10 Comments

  1. Ma io mi domando. Ma questi due, nel 2006 in Italia, si dicone ‘ste cose per telefono? Ma sono matti?
    E soprattutto. Ma come e’ possibile che qualcuno adoperi ancora il termine “capo”. A me sembra puro Walt Disney.

  2. Ma ve lo immaginate il pranzo di Natale a casa Guzzanti di quest’anno?
    Spero gli mandino uno delle Iene.

  3. Davvero, ma come fanno i figli di Guzzanti ad andare in giro con un padre così? Che vergogna, peggio della sifilide terziaria. Qui non si tratta semplicemente di avere opinioni politiche diverse tra vecchie e nuove generazioni.
    Vero che le colpe dei padri non devono cadere sui figli, ma ci pensate con quale faccia faranno satira e denunceranno il malaffare della politica quando hanno quel guaio in casa? “A Sabì, ma perchè nun te guardi gli affari di casa tua, che c’hai na tragedia nel soggiorno?”

  4. infatti credo che i figli guzzanti non gli rivolgano più la parola ed abbiano regole ferree nelle interviste per cui non si può chiedere niente del padre.
    padre che tra l’altro un tempo era anche un simpatico buontempone, sulla cui evoluzione in un personaggio di clancy ha scritto benissimo travaglio oggi.

  5. Non credo che la cosa possa essere un grande problema per il lato “sano” della famiglia Guzzanti………
    E’ come avere un malato di alzheimer in casa, si sopporta e si tira avanti.
    P.S.
    Leo e Facci, non era per voi!

Rispondi