la mosca stercoraria storce il naso?

Facci dice che le indagini di Woodcock sono irrilevanti. A parte un certo discorso sull’obbligatorietà dell’azione penale, che sarebbe lungo e noioso fare, ha ragione. Interessa a qualcuno se il tal Savoia è implicato in questo o quel giro, o se il tal vip è ricattato per una foto? Francamente no. Interessa se il portavoce di Prodi si fa un puttantour? No, nemmeno. Basta che non parcheggi in divieto di sosta. E se invece del portavoce di Prodi fosse stato quello di Berlusconi? Ugualmente, non mi frega nulla. Anzi, alla lunga tutto questo discutere di nulla m’infastidisce. E’ una gran perdita di tempo.


Però tutto questo tempo non me lo sta mica facendo perdere Woodcock. Il fatto è che se accendo la tv all’ora degli approfondimenti, di solito non m’imbatto nella faccia di Woodcock che cerca di interessarmi alle sue indagini. Statisticamente è molto più facile per me sbattere contro al faccione del direttore di Facci che cerca di spiegarmi perché le futili indagini di Woodcock lo intrigano. Al punto di sfidare la legge e alimentare (insieme ad altri, ci mancherebbe) tutto un mercato dell’indiscrezione.

Credo anche di avere capito il perché lo intrigano. Gli fanno vendere copie: è il suo mestiere. Gli danno anche la possibilità di schizzare un po’ di fango su qualche avversario politico del suo padrone; ahilui, fa parte del suo mestiere anche questo.

Ma far la morale a Woodcock? Mah, a questo punto credo di no. Le indiscrezioni filtrano perché c’è qualcuno che, a dispetto della morale ufficiale, è molto incuriosito dai vip, dai puttantour in auto blu, dai festini sui panfili e tutta la restante merda. Sta bene, rimestate pure: ma senza tutti questi moralismi. La mosca stercoraria non si lamenta della puzza di merda, lei. Ha una sua dignità. Lei.

(Visited 7 times, 1 visits today)
About Leonardo 39 Articoli
Blogga dal 2001, con alterne fortune.

39 Comments

  1. eh, infatti, e’ quello che dico anch’io

    e ho alcune domande per il Sig. Facci:

    1. In Italia l’azione penale e’ obbligatoria?

    2. A chi e’ dovuta la risonanza mediatica delle azioni dei giudici? Ai giudici stessi?

    3. Esistono in Italia organi di controllo dell’operato dei giudici?

    4. La procura di Potenza e’ mai stata ispezionata dal ministero competente?

    5. Sono mai emerse irregolarita’ o comportamenti deontologicamente scorretti per quanto concerne le indagini condotte da Woodcock?

    Se si risponde da solo correttamente si sputa in faccia.

    Ecco invece come stanno andando le cose davvero:

    http://bananabis.splinder.com/post/11539050/Al+contadino+non+far+sapere

  2. il giornalismo è un attività che andrebbe bandita
    mentre le case chiuse andrebbero riaperte: quel tipo di prostituzione sì che è dignitosa

  3. Le inchieste sul Savoia, che non interessano te, riguardano anche la concessione di licenze per slot machine, da parte dello Stato italiano …

  4. La questione è che i giornalisti, ivi compreso il direttore di Facci, non saprebbero nulla se i PM non lasciassero filtrare informazioni che dovrebbero rimanere riservate fino al processo.
    Quindi hai ragione quando dici che Facci ha ragione, solo che ne ha di più di quanta gliene accordi.

  5. prima di tutto la correttezza: l’auto di Sircana era personale. la differenza non salta subito agli occhi, ma e’ questo che distingue la destra (Sottile che fa andare a prendere il puttanone con l’auto blu) dalla sinistra (un innocente puttantour con l’auto propria, magari anche sporca)

  6. rischio di sconvolgere qualcuno se svelo che frequentemente sono gli indagati stessi a giocare d’anticipo e a rivelare l’indagine?

    cmq, quanti professori di procedura!
    be’, sappiate che il segreto quando c’è è a tutela dell’indagine. quando giunge l’avviso di garanzia, cari professori, è perchè l’indagine è alla fine (e si passa nell’ambito della mera opportunità se comunicare o no i fatti alla stampa)
    ma sarebbe troppo lungo spiegare tutto: informatevi

  7. Leo, posso dire una cosa senza che tu mi segreghi nel “popolo dei sorrisini”?
    No, perché nel tuo penultimo post avrei voluto approfondire il discorso, se tu non avessi girato la ruota, comprato una vocale e sette consonanti riducendo le mie parole a quel mitologico popolo al quale mi hai affibbiata, ma che era poi relativo alla mia polemicuccia (palese, tra l’altro, mica ho problemi ad ammetterlo) sul tuo “velato” sottolineare la questione foto.

