8 Comments

  1. Me lo ricorderò per parecchio tempo ancora..
    tanto che volevo postarlo anche sul mio blog a memento..
    la notte dell’8 dicembre, al ritorno da una serata con gli amici, la stanchezza prese ben presto il sopravvento, e tosto mi accinsi a cadere tra le braccia di morfeo, quand’ecco che subito qualcosa disturbò la mia quiete.. UNA ZANZARA!!
    in inverno (si fa per dire) inoltrato!!!
    aggiungo che nell’arco del pomeriggio mi ero recato nel centro della mia città, e, vestito di una giacca invernale, camminando con un andatura regolare, sudavo appena acceleravo il passo!
    e per finire le mosche continuavano a infestare il mio luogo di lavoro!
    Il clima è cambiato, le temperature sono cambiate, stanno cambiando anche i paesaggi, probabilmente per sempre..
    Nn voglio attribuire colpe a nessuno, anche se c’è chi di colpe ne ha parecchie,
    dico soltanto che presto molte cose muteranno, forse qualche pillola per alleviare il dolore sarà inventata, ma l’inquinamento ecc.
    porterà via definitivamente alcuni tra i paradisi che questo nostro pianeta custodiva.
    quindi un consiglio: salvate sul vostro pc le foto più belle che avete scattato in vacanza, perchè in futuro neanche troppo remoto,
    quelle emozioni le potrete rivivere soltanto lì!

  2. Condivido le annotazioni di Carlito… anche qui zanzare a dicembre e sudori camminando… praticamente mi toccherà andare in giro a maniche corte a gennaio…

  3. Che sia in corso il surriscaldamento ambientale lo sanno ormai tutti, anche quelli che per negarlo lo chiamano “climate change” – cambiamento climatico.
    Stupisce però come fior fior di scienziati, partendo dallo stesso presupposto, arrivino a calcolare scenari completamente diversi, seppur ugualmente apocalittici.
    Non so bene cosa ci sia in quel rapporto europeo pubblicato pochi giorni fa, se non che dicono che sia alzerà la temperatura anche da noi, con gravi danni per l’economia.
    Pochi mesi fa leggevo un articolo sull’argomento pubblicato da Time. Lì gli scienziati dicevano sì che la temperatura era in aumento, ma tracciavano un futuro diverso.
    I ghiacci dei poli, della groenlandia, gli iceberg si potrebbero sciogliere per un paio di gradi in più. Questo comporterebbe non solo l’innalzamento delle acque del mare, ma anche, a causa del fatto che i ghiacci si sciolgono in acqua dolce, la drastica variazione della salinità degli oceani.
    Spiegavano come la corrente del golfo del messico sia generata dalla temperatura dell’acqua di profondità a quella latitudine che salendo in superficie crea una corrente continua in direzione Europa. Di fatto la corrente del golfo è la principale causa del clima temperato europeo. Guardate alla latitudine della Gran Bretagna e spiegatevi come tutto sommato possa avere un clima mite. La corrente del golfo.
    Per concludere: se si alza la temperatura si sciolgono i ghiacci; se si sciolgono i ghiacci l’oceano diventa “meno salato”; se l’oceano è meno salato la corrente del golfo muore perché l’acqua dolce in superficie è più leggera di quella salata, pur calda, in profondità. Risultato: in Europa un freddo della madonna.
    Allora che faccio? Compre il maglione di lana o un costumino da bagno?

Rispondi