Siamo pieni di idiomi

Rici ca so’ terrona e rici puro che nun saccio scrivere pecché teng ‘e scole vasce, pecché me n’aggio esciuta ‘e fantasia e che nun bboglio faticà e surà ‘ncoppa ‘e libbre. Ma mo’ rimm a mmè: nunn è meglie che scrivo comm m’ha fatto màmmema e nun ce piènzo arò so’ nata e a comm’ spicco quann stonco spaposciata ‘ncoppa ‘a pultrona ‘e casa mia? ‘E capìte o no?
no?
E allora o vvirì ch’è meglie che parlammo ‘u ttaliano a quanti ce ne stamm?
Ma nun tiene propio acché penzà.

Ps: per la traduzione rivolgersi a tal deputato Roberto Cota

(Visited 23 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. Ah beh se la mettiamo cosi’…sul mio blog c’è la parte inedita del terzo segreto di Fatima.
    Purtroppo causa un errore è scritta nello stesso colore dello sfondo.

Rispondi