Un sabato qualunque, un sabato italiano

Qui non si vogliono spendere troppe parolesuquellocheèstatodefinito l’affaireBordone, per vari motivi.
Il primo è che non è elegante prendere le parti degli amici, soprattutto quando questi, come si dice, sanno difendersi benissimo da soli. Il secondo che se Bordone dichiara di trascorrere il week-end “guardando telefilm americani”, beh, qui c’è il suo spacciatore. Il terzo, che il sottoscritto, almeno una volta al mese, si traveste anche lui da “uomo qualunque” e si tuffa in un centro commerciale per la pratica di quel che si chiama “shopping da uomini” (e che ha per oggetto qualsiasi cosa funzioni a corrente o batterie).

Detto questo, malgrado tutto potrebbe esserci tra voi qualcuno curioso di sapere com’è nata la polemica. Per questo Macchianera pubblica il video della controversa apparizione. E, considerato che l’ultima puntata delle Invasioni barbariche si è contraddistinta per un pacifico sovraffollamento di blogger, aggiunge anche il video del servizio realizzato per la trasmissione da Michele Boroni e Camilla Baresani.


Clicca play per fare partire il video,
o qui per visualizzarlo a grandezza naturale

Clicca play per fare partire il video,
o qui per visualizzarlo a grandezza naturale
(Visited 3 times, 1 visits today)

20 Comments

  1. Lo dico qui che altrove è sovraffollato come un centro commerciale al sabato pomeriggio, comunque apprezzo sempre di più i vantaggi di un sano anonimato quale è quello in cui mi trovo io: non devo spiegare a nessuno quello che mi piace o non mi piace fare, non devo giustificarmi se resisto al massimo un’ora nella bolgia, non devo spiegare perchè molto cinema italiano non mi dice niente e perchè odio i posti in cui ti devi divertire per forza!
    Che sollievo!

  2. EDWARD THE GREAT
    “Potrebbe esserci tra voi qualcuno curioso di sapere com’è nata la polemica”.
    -Presente !
    Grazie.

    Come ? Il Sabato tipo italiano pensavo fosse ascoltare “Sabato Notte”…

  3. Finalmente, visto il video. Mi pare che abbiano montato una polemica sul nulla. Grazie del video :)

  4. Se è intervenuto Dreyfus su Libero, è vera polemica. In caso contrario è il solito diversivo.

  5. Questa è la tipica polemica inutile e sterile da iniziati … L’ altro Neri avrebbe dovuto fare accenno anche ad autoreferenzialità come queste nel suo post idiota sulla morte del blog . Ma davvero non vi rendete conto che è una stupida querelle fra Mantellini , Sofri , Bordone,voialtri di questo carrozzone ( neri ) e pochi altri intimi ?? E questa sarebbe la grande capacità d’ opinione de “grandi” bloggers ? ma fatemi il piacere . E come diceva il padre di un mio amico americano al massimo della sua flemmatica incazzatura: ” Sam , you better stop.You sort of over the top now”…

  6. Poche persone mi stanno più sulle scatole della Parietti, ma in questo caso ha ragione da vendere. Bordone dovrebbe andare a raccogliere patate, poi ne riparliamo.

  7. Tralascio per un attimo il prato fiorito, il sole caldo, le mie tre fidanzate e la bottiglia di Amarone solo per segnalarvi che invece quello di quelli che commentano i commenti ai commenti non è malaccio. Fateci un pensierino.

  8. I virgolettati fanno un po’ ridere.
    Tipo che il soprascritto si travesta da uomo qualunque manco fosse Brad Pitt o disbrighi la pratica dello shopping da uomini (immagino sia Mediaworld).
    Il centro commerciale è un ricettacolo di folla, alla stessa stregua di Rinascente, Ikea, Zara, ecc.
    Ora, che ci si turi intellettualmente il naso di fronte a contenitori di marchi (Benetton, Max Mara, Foot Locker, Douglas, ecc.) che se dislocati in centro si digeriscono con maggior benevolenza, persino di sabato, è mera ipocrisia.
    Ci si traveste da uomo qualunque per andare al centro commerciale, e poi ci si veste da Io per affrontare la stessa folla, di sabato, nel triangolo della moda o la domenica da Cargo e Hi-tech (a Milano) o per il sushino e l’happy hour. E s’ha pure da fare la spesa all’Esselunga.
    L’intolleranza verso l’umanità brutta e varia non può essere selettiva.
    Se vai al centro commerciale per comprarti un cellulare o il cibo per il tuo cane, forse sei meno pirla di quelli che si vestono da Io e pagano il sovrapprezzo per fare gli stessi acquisti in centro.
    È la grande distribuzione. Tra un po’ forse ci arriva anche Alba Parietti.

  9. “il sottoscritto, almeno una volta al mese […] si tuffa in un centro commerciale per la pratica di quel che si chiama “shopping da uomini” (e che ha per oggetto qualsiasi cosa funzioni a corrente o batterie).”

    Trovato il colpevole dei due più gravi problemi che affliggeranno l’umanità nel prossimo futuro: riscaldamento globale ed esaurimento delle risorse. Linciamolo!!!!! Anzi, Linciatelo!!!! (che oggi sono stanco)

  10. “Guardo delle seria americane in dvd” ??? Ma quale DVD, dillo che rubi agli editori.
    Usare la nuova figura retorica del neosfigato non è stata una buona idea. Al classico sfigato, quello che considera il resto del mondo fatto da idioti per poter sentirsi migliore, ha aggiunto la rivendicazione di non essere un genio snob. Questa precisazione però non è stata proprio azzeccata perché: primo, se uno snob si considera normodotato, vuol dire che sono gli altri ad essere proprio delle schifezze; secondo, citare Proust in una frase che dovrebbe farti apparire meno aulico è pregevole autogol, proprio da snob, mi spiace bisogna saper accettare anche la realtà che non piace. Alla fine della discussione, partigianeria a parte, la parietti aveva ragione. Ma il vero problema è che ad ogni tentativo di giustificarsi di bordone, anche nel suo blog, aggiunge un indizio sulla sua colpevolezza.

    Comunque, bordone, sei troppo neurotico per i nevrotici della tv.

  11. ma perche’ non mandiamo un truzzo a guardare i film d’essai? un uomo qualunque al negozio equo e solidale?
    bordone non ha nessuna colpa, gli hanno solo messo la giacca sbagliata…

Rispondi