L’interrogatorio più vecchio del mondo

Alessia Fabiani sul calendario di MaximAlla fine anche il pm Frank Di Maio, titolare dell’inchiesta milanese sui presunti ricatti subiti dai vip, ha deciso che non sarebbe stata una vera “vallettopoli” senza sentire Alessia Fabiani. La chiacchierata soubrette, prodotto della seconda – nonché una della più felici – infornate di “letterine” (erano sue compagne Ilary Blasi, Vincenza Cacace, Alessia Ventura, Benedetta Massola e PierSilvia Toffanin, l’unica che da “letterina” è passata a “raccomandata”) è stata ascoltata come testimone: il pm ha voluto ascoltare la sua versione riguardo al consumo e alla cessione di cocaina all’interno di due famosi locali notturni milanesi.
Beccata al di fuori degli uffici della Polizia Giudiziaria da paparazzi e giornalisti, che le chiedevano se per caso sarebbe stata interrogata, la Fabiani ha finto di essere lì per caso, uscendosene con una battuta infelice: Sto semplicemente passeggiando per strada”.
Ha detto proprio così, giuro: “Stavo passeggiando”.
La smettessero, ‘sti giornalisti, di disturbare la gente mentre lavora.

(Visited 1 times, 1 visits today)

7 Comments

  1. Una non può nemmeno passeggiare tranquillamente davanti ad un ufficio della Polizia Giudiziaria, magari tenendo la lingua fuori a mò di seduttrice da nightclub, che subito si pensa che sia lì per altri motivi!!!
    Che gente oh!

  2. Ogni post ha bisogno di qualcuno che dica che non fa ridere, e a cui il neri possa rispondere “ma è satira”. Ecco, questa volta quel qualcuno lo faccio io.

  3. Grande Neri, anche io ho pensato la stessa cosa quando ho letto l’articolo.Come si suol dire mi hai “levato le parole di bocca”.

    E’ quello che direbbe anche la Fabiani, che si vede che è una molto autoironica.Ecco un ipotetico commento della Fabiani a questo Post.
    “. . . Neri, me l’hai proprio tolto dalla bocca”.

    Certo poi la gente farebbe dell’ironia su questa frase ma tant’è

Rispondi