Do ut D-day

D-dayA me fa piacere che si organizzino convegni nei quali ci si chiede “Come community, blog e contenuti generati dagli utenti stanno cambiando la nostra vita, il mondo dell’informazione e il modo di fare business?”. Epperò penso che il modo di fare business si cambia anche e soprattutto intraprendendo una strada che non porti a ingiunzioni, avvocati, tribunali, ogni qualvolta un dipendente, un collaboratore o un fornitore si fanno passare per la testa l’insana e innaturale idea molto “webunopuntozzero” di essere pagati per il lavoro svolto.
Non sarebbe male, per iniziare. Dico così, in generale.

(Visited 9 times, 1 visits today)

5 Comments

  1. E’ sempre una gioia leggerti gianluca.

    PS A fatica… lentamente… da poco, per la verità… con ottimi risultati, peraltro… ho finalmente imparato a farmi SOLO i cazzi miei.

    “Dico così, in generale.”

  2. GNeri è uno che la New Economy la prende per il verso giusto: per il culo!

    E secondo me Elio va al DDay per fare lo stesso :)

    Ad ogni modo il web2.0 serve ai project managers principalmente, perchè non sanno più che fumo vendere della versione 1 e si trovano nella spiacevole condizione di dover pagare chi fa il lavoro sporco.

    A proposito di fumo, ancora grazie per Weeds. La colonna sonora della stagione 2 è bellissima e ora ho altri 11 motivi per cantare Little Boxes. :)

  3. E’ buffo poi notare che a volte uno dice delle cose con anni di anticipo…che so:…gli utenti valgono eccome, il free internet serve e servirà per fare utenza e raccogliere pubblicità, il web 2.0 è la nuova frontiera della rete…..Lo dici nel 2003, non vieni ascoltato ma poi qualcuno nel 2007 ci fa un convegno.Quando sarete seduti ad ascoltare, mi raccomando…una mano sulla tasca del portafoglio e un’altra sulla bocca.

Rispondi