Photosciocco

AdobeSono uscite le nuove versioni di tutti i maggiori e più celebri programmi Adobe (per chi non fosse pratico: quelli di Photoshop, Flash, Illustrator e Dreamweaver).
Se io fossi americano, l’upgrade di Flash mi costerebbe 199 dollari. Siccome però sono italiano (ma sarebbe uguale se fossi francese), mi costa 298 euro (che sono circa 396 dollari).
Altri esempi: l’aggiornamento di Adobe Studio costringe a sborsare 499 dollari negli States, e 780 euro (1040 dollari, più o meno) in Europa.
Disparità di costi, insomma, che raggiunge perfino il 190%.

Per la cronaca, è prassi ormai consolidata: l’Ipod da 80 giga, per dire, se ne viene via con 349 dollari statunitensi. In Italia, magicamente, diventano 369 Euro.

In 6959 (dato aggiornato al momento in cui il post va in linea) si sono un filo incazzati.

Poi uno dice: ah, il successo dell’introduzione della moneta unica.
Poi uno dice: ah, la convenienza del cambio euro-dollaro.
Poi uno dice: ah, i pirati.

(Visited 6 times, 1 visits today)

30 Comments

  1. Ecco la solita analisi superficiale di ki non capisce un caxxo : le spese di trasporto transoceaniche dove le metti ?

  2. faccio notare che i prezzi americani non comprendono mai le tasse perché variano da statoa stato. la diferenza di prezzo dell’iPo è soprattutto IVA. Quella di Photoshop è un furto

  3. @TORPEDINE:
    più o meno vero quello che dici; un dollaro, all’apertura odierna vale 0,7373 euro. Dunque l’iPod da 80 Giga citato dal Neri a 349 dollari verrebbe 349*0,7373=257,32 euro. A meno che l’iva in Italia sia passata al 40% (nessuno me lo ha detto) non può fare 369 euro ma circa 308 euro, 60 euro in più…

    Poi è vero che quelli di Adobe son parecchio ladri (ma ricordo che un discorso simile fu fatto anche per Vista)…

    Ciao

  4. @TORPEDINE:
    più o meno vero quello che dici; un dollaro, all’apertura odierna vale 0,7373 euro. Dunque l’iPod da 80 Giga citato dal Neri a 349 dollari verrebbe 349*0,7373=257,32 euro. A meno che l’iva in Italia sia passata al 40% (nessuno me lo ha detto) non può fare 369 euro ma circa 308 euro, 60 euro in più…

    Poi è vero che quelli di Adobe son parecchio ladri (ma ricordo che un discorso simile fu fatto anche per Vista)…

    Ciao

  5. Ecco la solita analisi superficiale di ki non capisce un caxxo : le spese di trasporto transoceaniche dove le metti ?

    Come non quotarti? Peccato che transoceanicamente ti sei dimenticato di 1)Pensi sul serio che i booklet siano fatti in America? Sveglia ci sono le filiali europee .Inviare software da una parte all’altra del pianeta non costa niente.

    2)Invece gli Ipod sono tutti Made in Usa? Designed in California Assembled in China
    Emmo’ chi è che non ne capisce di Price Policy?

  6. Per quanto mi sforzi, non riesco a capire se TheEvil e’ un genio dell’ironia, o completamente fuori di testa…

  7. Credo che l’unica soluzione sia far entrare gli Stati Uniti nell’UE. Dopo l’allargamento a est si parte con quello a ovest!

  8. dopo aver comprato photoshop originale
    ed aver compilato la cartolina per l’assistenza etc.
    la mia vita è diventata un inferno
    grazie all’antipirateria e ai suoi messaggi inquietanti
    con cui bombardano regolarmente il mio domicilio
    per ricordarmi simpaticamente che se non aggiorno pagando
    allora il pirata potrei essere io.

  9. @ Lascar

    guarda che l’ingresso degli USA nell’UE è il terzo step dell’allargamento a est (Polonia – russia – usa)

  10. Il prezzo dell’iPod espresso in dollari è tasse escluse mentre quello in euro è iva compresa.
    Quindi occorre aggiungere al prezzo in dollari le tasse che per lo stato di New York sono l’8.38%.
    In ogni caso la differenza è notevole e non si spiega in nessun modo.

  11. @Logaedo
    Grazie per la delucidazione, ma dico, siamo pazzi? se si va da quella parte come si fa a non prendere dentro anche la Cina con tutti i suoi cinesi?

  12. @Cannonball Tutt’eduelecose.
    E’ la prima volta che mi becco un complimento , penso che ora svengo.Sdoink.

  13. controlla le valute.
    sti calcoli sono tutti sbagliati.
    mi sa che hai invertito i valori di euro e dollaro.
    ricontrolla e riscrivi sto post.
    e poi scaricateli peer to peer sti programmi se li vuoi davvero

  14. controlla le valute.
    sti calcoli sono tutti sbagliati.
    mi sa che hai invertito i valori di euro e dollaro.
    ricontrolla e riscrivi sto post.
    e poi scaricateli peer to peer sti programmi se li vuoi davvero

  15. Dan Galvano, quel che hai detto (“mi sa che hai invertito i valori di euro e dollaro”) ma fa pensare che sia tu quello che ha bisogno di rileggersi per bene il post.

  16. @TheEvil : era abbastanza quello il punto.
    Certo non che si trattasse di un ironia di grandissimo livello, ma di prima mattina, tanto per commentare il post di ChandLucaNeri questo mandava il mio convento.

    Certo il caso dell’ iPod è tra quelli più noti ma vedo che ce ne sono innumerevoli in cui la discrepanza di prezzo è ancora più ingiustificabile.
    Mi chiedo se anche in queste situazioni (in linea teorica) si potrebbe aggirare tale barriera procurandosi una carta di credito americana.
    E’ come il discorso delle “tv series” (almeno tempo addietro) scaricabili da iTunes, ma solo per la clientela USA ? Che però come mi pare illumino Wittgenstein (o Condor) era aggirabile procurandosi una tal carta…

    olà.
    p.s. per Chandluca , ma sta semaine fate radio ?

  17. @Joe Tempesta: hai ragione, che poi a prenderli in europa i cinesi vorrebbero essere pagati in euro e così gli ipod costerebbero ancora di più.

Rispondi