoluzione dell’amore civile – ti interessa, scrivici per dirci cosa vuoi e puoi fare o, semplicemente (ma è molto importante!), per dirci che ci sarai.
     
    A questo link http://www.radioradicale.it/il-mito-della-famiglia-naturale-la-rivoluzione-dellamore-civile ti segnaliamo anche l’importantissimo convegno che si terrà sempre il 12 maggio, per tutta la mattinata a partire dalle ore 10
     
    Ti aspettiamo! Un caro saluto

    Rita Bernardini
    Segretaria di Radicali Italiani
    Maria Antonietta
    Farina Coscioni
    Presidente di RI
    Elisabetta Zamparutti
    Tesoriera di RI

    Maurizio Turco
    Deputato Rosa nel Pugno
    e Vice Presidente PRT
    Marco Beltrandi 
    Deputato Rosa nel Pugno
    e Vice Presidente PRT
    Marco Cappato
    Parlamentare europeo
    e Vice Presidente PRT

     

    Per aderire 06 689791 – fax 06 6880211 – info@radicali.it

    ………..

    Le adesioni al Comitato Promotore

    Esponenti politici:

    Emma Bonino, Enrico Boselli, Marco Pannella, Rapisardo Antinucci, Fulvia Bandoli, Marco Beltrandi, Rita Bernardini, Giuseppe Caldarola, Marco Cappato, Enrico Costa, Sergio D’Elia, Mauro Del Bue, Stefano De Luca, Antonio Del Pennino, Maria Antonietta Farina Coscioni, Turi Grillo, Ugo Intini, Carlo Leoni, Gerardo Labellarte, Carla Martino, Maria Fida Moro, Francesco Nucara, Mario Pepe, Beatrice Rangoni Machiavelli, Dario Rivolta, Lanfranco Turci, Maurizio Turco, Roberto Villetti, Elisabetta Zamparutti, Saverio Zavettieri.

    Forze politiche, testate e Associazioni promotrici :

    RnP, SDI, PRT, PLI, PRI, PSDI, SDI, Radicali Italiani, Associazione Luca Coscioni, Verdi, Socialisti Italiani (SI), FGS, Rosa Arcobaleno, Radicaliroma, FGS Roma, Liberali Italiani – Comitato per l’Unificazione, Di’Gay Project, Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, Gruppo Pesce, Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, Circolo UAAR Roma, Liff (Lega Iialiana famiglie di fatto), Arcilesbica, Arcilesbica Roma, Arcigay Roma, Comitato Provinciale Arcigay di Cremona, CGIL Nuovi Diritti, CGIL Nuovi Diritti Roma, Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno”, Famiglie Arcobaleno, Associazioni di Genitori, Parenti e Amici di Omosessuali, Associazione Culturale Forum Terzo Millennio, AltreVie, Italia Laica, No God, Libellula 2001, Arcigay Nazionale, Consulta Romana per la Laicità delle Istituzioni, Gay Left – Consulta LGBT DS; CS LGBT Tondelli – Bassano del Grappa  VI, CS LGBT La casa di Giano – Montebelluna  TV, CS LGBT! Scledense – Schio  VI, COVI Conviventi Vicentini; Amica cicogna Onlus e la sezione di bambini ospedalizzati e non di Amica Cicogna, Salon Voltaire, Associazione Italiana Transumanisti; Articolo Tre (Palermo) discoteche di Roma (GOA, Alien, Piper, L’Alibi, Qube, SupperClub, Gilda), testate giornalistiche (E Polis, Liberazione, Il Riformista, Radio Radicale);  

    Tra le personalità hanno aderito:

    Giorgio Albertazzi, Barbara Alberti, Zeudi Araya, Marco Bellocchio, Eugenio Bennato,  Giorgia Bongianni, Candido Cannavò, Pino Caruso, Alessandro Cecchi Paone, Claudio Coccoluto, Serena Dandini, Francesca D’Aloja, Massimo D’Apporto, Luciano De Crescenzo,Don Gallo, Domiziana Giordano, Gianni Ippoliti, Luciana Litizzetto, Cristiano Malgioglio, Milva, Ferzan Ozpetek, Adele Parrillo, Giuseppe Piccioni, Platinette, Francesca Reggiani, Davide Riondino, Pasquale Squitieri, Oliviero Toscani, Ornella Vanoni, Dario Vergassola, Mina Welby

    Fra gli accademici, professori, scienziati:

    Bruno Azzerboni (Straordinario di Elettrotecnica all’Università di Messina) Giovanni Blandino (Coordinatore Consorzio Europeo Active P53, Istituto Regina Elena, Roma) Giuseppe Boccignone (Associato di Fondamenti di Informatica all’Università di Salerno) Claudio Brancolini (Associato di Biologia Applicata all’Università di Udine) Davide Caramella (Associato di Radiologia all’Università di Pisa) Gilberto Corbellini, Roberto Defez (Ricercatore all’Istituto Internazionale di Genetica e Biofisica CNR Napoli) Achille Ghidoni (Ordinario di Genetica all’Università di Varese Insubria) Guido Gosso (Ordinario di Geologia, all’Università di Milano) Margherita Hack, Massimo Levrero, (Associato, Dip. di Medicina Interna, Università La Sapienza, Roma)  Giulio Maier! (Ordinario di Ingegneria Civile e Ambientale al Politecnico di Milano) Monica Mottes (Associata di Biologia all’Università di Verona) Michela Muscettola (Associata all’Istituto di Fisiologia Generale e Scienza dell’Alimentazione, Università di Siena) Demetrio Neri, Gianfranco Pasquino, Luca Sineo (Straordinario di Antropologia all’Università di Palermo) Silvano Presciuttini (Professore di Genetica all’Università del Molise) Ada Sacchi (Direttore Dipartimento Oncologia sperimentale, Istituto Regina Elena, Roma) Massimiliano Savorra (Associato di Storia dell’Architettura, Università del Molise) Sabrina Strano (Ricercatrice, Istituto Regina Elena, Roma) Piergiorgio Strata (Direttore del ‘Rita Levi Montalcini Center for Brain Repair’, co-Presidente Associazione Coscioni)

     

  6. Michele. Ovvio che tu non capisca cosa c’entra il tag meccanica quantistica. Nessuno capisce la meccanica quantistica. Se l’ha detto Richard Feynman puoi crederci.

    Comunque era che i ragni, essendo così piccoli, sono entrati nel portamatite grazie all’effetto tunnel. Ma anche no. Comunque, portano fortuna.

1 Trackback / Pingback

  1. I ragni hanno fatto il nido nel portamatite

Rispondi