Proselitismi cubani

tappe-mini.jpgDisclaimer: per i simpaticoni, questo non è un post di Lia Celi.

Si parte il 29 aprile, si torna il 14 maggio: da Milano a Santiago de Cuba, e poi Sierra Maestra, Bayamo, Las Tunas, Camaguey, Sancti Spiritus, Trinidad, Cienfuegos, Santa Clara, varie ed eventuali. Siamo in buon numero, ma c’è ancora posto, se volete, che poi magari si forma pure una brigata interessante. Ecco, se siete interessati, solo una cosa, un avvertimento: non è viaggio da villaggio vacanza, e le occasioni d’incontro con il turista italiano – vulnus sociale – sono ridotte al minimo sindacale, per quanto possibile, o almeno gestite con dovuta proprietà: per dire, niente Varadero, in luogo dell’incontro tra la Resistenza Italiana ed i Combattenti della Rivoluzione Cubana. Una boccata d’ossigeno. Prima settimana rivoluzionaria – qualche esempio: 1° Maggio a Santiago de Cuba, Sierra Maestra e incontri con gruppi d’intellettuali e rivoluzionari cubani -, seconda settimana più turistica ma con discrezione. A margine, cartina con le dieci tappe principali del viaggio.
L’e-mail è facile-facile: diego.brugnoni@gmail.com (vi darei pure il numero di cellulare, se solo l’avessi).
_______________
Tempi brutti, questi: tocca chiarire che no, non lavoro per nessuno di coloro che hanno organizzato il viaggio, colpa della bestiolina capitalistica che si infiltra pure nella tassa del cesso. Ma pare orientarsi bene, tranquilli.

(Visited 2 times, 1 visits today)

18 Comments

  1. “incontro tra la Resistenza Italiana ed i Combattenti della Rivoluzione Cubana”… “Prima settimana rivoluzionaria – qualche esempio: 1° Maggio a Santiago de Cuba, Sierra Maestra e incontri con gruppi d’intellettuali e rivoluzionari cubani”…ma è uno scherzo? no ditemi che è uno scherzo per piacere!

    P.S. “si forma una BRIGATA interessante.”… e pé forza! :D

  2. un’esperienza che si potrebbe rivelare interessante, se solo avessi possibilita’ di parteciparvi. SIGH!!

    P.S. : prima o poi qualcuno dovra’ scrivere un post per cominciare a discutere di questo “mondo la’ fuori”….

  3. Qualcuno non sta molto bene…..
    Siamo nel 2007, la “Resistenza Italiana” a cosa resisterebbe, di grazie?
    E’ uno scherzo?

  4. Credo che Brugnoni si riferisca al fatto che un partigiano italiano partecipo’ alla rivoluzione cubana, ma queste cose le puo’ spiegare molto meglio lui.
    Saluti

  5. Ci sarà un incontro tra una delegazione della Resistenza Italiana ed i Combattenti della Rivoluzione, ed il 3 l’inaugurazione della mostra fotografica della “Resistenza Italiana nella lotta contro il fascismo”, a Camaguey.

    E comunque, sì, è magnifica la storia di Gino Donè Paro – veneziano, partigiano italiano, e uno dei pochi “expedicionarios” stranieri assieme a Guevara, con cui legò nel periodo d’addestramento messicano. Per il 2007 si parlava di un doppio DVD (“Gino Donè Paro: dalla Resistenza alla Revoluciòn”) e di un libro.

    La domanda “a cosa resisterebbe la Resistenza Italiana nel 2007?”, a casa mia è una domanda retorica. Ma il revisionismo ed un rincoglionimento generale, possono bastare. Peraltro, ho più bisogno dell’A.N.P.I. che di 3/4 del Parlamento.

  6. E’ una boutade provocatoria vero? non ci credo che possano ancora esistere tali personaggi.
    Ma la resistenza anticastrista non c’è?!
    sai com’è, fra resistenze vi intendete, magari entra un po’ di sale in zucca per osmosi.

  7. >E’ un FAKE vero? E’ fatto proprio bene.
    >
    >Avete fatto anche il sito web finto >http://www.webrebelde.net/.
    >
    >Bravi! Ci ero quasi cascato.
    >
    >Ma tu vedi un po’ che si inventano quelli di >Macchianera. Questa la devo proprio raccontare…

    Ma lo sai chi è quello nella foto?

  8. Salutatemi il popolo cubano su cui brilla il sol dell’avvenire….
    (ma non era l’avvenire di ieri; quindi dovrebbe essere il sole di oggi, uhm?)

  9. Ma certo che lo so chi è quello nella foto. E’ lo zio di Isabel Allende ;)

    Ed è chiaro che non centra niente con il castrismo e proprio per questo è un FAKE bellissimo. E’ come quando compaiono per la prima volta gli orsi polari in Lost.

  10. Questo invece non è un FAKE, ma un fatto.
    Cordiali saluti.

    javascript:ol(‘http://www.prensa-latina.com/article.asp?ID%3d%257B5391FD24-5510-4C86-8F3C-EB2309E8E745%257D%26amp;language%3dES’);

Rispondi