    Comunque sia: tu dici che interessi a pochi tutto il pollaio su vallettopoli, Sircana-gate et similia. Io invece dico (purtroppo) di no. E vi aggiungo purtroppo in quanto so bene anch’io che ci sarebbero temi non solo più interessanti, ma anche più importanti. Perché il grosso di vallettopoli è fatto di gossip, questo è pacifico. Però c’è un però: l’importanza di un determinato tema d’attualità non è stabilita solo da un giornale che vi dedica due pagine o tre o da una determianta trasmissione televisiva. Tra media e telespettatori/lettori c’è un bene preciso rapporto di domanda/offerta. Si pubblica o si manda in onda non solo ciò che fa comodo, ma quello che richiama il maggior interesse dei fruitori. Quindi se ti imbatti spesso e volentieri nella faccia di Woodcoock il motivo è anche (e soprattutto) perché la richiesta c’è.

    Una cosa, però, si potrebbe fare: non mettere le intercettazioni, le indiscrezioni e via dicendo agli atti. Che non vengano inserite nelle ordinanze dei giudici. Perché le indiscrezioni non solo filtrano, ma sono lì alla portata di tutti. Ma questo non lo devono fare i giornalisti.

  8. Il direttore di un giornale si occupa di quello che gli pare. Poi si può discutere di perché molti (quasi tutti) scelgono spesso di spendere la loro (e in parte nostra) libertà occupandosi di cazzate. E magari la discussione sarebbe anche interessante.

    Lo stato, la magistratura, ha l’obbligo di difendere il cittadino e in particolare notizie che devono per legge rimanere riservate.

  9. L’obbligatorietà dell’azione penale è una finzione giuridica, un giocattolo che non si riesce a smontare. Se chiedi ad un PM perchè indaga sulla notizia di reato X risponde che è obbligato a farlo. Se gli chiedi perchè non indaga sulla notizia di reato Y risponde che non si possono perseguire tutti i reati di cui si ha notizia, nessuna procura ha uomini, tempo e mezzi sufficienti per affrontare una tale mole di lavoro.
    Il risultato, al netto della favola sull’obbligatorietà dell’azione penale, e che i PM esercitano di fatto il potere di scegliere cosa e chi perseguire o non perseguire senza renderne conto a nessuno.

  10. se il PM X indaga Y per estorsione commessa con utilizzo di foto etc. etc. e Y è un perfetto sconosciuto, si tratta di un’indagine come ce ne sono milioni; certo, tra non le più importanti e necessarie (quelle ci pensano i servizi deviati a depistarle o governi come quello berlusconi ad ucciderle sul nascere con leggi pro-mafia)
    ma cmq necessarie
    se Y è personaggio noto, ed ancor di più lo sono i ricattati, ecco che la storia diventa interessante da numerosi punti di vista (se non diventa un tormentone monopolizzante)e si scinde dalla vicenda processuale per venire consegnata al processo mediatico
    non è strano, se si considera che i personaggi coinvolti sono politici, testimonial di marchi importanti, insomma esempi da imitare per moltissima gente

    ma sono d’accordo su una cosa: ci sarebbe altro di cui parlare: tutte le cose scomode di cui i giornalisti non si occupano: quelli italiani sono giornalisti d’indagine e di approfondimento solo quando si pesca in un torbido relativamente innocuo

  11. Scusate ma questo Facci, e lo stesso che all’epoca di mani pulite, diceva che per i socialisti, e Craxi in particolare, era lecito ruba.., ehm, chiedere il 10%?

  12. “non m’imbatto nella faccia di Woodcock che cerca di interessarmi alle sue indagini”

    Visti gli insuccessi giudiziari di Woodcock, e visto che egli non è affatto noto per questi, siamo autorizzati a concludere esattamente il contrario di ciò che affermi: Woodcock cerca di interessarti alle sue indagini eccome. Usando non la sua faccia, che rimane bella pulita, ma quella dei vip, che si può insudiciare a piacimento.

  13. di certo c’è solo che l’azione penale è esercitata con *enorme discrezionalità*. dunque domandarsi il perché, o se c’è un perché, è come minimo lecito. l’amministrazione della giustizia è un’attività intrinsecamente politica che noi, per paura del tiranno, abbiamo demandato ad una casta di selezionati per concorso, quando non di cooptati per strade alternative. non può funzionare e infatti non funziona.

  14. “Le indiscrezioni filtrano perché c’è qualcuno che, a dispetto della morale ufficiale, è molto incuriosito dai vip, dai puttantour in auto blu, dai festini sui panfili e tutta la restante merda.”
    Le indiscrezioni filtrano perché qualcuno dalle procure le fa filtrare.
    Non sviare con le sottili distinzioni fra morali sporche e moralismi.
    Elabora questa tua sentenza, per favore.

  15. Caro Lorenzo, chi pubblica notizie infanganti sui tuoi cari vip, non è certo Woodcock, ma delle vecchie bagascie come Facci. Infatti, prima lui è complice con il suo giornale che pubblica interessantissime idiscrezioni sui presunti vip. Poi con i soldi guadagnati partecipa a qualche festino con droga e trans. Poi nel tempo libero viene qui a fare la morale a quei cattivi dei giudici che diffondono schifezze sui vip.
    Un vecchi proverbio dice: il buoe da del cornuto all’asino.

  16. Ovvero lo stercoraro si lamenta della merda che mangia, non gli va giù, dice che puzza.

  17. Quanti giuristi da queste parti.
    Peccato che non sappiano neanche quali e quante indagini abbia portato avanti il signor Woodcock e quanti errori abbia commesso ( parlo di persone prosciolte FINITE IN GALERA).
    Documentatevi e tornate da queste parti piuttosto che insultare Facci…

  18. Orpo, F.F. ha cancellato il commento che ho quotato… Vabè, a ‘sto giro faccio da memoria storica.

    Con immutata stima

  19. Guardate che questo non è mica un pezzo in difesa di Woodcock. Quando leggete tra le righe siete fantastici.

    Può anche darsi che le indiscrezioni partano da lui (io non posso saperlo. Voi potete? Beh, complimenti). Secondo me ha ragione Mario, più sopra: molta merda è fatta filtrare dagli indagati, nel loro interesse. Però non è questo il punto.

    Mi state a fare un discorso: “Non siamo noi che compriamo, sono loro che vendono”. E’ il tipico argomento del tossico, o del puttaniere. Loro vendono, voi comprate, nessuno vuole farvi la morale: basta che non la facciate voi.

    (L’accenno al tossico è solo una metafora, badate bene).

    Detto questo, ciao: nei prossimi giorni non leggerò e non commenterò, perché sono in viaggio (di lavoro…)

  20. Caro Pipino, essendo l’unico Lorenzo ad aver commentato, devo pensare che il tuo commento sia rivolto proprio a me. A me che non ho parlato di Facci-giornalista, di Facci-privatocittadino, del Giornale o di moralismi. Tutta roba che tu hai tirato in ballo.
    La domanda sorge spontanea: hai sbagliato persona o non hai letto o capito il mio commento?

  21. Facci magari ti infastidisci perchè il Pm Woodcock appare + figo di te?Tutta questa storia è una pagliacciata nella quale voi giornalisti navigate a gonfie vele…nessuno però si deve permettere il lusso di aggredire senza criterio la Magistratura…l’unica cosa buona in questa nazione di burattini

  22. in questa nazione di burattini la magistratura è esattamente come gli altri, peccato che ciccio e gli altri non se ne accorgano ancora.

  23. non sono d’accordo che questa storia sia una pagliacciata.. apre un dibattito etico, ancora in cerca di definizione, sul concetto di privacy e quindi di libertà.. che poi ci siano dei vip coinvolti, piuttosto che gente comune, beh, è solo un richiamo utile a far partecipare più gente possibile al confronto.. ben venga..

  24. quando la procura di potenza studierà le carte relative al menage a trois ezechiele lupo-dinamite bla-Brigitta ne riparleremo

  25. Solo una cosa.
    Anzi due.

    Facci non è Il Giornale. Il Giornale non è Facci ( lo ha ribadito anche lui stesso). E ditemi pure ch’io sia “una vassalla” di Facci o addirittura la sua cameriera, frega nulla. Detto comunque a caratteri collegiali, chi dice che qualsivoglia giornalista appartenente ad una determinata redazione sia automaticamente complice e portavoce di tal notizia o tal altra scritta dal direttore oppure da un collega pecca in primis di superficialità; in seconda battuta è portatore sano di ignoranza intesa come mancanza di conoscenza rispetto ad una situazione e probabilmente ha parziali idee approssimative, basate sul comune pensare troppo generalizzante, in merito a quel che sia la redazione di un giornale.

    Seconda cosa: “aggredire senza criterio la Magistratura” è una frase senza senso indipendentemente dalla situazione specifica alla quale si fa riferimento: la Magistratura è un insieme di funzionari, è composta da persone, nomi, non è possibile attaccarla a livelli generali ma bisogna scendere nello specifico e nella peculiarità del momento con dati alla mano. Stessa cosa quindi dell’identificazione giornalista/redazione, troppo comodo. Poi dove sta scritto che i magistrati debbano essere esenti da critiche? Sul “senza criterio” sarebbe necessario fare un discorso a parte, dettagliato, lungo e difficilmente affrontabile tra le righe di un commento su un blog. Fermo restando che io non ritengo sia esattamente corretto dire che le inchieste di Woodcock siano irrilevanti: sono rilevanti sì, ci sono dei reati, constatati o presunti che siano (si chiamano indagini mica a caso), ma, per dirla in modo semplice, le esplorazioni stesse si sono un po’ perse a vanvera nel vortice del gossip.

  26. Woodcock o Woodstock ha sbattuto in galera tanta di quella gente, che poi è stata PROSCIOLTA, che la metà basterebbe.
    Qui siamo di fronte ad un uomo che fa un uso spregiudicato delle intercettazioni e della custodia cutelare ( i suoi interrogatori sono uno spasso. Quanti altri Vip estranei alle vicende vorrà sentire? Vorrà interrogare tutti i Vips dello spettacolo per i prossimi 10 anni?)
    In questa vicenda, per quello che è emerso, solo Corona andava arrestato…

  27. Provo a vederla da un’altra angolazione: con chi si intrattiene o meno il politico X è una questione che riguarda solamente lui e la di lui consorte se gelosa. Il mio problema X come elettore/cittadino nasce però quando X divorzia (o più ipocritamente si fa annullare il matrimonio) convive, partecipa a festini con coca e puttanoni, e poi spara minchiate sul fatto che A e B, entrambi maschietti o femminucce, che stanno insieme da una vita, non sono una coppia, o che C e D che convivono da altrettanto e hanno pure due bei bambini, non sono una famiglia… In questo (e *solo* in questo) caso mi auguro che le foto di X finiscano stampate su un bel cartellone 6×3 ad allietare le nostre città…

  28. Provo a vederla da un’altra angolazione: con chi si intrattiene o meno il politico X è una questione che riguarda solamente lui e la di lui consorte se gelosa. Il mio problema X come elettore/cittadino nasce però quando X divorzia (o più ipocritamente si fa annullare il matrimonio) convive, partecipa a festini con coca e puttanoni, e poi spara minchiate sul fatto che A e B, entrambi maschietti o femminucce, che stanno insieme da una vita, non sono una coppia, o che C e D che convivono da altrettanto e hanno pure due bei bambini, non sono una famiglia… In questo (e *solo* in questo) caso mi auguro che le foto di X finiscano stampate su un bel cartellone 6×3 ad allietare le nostre città…

  29. il problema è che il comparto privato nel medio periodo riesce a trovare quasi sempre un equilibrio che espelle le storture.Andrebbe seguita maggiormente la cosa pubblica che invece procede verso una deriva di marcescenza.Salvo le consuete eccezioni non esiste più un concorso non truccato,un’assegnazione di consulenze che non puzzi di nepotismo,una delibera non dubbia nel merito(anche a me i monarchici e i potenti non garbano proprio per niente,ma a parte qualche grassa risata per i bruschi risvegli cui le circostanze giudiziarie li hanno costretti,non li ritengo responsabili del merdaio che non possiamo non vedere)

  30. Comunicazione di servizio per il moderatore: se mi tagli solo la citazione di F.F., il mio “la denunzio!” ed il messaggio dopo perdono senso… Per far le cose fatte bene, è meglio censurare tutti e due i messaggi, non credi?
    Anzi, fai così, leva pure questo oltre agli altri due… ti autorizzo io :-D

    Con (im?)mutata stima

  31. Devo scusarmi con sig.F.Facci per averlo attaccato in un blog su J.H.Woodcock.Pensavo che Facci aveva nel mirino solo Woodcock,poi avevo letto altri suoi articoli è ho capito che lui non ga opinione positiva della magistratura in generale. Io resto del opinione chè sig Woodcock è una persona seria è non credo chè gode nel esibire il suo potere come sospetta Facci.Aveva anhe detto chè per lui è sempre una cosa triste quando deve fare arrestare una persona.

Rispondi